Palladino sfida a Empoli il suo ex allenatore

palladino2023.jpg

La prima trasferta del girone di ritorno per il Monza è a Empoli, dove domani alle ore 15 affronterà alla Carlo Castellani Computer Gross Arena la squadra azzurra che in settimana ha cambiato per la seconda volta allenatore, esonerando Aurelio Andreazzoli e ingaggiando Davide Nicola. Era già successo in occasione della partita casalinga pareggiata con l’Udinese che la formazione allenata da Raffaele Palladino incontrasse un’avversaria con una nuova guida tecnica in panchina. E naturalmente è stato un aspetto in più su cui lavorare questa settimana. “È stata una settimana di analisi della partita persa contro l'Inter, ma anche di studio del gioco di Nicola, che io ho avuto come allenatore a Crotone e che dunque già conoscevo bene – ha evidenziato il trainer biancorosso nella consueta conferenza stampa della vigilia – Quella di domani sarà una partita difficile contro un avversario che ha voglia di fare punti. Ma noi vogliamo reagire all’ultima sconfitta. Ho visto una grande energia positiva in settimana e ci teniamo a fare bene domani. Siamo tutti consapevoli del fatto che in questo momento del campionato bisogna dare il massimo, spingere sull’acceleratore. Noi ci dobbiamo guardare dietro anche perché adesso alle nostre spalle stanno facendo punti. L'obiettivo è la salvezza e sarà più difficile centrarla rispetto all’anno scorso perché la quota si è alzata di gran lunga. Non sarà facile ma saremo agguerriti. Nonostante le importanti assenze che abbiamo sofferto nella prima metà del campionato c’è stata una grande crescita della squadra e anche mia. Ringrazio Nesta e soprattutto De Rossi per le belle parole che hanno avuto nei miei confronti nei giorni scorsi. Ho già inviato un ‘in bocca al lupo’ a Daniele via WhatsApp perché era mio compagno al corso allenatori di Coverciano ed è un grande ragazzo, una persona straordinaria, di grande spessore. Ora ha un tifoso in più, meno naturalmente che in occasione della partita Monza-Roma. Tornando alla partita di domani, oltre allo squalificato Gomez e al lungodegente Caprari, mancheranno Machìn, impegnato con la Nazionale della Guinea Equatoriale nella Coppa d’Africa, e gli infortunati Di Gregorio, Cittadini e Vignato. A proposito di Di Gregorio, forse lo recupereremo già per la prossima partita. Comunque Sorrentino contro l’Inter ha fatto una buona prestazione: i gol subiti non sono stati colpa sua e, anzi, ha fatto una bella parata su un colpo di testa di Pavard. Se Gagliardini sarà riproposto in difesa? Lui può giocare ovunque: ha fatto molto bene come centrale di difesa e lo potremo riproporre in quel ruolo. Ormai abbiamo recuperato completamente Izzo e Pablo Mari ma per domani deciderò dopo la rifinitura. Se Colombo è appannato? Nelle ultime due settimane l’ho visto alla grande, in netta ripresa. Sarà il nostro acquisto di gennaio. Io credo che farà una grande seconda parte di campionato. Se Maldini è pronto a giocare? È già dentro i meccanismi della squadra ma ha bisogno di continuità di allenamenti”.