Fuga dopo lo schianto, muore 14enne: tragedia davanti alla Villa Reale di Monza

bonavita.JPGMonza. Elio Bonavita aveva 14 anni. Questa mattina intorno alle 9,30, stava come sempre raggiungendo dalla sua abitazione di Villasanta il campo della Dominante, per la sfida domenicale di calcio contro la rappresentativa Allievi della Leonardo Manara. Era in auto, con la mamma, in viale Brianza a Monza, a pochi passi dalla Villa Reale. Lì l'orologio della vettura e della sua vita si è fermato per sempre: un automobilista alla guida di un Suv non avrebbe dato la precedenza immettendosi da via Ramazzotti, avrebbe costretto un'altra vettura a invadere la corsia di marcia opposta, causando una carambola che ha coinvolto altre quattro auto e poi si è dato alla fuga. Ad avere la peggio sono stati il giovane Elio, studente al Mosè Bianchi di Monza, morto poco dopo l'arrivo al San Gerardo di Monza e la madre, 40 anni, in coma all'ospedale Niguarda di Milano. Sul posto, più tardi, sotto shock per la disperazione, è arrivato anche il padre, che aveva accompagnato su un altro campo di calcio l'altro figlio, 11 anni, che milita in una giovanile dell'Inter. 

Ora è caccia al pirata, o meglio al conducente della vettura che avrebbe causato la devastante carambola di auto per una mancata precedenza, senza poi fermarsi (difficile pensare che non si sia accorto di nulla). Monza e la Brianza sono passate al setaccio, ma più di tutto si spera nelle immagini dei circuiti di videosorveglianza della zona.

Sulla pagina facebook di Elio centinaia di messaggi di affetto e cordoglio, momenti di vita a scuola, sui campi da calcio, in compagnia con gli amici. Un angelo con la faccia pulita che doveva fuggire in cielo così. E nemmeno la pena più esemplare a chi ha causato l'incidente scappando potrà mai riparare alle dimensioni di questa tragedia.

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI