Allattamento e fiabe, consigli utili per crescere un figlio

acacia2.JPGMonza. Un ciclo di conferenze, ad ingresso libero, per avvicinare tutti alla sfera della psicologia, dove trovare risposte immediate e a volte inaspettate ai vari quesiti che ci troviamo di fronte nella quotidianità. 

Il ciclo di conferenze, che si snoderanno dal 9 al 22 novembre in via Galilei 42 a Monza, si intitola "Psicologia per tutti” ed è promosso dal Centro Acacia. In calendario anche due serate di informazione, sempre a ingresso libero, rivolte a genitori e operatori che si occupino a vario titolo di infanzia, psicologia dell’età evolutiva e genitorialità, tenute dalla Psicologa clinica Martina Nava
L'ingresso è libero ma per partecipare è necessario prenotarsi telefonicamente o via mail specificando la serata di interesse (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o 331 412 2812).

• 16 novembre ore 20.45

“ALLATTAMENTO: ASPETTI NUTRIZIONALI E PSICOLOGICI”

L’allattamento, sia esso al seno o artificiale, rappresenta la prima e più importante forma di contatto tra mamma e bambino, un momento importante in cui, oltre a ricevere nutrimento, il neonato sperimenta attivamente le prime forme di comunicazione. Proprio in tale occasione, infatti, si struttura quella specifica sintonizzazione emotiva e interattiva che, attraverso l’alternanza di turni, lo scambio di sguardi, gesti e vocalizzi, pone le basi delle esperienze relazionali e comunicative che il bambino strutturerà con la madre e con gli altri.
La serata sarà incentrata su due tematiche: si parlerà degli aspetti medico-nutrizionali dell’allattamento con la Dott.ssa Marina Zanon, biologa nutrizionista, e si approfondiranno le implicazioni psicologiche ed emotive di questo delicato momento con la Dott.ssa Martina Nava, psicologa clinica.

• 20 novembre ore 20.45

“RACCONTAMI UNA STORIA: FIABA E RACCONTO 
COME STRUMENTI PER PROMUOVERE LA RELAZIONE GENITORE-FIGLIO”

Da sempre la lettura delle fiabe è un momento di intima condivisione di saperi tra un genitore e il suo bambino. Poche volte però ci si ferma ad approfondire il valore emotivo e relazionale di questo momento; eppure esso costituisce un’occasione unica per sintonizzarsi sui bisogni più profondi del bambino, aiutandolo a decifrare e comprendere le sue emozioni ed esperienze di vita e ad accrescere autostima e fiducia nell’adulto. Leggere insieme può quindi costruire un ponte comunicativo prezioso nel rapporto genitore-figlio, diventando a volte l’unico modo per esprimere e padroneggiare tematiche particolari quali bullismo, ansia da separazione ed adozione, in linea con l’approccio della “Narrativa psicologicamente Orientata” (NPO).
Durante la serata la Dott.ssa Martina Nava, psicologa clinica con esperienza nel supporto psicologico all’infanzia, proporrà una serie di riflessioni e approfondimenti sull’utilizzo delle favole come prezioso strumento di comunicazione ed ascolto nel rapporto genitore-figlio.

Ulteriori info: www.centroacacia.it

Qui sotto il programma dettagliato

acacia.jpg

LEGGI ANCHE

Crescere (non) è un gioco da ragazzi, quando serve l'aiuto di un professionista