santalfredo-1.png
santalfredo-2.png

CEV Cup, la Vero Volley domina la finale di andata

muroa3tours.jpg

VERO VOLLEY MONZA-TOURS 3-0
 
Grazie a un servizio e a un muro devastanti la Vero Volley Monza mette una grossa ipoteca sulla conquista del primo trofeo della sua storia, la CEV Cup, la seconda competizione europea in ordine di importanza. Il 3-0 con cui si è sbarazzata all’Arena del Tours, capolista del campionato francese, denota inoltre un’ottima condizione di forma per affrontare l’ultima partita di regular season del campionato (domenica alle ore 18 in casa del Verona Volley) e quindi i quarti di finale dei play-off scudetto.
 
Dopo aver superato il turno in virtù della vittoria a tavolino per 3-0 nella gara di ritorno che si doveva giocare a domicilio dello Zenit Kazan, estromesso dalla competizione in seguito all’aggressione militare della Russia ai danni dell’Ucraina, la compagine rossoblù allenata da Massimo Eccheli era chiamata a una prova maiuscola per far dimenticare la sconfitta casalinga per 3-1 nella gara di andata dei quarti di finale. Questa prova c’è stata ed è stata corale: attenzione in difesa, precisione in ricezione e in attacco, ma, come anticipato, i brianzoli hanno costruito il loro successo sulle battute e sui muri. I servizi devastanti, in particolare di Dzavoronok, Davyskiba e Grozer, e i muri mostruosi, in particolare di Beretta, Grozer e Dzavoronok, hanno entusiasmato i 1200 spettatori presenti all’Arena, comprendenti una rappresentanza di una ventina di tifosi transalpini speranzosi che la loro squadra si aggiudichi il terzo trofeo continentale dopo la Champions League 2005 e la stessa CEV Cup 2017. Se negli ace il tabellino dice un “normale” 4-1 per la Vero Volley , il computo dei muri-punto non è da finale di una coppa europea: 13-1 per la formazione monzese. A essere onesti il Tours ha deluso le aspettative, dato che tra le sue “vittime” figura la Perkinelmer Leo Shoes Modena (quarta forza della Superlega, mentre i rossoblù sono settimi), che è stata eliminata agli ottavi di finale.
 
Tra l’altro Eccheli ha dovuto fare a meno oggi del libero titolare Federici, tenuto a riposo precauzionale per un fastidio alla schiena, che comunque è stato ottimamente sostituito da Gaggini.
 
Il primo set rimane in equilibrio fino al 16-16, poi il bielorusso Davyskiba, peraltro pessimo in ricezione (14%), smonta la squadra guidata dal brasiliano Marcelo Fronckowiak con una serie di attacchi e di battute terrificanti. Fino a quel momento era stato perlopiù Dzavoronok a ribattere ai colpi francesi, in particolare di Derouillon. Sono ben 7 quindi i punti inanellati dalla Vero Volley, quasi tutti firmati da Davyskiba e Grozer. Per il Tours è un tracollo improvviso, con artefice in negativo Tillie. Il punto del 25-19 lo realizza Davyskiba con una schiacciata.
 
Nel secondo set l’equilibrio dura fino al 13-13, poi Davyskiba e Grozer (con 1 attacco e 1 muro) allungano a +3. Sul 19-16 un battuta sbagliata dell’ucraino Teryomenko e una schiacciata di Grozer dalla seconda linea chiudono di fatto la frazione di gioco. Lo stesso bulgaro naturalizzato tedesco fissa il parziale sul 25-19.
 
Il terzo set vede in campo tra i francesi Graciano al posto di Derouillon. L’avvio degli ospiti è positivo, con Tillie (2 attacchi e 1 muro) e Teryomenko che portano il Tours sull’1-4 e successivamente una schiacciata fuori misura di Dzavoronok manda i monzesi a -4 (9-13). Ma proprio il Nazionale ceco, senza ombra di dubbio il miglior giocatore della serata (18 punti di cui 2 ace e 2 muri, 35% in ricezione, 61% in attacco), firma un attacco vincente e un ace che suonano la riscossa rossoblù. L’aggancio arriva infatti sul 15-15 grazie a un muro di Beretta. Si procede spalla a spalla fino al 20-20, poi c’è il “break” decisivo in seguito a una battuta sbagliata di Coric e a un attacco di Davyskiba. Il set (e la partita) si chiude sul 25-22 con una schiacciata fuori di Graciano.
 
La gara di ritorno si giocherà mercoledì prossimo alle 20. Il Volley Milano (assurdo che questa sia la società capofila del settore maschile del consorzio) targato Vero Volley Monza si prepara ad alzare una coppa: che sia quella giusta...
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
 
 
  

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI