Berlusconi e Galliani: una sicurezza per il Monza

galliani_berlusconi_2.jpg

La Brianza si apre a una nuova era calcistica. Il tutto grazie alla proprietà di Silvio Berlusconi, il quale ha creduto in un progetto nuovo in cui metterà tutto l'entusiasmo che ha lasciato dopo l'addio al Milan, la sua creatura calcistica di successo. Il presidente più di successo del calcio italiano, se non addirittura del mondo, è adesso a capo della squadra brianzola che dall'anno prossimo giocherà in Serie B dopo una promozione ottenuta con grande merito sul campo nella stagione appena conclusasi. Nonostante ci sarà ovviamente molto lavoro sul mercato per la nuova dirigenza, tutto lascia presagire che le abilità del direttore generale Adriano Galliani, uomo fidato del Cavaliere, saranno decisive per riuscire a migliorare la rosa a disposizione. Del resto, tanti sono stati i grandi colpi messi a segno dallo storico dirigente che ha fatto la storia del Milan dalla metà degli anni '80 fino all'inizio dell'ultimo decennio. E così, mentre il Milan di oggi di proprietà del fondo Elliot prova a sgomitare per un posto nella prossima Europa League, per il quale dovrà vedersela con la Roma, la grande favorita dalle scommesse live relative al campionato, ecco che a pochi km da San Siro coloro che hanno fatto grandi i rossoneri proveranno a guadagnare quanto prima l'accesso alla Serie A per vivere tra due stagioni un derby sognato con la squadra rossonera. Un obiettivo più che ambizioso per due uomini di calcio che sono la sicurezza dei tifosi biancorossi, i quali sognano di poter vedere finalmente i loro beniamini giocare nel massimo campionato italiano, un torneo che il Monza non è mai riuscito a disputare. Nel frattempo, dunque, appena conquistata la matematica promozione in Serie A, Galliani si è mosso per arrivare a una serie di calciatori di prim'ordine, i quali sarebbero in grado di aumentare il livello medio della rosa a disposizione di mister Christian Brocchi nell'immediato. Tra i nomi più altisonanti spicca sicuramente quello di Alfredo Donnarumma, attaccante del Brescia il quale ha vissuto una buona stagione di Serie A 2019-20, e che dunque rappresenterebbe un valore sicuro per la serie cadetta. Non va dimenticato, infatti, che lo stesso Donnarumma è stato capocannoniere della Serie B nella stagione 2018-19 con 25 reti all'attivo, figurando così come il grande protagonista della promozione delle Rondinelle. Oltre a Donnarumma, Galliani si sta già muovendo su altre direzioni, come ad esempio quella che porta a Daniel Maldini, centrocampista offensivo classe 2001 figlio di Paolo, il grande capitano dell'epopea di Berlusconi al Milan. Un altro rinforzo importante sarebbe il difensore classe 2000 Davide Bettella, attualmente in forza al Pescara con la formula del prestito. Quel che è certo è che l'estate 2020 sarà scoppiettante in Brianza, con i due creatori di uno storico Milan che si dedicheranno con la massima dedizione a forgiare un'altra squadra importante. Al Brianteo l'anno prossimo è prevista una grande febbre, la febbre della passione biancorossa di un Monza che finalmente vuole diventare grande e riuscire ad arrivare al prestigioso palcoscenico della Serie A.

Aggiungi commento