Slider

La Vero Volley si spegne contro Padova

muroa3.jpg

VERO VOLLEY MONZA-KIOENE PADOVA 2-3
 
Brutta serata per la Vero Volley Monza, che nel turno infrasettimanale di Superlega perde in casa contro la Kioene Padova e giocando pure male. La squadra “sorpresa” dell’avvio di Superlega 2021/22 non c’è più, franata assieme al “capocordata” Grozer, oggi apparso stanco come anche diversi suoi compagni in rossoblù. Battute inefficaci quando non sbagliate, muri troppo spesso mal posizionati o fuori tempo, ricezioni a corrente alternata, schiacciate troppo sovente respinte dai muri avversari: difficile superare una squadra giovane ma ben impostata come quella patavina se ci si trova in una palese condizione di affaticamento. Il gruppo guidato da Massimo Eccheli avrebbe bisogno di rifiatare, anche perché giocano sempre i 7 titolari più al massimo Beretta, oggi schierato all’inizio al centro al posto di un deludente Grozdanov. Evidentemente per il tecnico monzese la panchina è corta, ma oggi nel terzo set ha assistito impassibile alla débâcle della sua squadra senza nemmeno provare a cambiare qualcosa, mal che andava per far riposare i soliti “scudieri”. Con Grozer e Davyskiba in serata no almeno Karyagin avrebbe meritato una chance.
 
E così i pochi intimi venuti ad assistere alla partita infrasettimanale all’Arena di Monza hanno assistito a uno spettacolo bruttino, eccezion fatta per qualche difesa da applausi. Se non altro hanno almeno avuto la consolazione delle emozioni del tie-break, giocato punto a punto fin quasi alla fine.
 
Già nel primo set si è messo in mostra tra gli ospiti il classe 2000 Bottolo, MVP del match grazie a 23 punti (58% in attacco), di cui 1 ace e 1 muro, e al 55% in ricezione.
 
Nonostante le 6 battute sbagliate, la compagine allenata da Jacopo Cuttini porta a casa il primo parziale grazie a una ricezione più precisa (48% a 28%), che permette a Zimmermann di distribuire meglio i palloni rispetto all’“ex” di giornata Orduna. I brianzoli riescono a prendere 4 lunghezze di vantaggio (9-5), ma Weber e Petrov ricuciono e ribaltano (13-14). Sul 18-18 un’invasione a rete e una schiacciata di Bottolo dalla seconda linea portano i veneti a +2, distacco che difendono fino alla fine (23-25).
 
La “frustata” sveglia Dzavoronok e compagni, che dominano il secondo set in attacco (79% a 35%) chiudendolo agevolmente sul 25-14 (gli ultimi 2 punti monzesi portano la firma di Galassi).
 
Nella Kioene viene confermato nel settetto Loeppky, subentrato a Petrov nel finale del secondo parziale. Nonostante altri 7 errori in battuta (a fine gara saranno ben 27) gli ospiti fanno un boccone dei rossoblù, ribaltando le percentuali in attacco della frazione precedente (70% a 30%). Si scatena l’opposto tedesco Weber, con ben 11 punti (75%), mentre il connazionale Grozer chiude con 2 miseri punti (22%). La Vero Volley regge fino al 7-7, poi crolla dopo 2 ace di Weber. Sul 13-18 il tedesco fa 1 punto in schiacciata e altri 2 in battuta (a fine gara ne avrà totalizzati 27, di cui 5 ace e 4 muri). Il punto del 17-25 porta però la firma dell’altro tedesco Zimmermann.
 
Solo a questo punto Eccheli cambia, ma solo Beretta con Grozdanov. La Kioene tracolla in ricezione e Grozer riesce a mettere giù 8 palloni. Si va a braccetto fino al 20-20, poi una battuta errata di Loeppky e un ace di Dzavoronok portano la vero Volley a +2 che diventano alla fine +3 (25-22) grazie a una schiacciata dalla seconda linea di Grozer.
 
Il tie-break si gioca punto a punto, ma a fare la differenza alla fine a favore dei padovani è probabilmente la ricezione (50% a 20%), anche se un'infrazione fischiata dall’arbitro ai monzesi sull’11-13 è parsa piuttosto generosa e abbastanza decisiva. Il punto del 12-15 viene invece regalato agli ospiti da Galassi che sbaglia la battuta.
 
Purtroppo per la squadra rossoblù non ci sarà tempo per riposare. Il ritorno in campo è previsto già per sabato prossimo alle ore 18 in casa della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Il match verrà trasmesso in diretta tv su Rai Sport.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI