mauro capitanio

Concorezzo. ""ATS mi ha comunicato in queste ore (ieri, ndr) gli aggiornamenti rispetto ai casi di Conavirus a Concorezzo. In totale sono 9 le persone risultate positive al tampone e 37 sono quelle complessivamente in isolamento. A queste persone si devono sommare i nostri due anziani concittadini deceduti i giorni scorsi. Si tratta di numeri in linea con l'andamento provinciale della diffusione del Coronavirus che, come sappiamo, è in aumento. I numeri ci confermano che la situazione va gestita con estrema responsabilità. Ognuno deve fare la sua parte rispettando le regole e non uscendo di casa se non strettamente necessario. Questo appello è rivolto, ancora una volta, soprattutto alla popolazione anziana. L'Amministrazione comunale ha messo in campo tutti quei servizi necessari per gestire questa situazione di emergenza sanitaria grazie al lavoro degli uffici, della Protezione civile e grazie anche alla preziosa collaborazione dei commercianti concorezzesi che hanno subito dato il via a un servizio gratuito di consegna della spesa a domicilio. A tutti loro, ancora una volta, un grazie a nome dell'intera cittadinanza". 

Questo l'annuncio dato ieri in diretta Facebook dal sindaco Mauro Capitanio. Una mini-conferenza per fare il punto della emergenza sanitaria ma anche per aggiornare sui servizi attivati.

"Questi servizi (in primis, appunto, la consegna di pasti e spesa a domicilio) stanno funzionando molto bene e danno il segno di una comunità unita e coesa che affronta in modo responsabile e con grande senso di civiltà questo momento così critico. Infine un aggiornamento sui presidi sanitari di sicurezza, in questo momento, così difficili da recuperare in tutto il territorio nazionale. In queste ore la Protezione civile di Concorezzo sta iniziando a confezionare delle mascherine che verranno destinate ai volontari che stanno effettuando i servizi di consegna spesa e medicinali, alle famiglie in isolamento, ai medici di base e alle persone che devono assistere i propri cari e anziani non autosufficienti in casa. Si tratta evidentemente di una notizia positiva e di una dimostrazione della capacità di reazione della nostra città. Insieme, grazie all’aiuto di tutti, anche delle aziende che hanno voluto donare fondi e materiale per i vari servizi in atto, stiamo affrontando giorno dopo giorno questa situazione. Come sempre continueremo a tenervi aggiornati. Forza concorezzesi!”.

mauro_coronavirus.jpg

*/ ?>

Cronaca

mauro_coronavirus.jpg

9 positivi, 37 in quarantena: la situazione a Concorezzo

Concorezzo. ""ATS mi ha comunicato in queste ore (ieri, ndr) gli aggiornamenti rispetto ai casi di Conavirus a Concorezzo. In totale sono 9 le persone risultate positive al tampone e 37 sono quelle complessivamente in isolamento. A queste persone si devono sommare i nostri due anziani concittadini deceduti i giorni scorsi. Si tratta di numeri in linea con l'andamento provinciale della diffusione del Coronavirus che, come sappiamo, è in aume

 

Concorezzo. Gli Uffici comunali di Concorezzo e anche la biblioteca garantiranno le regolari aperture senza variazioni di giorni e di orari per tutto il periodo estivo, agosto compreso.

 

Una scelta, quella dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Capitanio, di non variare aperture ed orari, che rappresenta la volontà di garantire i servizi alla cittadinanza in modo continuato.

 

Non si tratta di una novità. A Concorezzo gli uffici comunali e la biblioteca, anche nel corso dell’anno, non chiudono nemmeno per i ponti grazie a una gestione dei turni di lavoro studiata proprio per garantire la continuità di tutti i servizi alla cittadinanza.

 

 

 

“Abbiamo deciso di confermare gli orari ordinari di apertura degli uffici e della biblioteca anche nel mese di agosto certi della necessità di garantire i servizi (anche quelli culturali) ai nostri cittadini- ha precisato il sindaco Mauro Capitanio-. La biblioteca, in particolare, garantirà la possibilità di poter consultare i quotidiani anche nei giorni di chiusura per ferie delle edicole del territorio.

