Slider

Igor Gorgonzola Novara indigesta alla Vero Volley

stysiakmuro.jpg

VERO VOLLEY MONZA-IGOR GORGONZOLA NOVARA 2-3
 
Dopo 2 ore e 43’ di battaglia all’Arena di Monza la Vero Volley cede al tie-break contro l’Igor Gorgonzola Novara, la squadra che la scorsa primavera aveva fermato la corsa verso lo scudetto delle rosablù nelle semifinali play-off. Con Mihajlovic ancora a mezzo servizio (ma Gennari e Lazovic alla banda si sono comportate ottimamente, firmando rispettivamente 18 e 14 punti) l’allenatore della formazione brianzola Marco Gaspari ha fatto quello che ha potuto, cercando di limitare il più possibile i colpi della turca Karakurt, nuovo astro del campionato di Serie A1 italiano. L’opposta azzurra, MVP del match, ha chiuso la contesa, trasmesso in diretta tv su Sky Sport Arena, con un bottino di 29 punti, di cui 1 ace e 3 muri. Invece l’opposta di casa, Stysiak, è andata bene ma non benissimo: per lei 19 punti e qualche sostituzione di troppo a favore di Van Hecke per rifiatare. Insomma, se il mercato estivo della Vero Volley è stato sontuoso, non lo sono stati di meno quelli delle due principali concorrenti, l’Igor Gorgonzola Novara appunto e la scudettata Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano.
 
Davanti a 942 spettatori, che a inizio gara hanno osservato assieme alle squadre un minuto di raccoglimento in memoria della giovane afghana Mahjabin Hakimi, decapitata dai talebani perché giocava a pallavolo, la compagine ospite guidata da Stefano Lavarini parte a razzo portandosi sull’1-5, poi sul 2-8 e quindi sul 3-13 grazie alla sempre ottima regia dell’ex rosablù Hancock, capace di variare il gioco senza insistere troppo sulla fuoriclasse Karakurt. Le piemontesi però si convincono troppo presto di aver già vinto il set e giocando con sufficienza, e senza i necessari e giusti correttivi dalla panchina, si fanno rosicchiare il corposo vantaggio, venendo raggiunte sul 23-23. In questa fase sono stati inanellati 5 punti consecutivi grazie alle incisive battute di Candi, l’altra “ex” di giornata. Successivamente le padrone di casa annullano la bellezza di 10 set-ball e con 2 schiacciate di Stysiak dalla seconda linea ribaltano clamorosamente le sorti del parziale.
Purtroppo per la Vero Volley, però, non c’è contraccolpo psicologico. Nel secondo set il testa a testa prosegue sino al 13-13, quando le ospiti prendono un leggero margine che mantengono fino alla fine (22-25). Il punto decisivo è firmato da Karakurt, che chiude con 8 punti nel parziale.
 
La turca fa ancora meglio nel terzo, mettendo giù 10 palloni. La Vero Volley cresce nel muro piazzando un parziale di 4 punti a 0, ma cala vistosamente in attacco, scendendo al 30%. Il risultato è che sul 6-6 le novaresi mettono la freccia e dominano il set, chiudendo 18-25.
 
Il riscatto delle locali arriva nella quarta frazione di gioco: nonostante il tracollo in ricezione (solo 37% di positività) tengono botta in attacco e si fanno ancora sentire molto a muro (5 punti a 1). Sull’8-8 infilano 5 punti consecutivi, ma le piemontesi trascinate da Daalderop ricuciono fino al 15-14. Un altro filotto di 5 punti risulta però letale e Stysiak sigilla il set sul 25-20.
 
È il “canto del cigno” delle rosablù. Il tie-break è senza storia: la Vero Volley è già negli spogliatoi e l’Igor gioca da sola, arrivando velocemente sul 4-15.
 
Sabato prossimo, alle ore 20.30, le monzesi giocheranno ancora in casa e con avversarie ancora più forti: all’Arena arriverà infatti la capolista Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano. Il match sarà trasmesso in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI