Truffa dell'acqua inquinata, raggirato un anziano ottantenne

acqua_rubinetto.jpgConcorezzo. 500 euro in contanti e alcuni gioielli. E' questo il bottino dell'ennesima e ignobile truffa messa a segno da due malviventi ai danni di un anziano ultraottantenne. I criminali, con accento straniero, sono entrati in azione lunedì, in via Roma, intorno alle 13. Si sono presentati come tecnici dell'acqua, recitando un copione tristemente noto: i due malviventi dicono di dover controllare l'acqua che risulta inquinata e invitano le vittime a mettere soldi e gioielli nel frigorifero per evitare che, durante le operazioni di controllo, "possano prendere fuoco". Poi in qualche modo distraggono la vittima e si dileguano. Così è stato lunedì in via Roma: la vittima, tramortita da notizie allarmanti sul pericolo che stava correndo, si è  lasciato convincere a fare esattamente quello che chiedevano i truffatori. Solo più tardi ha realizzato di essere stato truffato e ha allertato famigliari e 112. Sul fatto indagano i carabinieri di via Ozanam.

A inizio febbraio un colpo più consistente, con analoghe modalità, era stato messo a segno in via Massimo D'Azeglio.

Leggi anche

Papa a Monza, nessuna area sosta a Concorezzo: ecco il piano del traffico

In alto la coppa! Pulcini biancorossi vittoriosi a Monza

Veleno per cani in via Kennedy? Allertata la Polizia locale

Portafogli ritrovato grazie al fiuto di Joy

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI