"Noi per voi", il video del Cineteatro è da Oscar

sanluigi_clip.JPG

Concorezzo. "Noi per voi". Come dire: ecco chi siamo. Sono l'anima e il cuore del Cineteatro San Luigi di via De Giorgi, i volontari che rendono possibile una magia che continua a incantare da oltre mezzo secolo. Giovaninissimi e anche meno giovani, questa volta ci hanno messo la faccia per far sapere quanto lavoro e soprattutto quanta passione si nasconda nei piccoli ingranaggi che culminano con la proiezione di un film o le con una messinscena teatrale: biglietteria, bar, regia, palco, cabina di regia, mschere, volontari della parrocchia. Una squadra e una grande famiglia di 120 persone, raccontate in 54 secondi. Con un meritato tributo: la vincita del premio "Focus. Le sale della comunità si presentano” promosso da Acec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema) Milano.

Oltre alla clip, basta sfogliare le pagine del sito http://www.cineteatrosanluigi.it per rendersi conto della qualità di questa offerta culturale: film, teatro, cineforum, eventi e anche degustazioni. Un polo culturale di altissimo livello che, senza i "suoi" volontari, farebbe purtroppo la fine della maggior parte delle sale di paese e di città. E invecela sfida è stata vinta. E giustamente premiata.

GUARDA IL VIDEO

Leggi anche

Il Brambilla: "160mila leggi? Come andare a 40 all'ora sulla A4"

Prima l'esplosione, poi la truffa: colpo da 6mila euro in via D'Azeglio

Camion si ribalta: allarme acido fluoridrico sulla Teem

LA STORIA DEL CINETEATRO. Sala della Comunità di proprietà della Parrocchia SS. Cosma e Damiano di Concorezzo. Costruita nei primi anni 50, è stata completamente ristrutturata tra il 1984 e il 1987.

Dal 1987 il Cine-Teatro San Luigi ha operato con continuità, con la sola interruzione della stagione 2003/2004, quando la Sala è rimasta chiusa per consentire l’esecuzione di importanti lavori di adeguamento della struttura alle normative vigenti; diversi gli interventi effettuati anche negli ultimi anni, tra i quali meritano di essere citati l’acquisto del nuovo proiettore digitale, il rifacimento dell’impianto di illuminazione, la creazione della cabina di regia e del guardaroba.

La struttura è interamente gestita da un gruppo di circa 120 volontari, tra i 14 e gli 80 anni, che si occupano dei diversi settori di attività (palco, cabina di proiezione, biglietteria, bar, pulizie, programmazione, pubblicità, amministrazione per citare i principali) e, con i suoi 770 posti, risulta essere uno dei principali poli culturali della Provincia. I principali ambiti di attività sono la rassegna teatrale serale, le proiezioni cinematografiche, la rassegna di cineforum essai, il teatro per famiglie e il teatro e il cinema per le scuole. 

Particolare attenzione viene riservata alle famiglie, sia nella programmazione sia sotto l’aspetto economico, con promozioni e tariffe che agevolano i nuclei familiari, consentendo la visione di proiezioni e spettacoli a prezzi contenuti.

Accanto a queste attività istituzionali, la Sala viene inoltre utilizzata da diverse Associazioni del territorio, dalle Scuole, dal Comune, dalla Parrocchia e dalla Curia per incontri, conferenze, spettacoli.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI