Slider

Il vaccino Sputnik V prodotto anche in Brianza

Caponago. "Firmato il primo accordo in Europa tra il fondo governativo russo e la societa' ADIENNE Pharma&Biotech per la produzione in Italia del vaccino Sputnik V". Lo annuncia la Camera di Commercio Italo-Russa in una nota pubblicata sul suo sito internet. "Nelle scorse ore l'amministratore delegato del Russian Direct Investment Fund (RDIF), Kirill Dmitriev, ha confermato di aver raggiunto un accordo con l'azienda ADIENNE Pharma&Biotech per la produzione dello Sputnik V in Italia nella sede di Caponago, siglando il primo contratto europeo per la produzione locale del vaccino. La partnership permettera' di avviare la produzione gia' dal mese di luglio 2021".

"La notizia della sottoscrizione del primo accordo tra il fondo governativo russo e la società Adienne Pharma&Biotech, che ha un sito produttivo a Caponago, in Brianza, per la produzione del vaccino Sputnik in Italia è un bellissimo segnale. E' motivo d'orgoglio per la Brianza e costituisce un fatto di straordinaria importanza per tutta l'Italia perché i vaccini rappresentano la priorità per tornare alla normalità. La situazione è ancora critica e la terza ondata sta interessando anche la Brianza, come dimostra l'esplosione dei contagi ad Agrate. Da quando la Lega è tornata al Governo l'agenda di Palazzo Chigi ha ricevuto una sterzata, puntando forte tutto sulla concretezza".

Lo rimarca l'onorevole della Lega Massimiliano Capitanio alla notizia della firma del primo accordo in Europa per la produzione locale del vaccino a partire da luglio e che permetterà di realizzare dieci milioni di dosi entro la fine dell'anno.

sputnik.jpg