 

L’accessibilità ai servizi comunali, compresi quelli culturali, sia online sia di presenza, rappresenta una garanzia per i concorezzesi nel corso di tutto l’anno, una forma di rispetto anche per quanti nei mesi estivi o nei ponti non vanno in vacanza.

 

Un ringraziamento doveroso va ai dipendenti comunali che, con spirito di collaborazione, gestiscono i turni e le ferie in modo strutturato e studiato consentendo al Comune di rimanere sempre aperto”.

comune 2.jpg

 

*/ ?>

Cronaca

comune 2.jpg

A Concorezzo Comune e Biblioteca sempre aperti tutto agosto

  Concorezzo. Gli Uffici comunali di Concorezzo e anche la biblioteca garantiranno le regolari aperture senza variazioni di giorni e di orari per tutto il periodo estivo, agosto compreso.   Una scelta, quella dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mauro Capitanio, di non variare aperture ed orari, che rappresenta la volontà di garantire i servizi alla cittadinanza in modo continuato.   Non si tratta di una novi

concorezzo_nonni_digitali.jpgConcorezzoPrende il via a Concorezzo, primo comune in Italia, un Laboratorio di Inclusione Digitale Intergenerazionale (LIDI). L’iniziativa rientra nel più ampio programma chiamato “Nuovi LIDI” e proprio a Concorezzo verrà sperimentata per la prima volta in Italia, con l’obiettivo di replicare l’iniziativa su scala nazionale. 

Il progetto

A prendere parte a “Nuovi LIDI” saranno, in via sperimentale, quattro ragazzi del CFP di Afol MB che faranno da “compagni di viaggio” ad altrettanti anziani del centro Pensionati di via Libertà. Quattro incontri per dare ai senior tutte le competenze base necessarie per utilizzare in modo competente e autonomo la tecnologia digitale, a partire dallo SPID, e ai junior una più profonda comprensione di come le soluzioni digitali cambiano il nostro modo di vivere. I ragazzi e i quattro senior si affiancheranno, lezione dopo lezione, nel percorso di acquisizione delle competenze tecnologiche e digitali. Un’opportunità per senior e junior di collaborare per portare a termine compiti pratici sperimentando l’uso degli strumenti digitali.

Il primo incontro si terrà lunedì 23 maggio in Comune.

Partner del progetto, patrocinato dal Comune di Concorezzo, sono Capgemini, Digit Srl, Grey Panthers, ProDIGI e l’Università di Urbino.

 

“Siamo certamente soddisfatti che Concorezzo, Borgo del Futuro, sia stato scelto come Comune pilota a livello nazionale di questa iniziativa - ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio-. Fare da apripista a un progetto come Nuovi LIDI, ci proietta davvero in un futuro fatto non solo di progressi tecnologici ma anche, e soprattutto, di consapevolezza rispetto all’importanza dell’aspetto intergenerazionale. 

Nuovi LIDI, non rappresenta infatti, un corso tradizionale ma si tratta di un’iniziativa di vera e propria integrazione delle diverse generazioni. Ogni anziano verrà, infatti, affiancato da un ragazzo della scuola professionale di Concorezzo ed insieme andranno  alla scoperta delle modalità di accesso e di utilizzo dei servizi base che la tecnologia offre. Un Borgo del Futuro non è solo un incubatore di tecnologie ma è un esempio concreto di accessibilità all'innovazione. Per tutti”.

 

“Per i nostri ragazzi che parteciperanno al progetto si tratterà di un’esperienza nuova che permetterà loro di stare dall’altra parte della cattedra, facendo da tutor ai Senior- hanno dichiarato la dott.ssa Cristina Pasquini (Direttore area formazione di AFOL MB) e la dott.ssa Emanuela Russo (responsabile CFP Marconi)- Un’occasione di crescita personale dal momento che avranno un ruolo centrale nei laboratori di inclusione perché saranno chiamati ad essere facilitatori del processo di acquisizione delle competenze digitali da parte dei Senior”. 

