Coppa Italia, Vero Volley in semifinale per la prima volta

muromint.jpg

MINT VERO VOLLEY-CUCINE LUBE CIVITANOVA 3-1
 
La Mint Vero Volley vendica la sconfitta patita 4 giorni fa in Superlega sempre in casa e restituisce ai vicecampioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova il 3-1 che stavolta vale la qualificazione storica alla final four di Coppa Italia, traguardo mai raggiunto dalla compagine maschile del consorzio. Semifinali e finale si disputeranno il 27 e 28 gennaio a Casalecchio di Reno: gli azzurroblù affronteranno in semifinale alle ore 16 del 27 l’Itas Trentino.
 
La squadra allenata da Massimo Eccheli ha vinto perché non ha ripetuto la caterva di errori commessi sabato scorso e perché si è dimostrata molto più efficace degli avversari nella correlazione muro-difesa. Soprattutto il muro è stato decisivo dal secondo set in poi: alla fine il tabellino registra il computo di 12-6 per i padroni di casa nei muri-punto.
I marchigiani guidati da Gianlorenzo “Chicco” Blengini non hanno ripetuto la prestazione di 4 giorni prima, mollando anche psicologicamente ogni volta che la Mint prendeva un po’ di punti di vantaggio.
 
Davanti ai 2508 spettatori dell’Opiquad Arena lo spettacolo inizia con Maar e Szwarc da una parte e l’“ex” della contesa Lagumdzija e Nikolov dall’altra a martellare con continuità. L’equilibrio regna sovrano fino ai vantaggi. La Mint spreca la bellezza di 7 set-point consecutivi mentre la Lube chiude la lunghissima frazione di gioco (40’) alla seconda possibilità (31-33) con un muro di Yant.
 
Proprio i muri sono però il fondamentale che viene meno ai civitanovesi nel secondo set: il parziale farà registrare un eloquente 6-1 per la Mint. Nella seconda frazione di gioco, inoltre, emerge alla grande Takahashi, che firma 6 punti. Dopo un tentativo di allungo ospite (9-12) rintuzzato da Cachopa (ancora una prestazione d’eccellenza per il palleggiatore brasiliano), la formazione azzurroblù infila 6 punti consecutivi grazie in particolare a Takahashi, che mette a segno ben 3 ace. È sempre lo schiacciatore giapponese ad allungare a +4 (19-15), mentre è Galassi con 2 muri consecutivi a portare la Mint sul +5 (24-19). Il set viene sigillato sul 25-20 da un muro di Szwarc, Mvp di giornata grazie ai 24 punti messi a terra (di cui 1 ace e 5 muri), al 49% in attacco e al 75% in ricezione.
 
L’opposto canadese è il protagonista del terzo e del quarto set, dove mette a referto rispettivamente 5 e 7 punti, ma soprattutto trascina i compagni nel momento di maggior difficoltà della Lube. I marchigiani si squagliano sul 4-4 e accumulano un importante svantaggio (-11) a causa perlopiù di un attacco deficitario (26% nel parziale). Sul 22-15 due errori del subentrato Motzo e un muro del subentrato Loeppky chiudono la frazione di gioco.
 
Blengini prova a correre ai ripari facendo partire nel quarto set Zaytsev e Chinenyeze al posto rispettivamente di Nikolov e Anzani, ma anche questa mossa non produce risultati apprezzabili perché sul 6-6 la Mint si stacca infilando 5 punti consecutivi. Il vantaggio dei padroni di casa arriva a +7 (17-10) e a nulla serve il tentativo di rimonta della Lube, che si ferma a 1 punto dall’obiettivo. Nel finale infatti la squadra di Eccheli è più lucida e più determinata, cosicché il punto del 25-23 arriva da un errore dell’appannato Nikolov, quello che 4 giorni prima si era portato a casa il premio di Mvp.
 
La Mint Vero Volley tornerà in campo, ma per la Superlega, domenica prossima alle ore 18 in casa della Sir Susa Vim Perugia.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO