Marcello Ronchi tra palco e realtà: a suon di tromba fino a Parigi

ronchi2.jpgConcorezzo. Marcello Rochi, 25 anni, musicista e artista della tromba,è probabilmente più conosciuto a livello nazionale che non in patria, nella sua Concorezzo. Come accade a molti giovani di talento, il lavoro assorbe la maggior parte del tempo e così la clessidra del giorno concede poco spazio per "farsi pubblicità". Purtroppo. Perché quella di Marcello, figlio d'arte, è una bella storia da raccontare, come hanno giustamente voluto fare gli amici del Cineteatro San Luigi. (Guarda la video-intervista).

Marcello Ronchi, trombettista, come si difenisce lui stesso, èoggi protagonista con la sua tromba di musical di successo come Jersey Boys e La Febbre del Sabato Sera. Qualche sera fa si è fatto apprezzare anche al San Luigi ne La febbre del sabato sera, ma prima era arrivato ad esibirsi anche a Parigi. 

Classe 1991, diplomato al Conservatorio di Milano, Marcello Ronchi, si èavvicinato alla tromba a 12 anni, giovando degli insegnamenti del Maestro Giancarlo Sacchi al conservatorio di musica “Giuseppe Verdi” di Milano. A 20 anni arriva il diploma con il Maestro Jonathan Pia e si aprono le porte del biennio di perfezionamento con il Maestro Gabriele Cassone al conservatorio “Guido Cantelli” di Novara.

Ronchi ha già partecipato a numerosi master tenuti da docenti e concertisti di fama internazionale quali Immanuel Richter, Giuliano Sommerhalder, Giancarlo Parodi, Omar Tomasoni, Andrea Tofanelli, Davide Simoncini, Mark Inouye, Andrea Dell’Ira, Mireia Farres, Riccardo Casero, Dale Clevenger, Sarah Willis e Steven Mead.

Tra le esperienza sottolineate nel suo curruculum professionale, l’esecuzione integrale della Cantata 51 di Bach con l’orchestra del coro Haendel diretto da Gilberto Jimenez. Ronchi ha collaborato con l’Orchestra Sinfonica del conservatorio di Milano, Milano Metropolitan Orchestra e la Online Symphony Orchestra, come seconda tromba con l’Orchestra “Classica Viva” diretta dal Maestro Stefano Ligoratti. Non manca di collaborare con il “Corpo Musicale Parrocchiale Santa Cecilia di Concorezzo”. Oltre ai tempi sacri della musica e del teatro (tra cui gli Arcimboldi), il giovane trombettista ha "calcato" lo stadio “Brianteo” di Monza, il Palacandy di Monza, la griglia di partenza dell’autodromo di Monza, lo “Stadio Meazza” in San Siro, la “Basilica di San Lorenzo” Milano.

Per saperne di più leggete qui

 

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI