Slider

Il revamping dei processi produttivi industriali

6 www.concorezzo.org LCS 17-03.jpgIl revamping dei cicli di produzione industriale presuppone un processo di ammodernamento di uno o più impianti che sono arrivati alla fine del proprio ciclo. Un intervento di revamping, comunque, può essere declinato in molteplici modalità, destinate a garantire un ampio ventaglio di potenziali miglioramenti, a cominciare dalla riduzione dei costi di manutenzione ordinaria. La ricerca della migliore efficienza possibile porta a implementare tecnologie innovative: è anche per questo che i processi produttivi possono essere migliorati, così come le complessive prestazioni delle macchine.

I cambiamenti dell’automazione industriale

La costante evoluzione che caratterizza l’automazione industriale rende indispensabile il ricorso a macchinari di ultima generazione in grado di aumentare la produttività. Il binomio tra affidabilità e tecnologie si basa, tra l’altro, sulla messa a norma degli impianti, in modo da garantire la conformità ai regolamenti in vigore, anche dal punto di vista ambientale e nella prospettiva di un livello di sicurezza più elevato per i lavoratori. Il revamping può essere energetico ed elettrico; non è detto che l’ammodernamento coinvolga una sola macchina industriale, dal momento che a seconda dei casi esso può interessare anche una linea di produzione intera o addirittura un impianto industriale nella sua totalità. 

La ristrutturazione degli impianti

Implementare i magazzini automatici può essere un buon primo passo: le soluzioni messe a disposizione da LCS Group, per esempio, consentono di dire addio ai processi tecnologici obsoleti, o comunque di rimpiazzarli con tecnologie all’avanguardia grazie a cui gli impianti hanno la possibilità di cominciare una vita produttiva nuova. Da un lato la produttività cresce, mentre dall’altro lato aumentano la sicurezza e il risparmio energetico. Il fulcro tecnologico di un impianto, di una linea di produzione o di un macchinario viene sostituito e aggiornato: ci si affida a soluzioni più moderne che non vanno ad alterare la struttura di partenza ma favoriscono un miglioramento in termini di qualità ed efficienza.

Come si sviluppa il revamping

Ma quali sono gli step che costituiscono un processo di revamping industriale? La fase iniziale non può che essere rappresentata da un’analisi dello stato degli impianti, con un esame della situazione attuale: si tratta di capire quali sono le prestazioni offerte sul piano della qualità, della velocità e del tipo di operazioni che i macchinari possono garantire. A questo punto si entra nel dettaglio per una valutazione più accurata e meticolosa delle componenti, tenendo conto che l’obiettivo deve essere quello di far crescere le performance.

Il ruolo delle innovazioni tecnologiche

Sono le innovazioni tecnologiche a garantire soluzioni migliorative. Il revamping può essere meccanico, elettrico o energetico. Insomma, che si tratti di riverniciare una macchina o di intervenire sulle centrali che forniscono energia, è sempre fondamentale non lasciarsi sfuggire questa occasione strategica. Il revamping, infatti, è un’opportunità da cogliere in una prospettiva di maggior competitività. Ovviamente, dopo che i lavori sono stati conclusi e prima che la produzione venga rimessa in moto, le macchine e gli impianti sono controllati e sottoposti a tutte le verifiche del caso.

Quando c’è bisogno di un intervento di revamping

Ma come si fa a capire se in un impianto industriale è arrivato il momento di procedere a un intervento di revamping? In realtà, ci sono diversi segnali a cui è bene prestare attenzione: un elenco di sintomi che aiutano a intuire quando bisogna darsi da fare per non rimanere indietro rispetto alla concorrenza. Per esempio, è ora di aggiornare gli impianti e le macchine se ci si rende conto che la manutenzione programmata richiede una quantità di tempo sempre più elevata e se si nota un aumento della frequenza con cui si verificano le rotture, da cui derivano fastidiosi fermo macchina. 

Perché puntare sul revamping

In altri casi, ci può essere la necessità di un revamping se i pezzi di ricambio di cui si ha bisogno non sono più reperibili o sono diventati troppo costosi. Un’altra situazione che richiede una riflessione importante è quella in cui i tempi di attrezzaggio e di produzione non sono più in grado di assicurare una produzione idoneo. Ecco, quindi, che con il revamping si individuano soluzioni su misura e che offrono return of investment quasi istantanei. Non bisogna aver paura di sostituire componenti che, pur non essendo ancora guasti, si dimostrano comunque obsoleti, perché un investimento di questo tipo è destinato a essere ripagato nel corso del tempo.

Come si fa il revamping

È lunga e articolata la serie di attività che possono essere necessarie per il revamping. La sostituzione dei ricambi, per esempio, deve essere pianificata nel tempo; inoltre, può essere utile valutare se occorra integrare delle macchine o delle periferiche nuove. Infine, non ci si può dimenticare di aggiornare la diagnostica, gli ambienti di sviluppo, i sistemi operativi e le sicurezze integrate, per poi badare alle certificazioni: il che vuol dire anche aggiornare le analisi dei rischi.

 

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI