Palladino saluta i tifosi del Monza col Frosinone

palladino2023.jpg

Sarà il pericolante Frosinone allenato da Eusebio Di Francesco l’ultimo ospite stagionale all’U-Power Stadium (calcio d’inizio alle ore 15 di domani) e per l’occasione il Monza ha più o meno dimezzato i prezzi dei vari biglietti. I biancorossi, salvatisi con 5 giornate di anticipo (l’anno scorso con 6) ed eliminati dalla lotta per la qualificazione alle coppe europee con 2 giornate di anticipo (l’anno scorso ci avevano provato fino all’ultima), cercheranno di tornare alla vittoria dopo 7 partite in cui hanno racimolato solo 3 pareggi. L’obiettivo da inseguire nelle ultime 2 gare della Serie A 2023/24 è quello di riscavalcare almeno il Genoa in modo da chiudere il campionato all’11° posto come un anno fa (l’obiettivo di eguagliare i punti conquistati è invece ormai sfumato avendo attualmente 45 punti contro i 52 finali della prima fantastica stagione nella massima categoria). Battere il Frosinone non sarà semplice, sia perché i ciociari sono appunto ancora invischiati nella lotta per la salvezza, e pertanto ben più motivati, sia perché l’allenatore dei brianzoli Raffaele Palladino ha intenzione di far giocare qualche riserva che ultimamente era stata poco utilizzata. “Il Frosinone è una squadra che gioca bene a calcio e ha fatto un grande girone di andata – ha sottolineato il tecnico campano - Tante volte non ha vinto partite per piccoli episodi, ma ha un grande allenatore che dispone di giovani importanti, soprattutto in attacco. Oggi valuteremo chi schierare in campo, perché in settimana ho visto ragazzi molto motivati tra quelli che hanno giocato meno negli ultimi mesi. E io domani avrò bisogno di giocatori che abbiano voglia di spingere al massimo. Ci mancheranno ancora lo squalificato Gomez e gli infortunati Andrea Carboni, Bettella, Machìn, Ciurria e Maldini. Convocherò ancora Ferraris della Primavera che a Lecce stava per esordire tra i “grandi”: poi con l’infortunio di Izzo avevo dovuto cambiare la sostituzione, ma ho intenzione di premiare l’impegno di questo ragazzo o domani o a Torino con la Juventus. Bisogna fare i complimenti alla società per come ha operato nel mercato di gennaio: quelli che sono arrivati ci hanno dato una grande mano. Infatti a gennaio e a febbraio abbiamo spinto tanto contro squadre che erano perlopiù nella parte destra della classifica, mentre nelle ultime partite abbiamo perso qualche punto per strada, al contrario del Genoa che ne ha racimolati un po'. Speriamo in queste ultime 2 giornate di operare il controsorpasso. Nelle ultime gare abbiamo abbassato il baricentro perché incontravamo squadre forti e in salute. È stata una mossa che ci ha portato pareggi importanti come a Bologna, a Lecce e con la Lazio. È chiaro però che ci aspettavamo anche qualche vittoria. Domani mi aspetto una grande risposta al nostro campionato da parte del pubblico. Ricordiamoci da dove siamo partiti con questa proprietà, cioè dalla Serie C. Domani sarà doveroso celebrare questa bellissima stagione, ringraziare la squadra. Noi cercheremo di regalare gioia ai tifosi con una bella vittoria. I tifosi sono la parte più pura e più bella del calcio. Con quelli del Monza ho instaurato un bel rapporto: l’esperienza fatta qui è stata fantastica e la ricorderò per tutta la vita. Domani a fine partita andrò sotto la Curva Sud per ringraziarli. Questo gesto significherà che non prolungherò il contratto in scadenza il 30 giugno? La mia decisione la conoscerete il giorno dopo la partita contro la Juventus, quando avrò parlato col vicepresidente e amministratore delegato Adriano Galliani. L’esonero di Massimiliano Allegri da allenatore della Juventus dopo la vittoria della Coppa Italia? Non so esattamente cosa sia successo, ma mi dispiace per l’accaduto. Il nostro è un lavoro con tante responsabilità, ma io non lo vivo con stress. L’allenatore che sto seguendo con più attenzione? Xabi Alonso del Bayer Leverkusen campione di Germania e che mercoledì prossimo sfiderà l’Atalanta nella finale di Europa League”.