 

AFOL

L’Agenzia per la Formazione, l’Orientamento e il Lavoro di Monza e Brianza (AFOL MB) è un’azienda speciale della Provincia di Monza e della Brianza che si occupa di promuovere il diritto al lavoro attraverso l’erogazione di servizi e attività destinati all’orientamento, alla formazione, all’inserimento e al mantenimento del lavoro lungo l’intero arco della vita.

La mission di AFOL MB consiste nel fornire al mercato, alle imprese e all’intera struttura sociale del territorio di riferimento le risposte più adeguate e aderenti alle esigenze sempre più pressanti in termini di formazione, orientamento e politiche del lavoro.

I servizi proposti da Afol MB vengono gestiti con azioni sinergiche tra l’Area Lavoro, attraverso i servizi erogati dai CPI e l’area Formazione, attraverso i suoi CFP.

*/ ?>

Cronaca

concorezzo_nonni_digitali.jpg

A Concorezzo i giovani formano i nonni digitali

Concorezzo. Prende il via a Concorezzo, primo comune in Italia, un Laboratorio di Inclusione Digitale Intergenerazionale (LIDI). L’iniziativa rientra nel più ampio programma chiamato “Nuovi LIDI” e proprio a Concorezzo verrà sperimentata per la prima volta in Italia, con l’obiettivo di replicare l’iniziativa su scala nazionale.  Il progetto A prendere parte a “Nuovi LIDI” saranno, in via sperimentale, quattro ragazzi d

Concorezzo. Un amore lungo 60 anni nato e cresciuto a Concorezzo. E' quello fra Adriano Brambilla e Angela Sabina Verderio che il 1 settembre hanno festeggiato i 60 anni di matrimonio. Un traguardo importante che i figli hanno voluto celebrare con una cerimonia degna della grandezza dell'amore dei genitori.

Ecco allora che con la complicità del Comune, i due sposi si sono promessi ancora una volta amore eterno. Una cerimonia a sopresa che si è tenuta nella sala di Rappresentanza del Comune. A celebrare questo momento, il Sindaco Mauro Capitanio che, dopo un discorso pensato proprio per l'occasione, ha riproposto agli sposi le domande del rito nuziale. E tra l'emozione generale i due sposi si sono detti, ancora una volta, sì.

Il discorso del sindaco

Sessant’anni di matrimonio sono un qualcosa di raro, di bello e di prezioso. Sono il risultato di una vita intera, fatta di amore e di impegno. Fatta di cose semplici ma vere e quotidiane come le mattine insieme a far colazione, in cucina tra i pensieri del lavoro e della famiglia, e fatta anche del bacio della buonanotte dato tutte le sere prima di spegnere la luce.
Una vita lunga, intrisa di soddisfazioni e di sorrisi ma anche di abbracci e di mani strette per farsi forza davanti ai momenti difficili e alle prove più dolorose e delicate.
Insieme, anno dopo anno, per 60 anni avete vissuto dando compimento a quello che, credo, sia il vero senso del matrimonio: affrontare mano nella mano la vita, scegliendo con fiducia il proprio sposo nel cambiamento continuo.
Amare una persona per tutta la vita, come avete fatto voi e come state facendo ancora, credo sia proprio questo.
Oggi non siete più i due ragazzi che il 1 settembre di 60 anni fa si sono promessi amore eterno. Il tempo, i figli, i nipoti, le esperienze, le incertezze, le persone, vi hanno cambiato. Ma nonostante tutto o, forse, proprio anche grazie a tutto questo, siete ancora qui. Uno accanto all’altro, come 60 anni fa. Diversi e cambiati ma sempre uniti.
Ed è questo quello che auguro a tutti noi qui presenti questa mattina. Ci auguro di vivere un amore concreto e lungo come il vostro e di scegliere e di essere scelti dalla nostra persona, tutti i giorni con la stessa vostra fiducia.
Ecco allora che a nome di tutta Concorezzo, città dove siete nati e dove avete creato la vostra famiglia, voglio farvi gli auguri per questo traguardo così importante.

