Truffa dell'acqua inquinata, raggirato un anziano ottantenne

acqua_rubinetto.jpgConcorezzo. 500 euro in contanti e alcuni gioielli. E' questo il bottino dell'ennesima e ignobile truffa messa a segno da due malviventi ai danni di un anziano ultraottantenne. I criminali, con accento straniero, sono entrati in azione lunedì, in via Roma, intorno alle 13. Si sono presentati come tecnici dell'acqua, recitando un copione tristemente noto: i due malviventi dicono di dover controllare l'acqua che risulta inquinata e invitano le vittime a mettere soldi e gioielli nel frigorifero per evitare che, durante le operazioni di controllo, "possano prendere fuoco". Poi in qualche modo distraggono la vittima e si dileguano. Così è stato lunedì in via Roma: la vittima, tramortita da notizie allarmanti sul pericolo che stava correndo, si è  lasciato convincere a fare esattamente quello che chiedevano i truffatori. Solo più tardi ha realizzato di essere stato truffato e ha allertato famigliari e 112. Sul fatto indagano i carabinieri di via Ozanam.

A inizio febbraio un colpo più consistente, con analoghe modalità, era stato messo a segno in via Massimo D'Azeglio.

Leggi anche

Papa a Monza, nessuna area sosta a Concorezzo: ecco il piano del traffico

In alto la coppa! Pulcini biancorossi vittoriosi a Monza

Veleno per cani in via Kennedy? Allertata la Polizia locale

Portafogli ritrovato grazie al fiuto di Joy

Aggiungi commento