60 anni matrimonio.jpeg

*/ ?>

Cronaca

60 anni matrimonio.jpeg

Angela e Adriano Brambilla, un amore lungo 60 anni

Concorezzo. Un amore lungo 60 anni nato e cresciuto a Concorezzo. E' quello fra Adriano Brambilla e Angela Sabina Verderio che il 1 settembre hanno festeggiato i 60 anni di matrimonio. Un traguardo importante che i figli hanno voluto celebrare con una cerimonia degna della grandezza dell'amore dei genitori. Ecco allora che con la complicità del Comune, i due sposi si sono promessi ancora una volta amore eterno. Una cerimonia a sopresa che si è

Botta e risposta tra il sindaco Mauro Capitanio e alcune minoranze sul tema di Asfalti Brianza. Ecco l'intervento di Mauro Capitanio:


Alla luce dei gravi interventi divulgati sui social da parte di alcune minoranze che stanno utilizzando una questione delicata per i concorezzesi come quella di Asfalti Brianza per fare propaganda politica, trovo giusto fare chiarezza semplicemente ricordando i fatti.

Il tema è quello della qualità dell’aria nei dintorni dello stabilimento produttivo che insieme alle denunce di molestie olfattive è al centro di numerose indagini. E’ bene precisare una questione fondamentale: questa azienda grazie al lavoro del Comune di Concorezzo è CHIUSA da Luglio 2020 e lavorava a regime ridotto da Novembre 2019.

Ecco i risultati principali che abbiamo ottenuto lavorando insieme a Prefettura, Procura, Regione, Provincia, Comuni limitrofi, Carabinieri e Vigili del Fuoco oltre ad enti tecnici come ATS, ATO e ARPA:
1.    A Settembre 2019 è scattato il sequestro preventivo dell’azienda in questione per gestione illecita dei rifiuti
2.    A Novembre 2019 il funzionamento dell’azienda è stato portato da 8 ore giornaliere a 4,5 ore giornaliere
3.    Da Marzo 2020 la produzione viene bloccata per le normative anti-Covid per poi riprendere a metà Aprile con orario ridotto
4.    Il 5 Luglio 2020, a fronte delle numerose segnalazioni dei cittadini e del confronto con alcuni medici, con una mia ordinanza sindacale si è imposta la chiusura immediata dell’azienda fino al 15 Luglio 2020
5.    A seguito della mia ordinanza sindacale, si è irrobustita la collaborazione con la Provincia che in data 28 Luglio 2020 ha disposto la chiusura dell’azienda fino al 30 Settembre 2020
6.    Il 29 Settembre 2020 la Provincia di Monza e Brianza ha prorogato la chiusura dell’azienda, chiusura che è ancora in essere.
7.    Il 15 Dicembre 2020 la Provincia di Monza e Brianza ha vietato all’azienda la prosecuzione dell’attività di messa in riserva e recupero rifiuti non pericolosi.
8.    Nel mese di Aprile 2021 anche grazie al parere negativo del Comune di Concorezzo è stato negato all’azienda un incremento di orari e volumi di produzione.

L’azienda, precisiamolo ancora una volta, è CHIUSA da Luglio 2020. Da Dicembre 2020 è stata anche revocata l’autorizzazione per la gestione di rifiuti.  Nel 2021 non è stata accolta la sua istanza per modifica sostanziale della sua autorizzazione che avrebbe portato un incremento dei volumi di produzione e degli orari di funzionamento.

Il Comune di Concorezzo sta continuando il suo percorso di indagine ed analisi: è stata chiesta un’ulteriore analisi della qualità dell’aria ad azienda chiusa per verificare la situazione senza l’impatto del processo produttivo.  Il Comune incontrerà a breve la Provincia di Monza e Brianza per una revisione dell’autorizzazione vigente in possesso dell’azienda e continuerà ad approfondire con tecnici del settore gli esiti consegnati da ATS, effettuando ulteriori campionamenti.
C’è la massima solidarietà e vicinanza ai cittadini che da anni denunciano questa vicenda e la massima determinazione a chiudere questo iter, continuando a lavorare seriamente e soprattutto concretamente.
Ovviamente vi terremo aggiornati sugli sviluppi. Forza Concorezzo!

*/ ?>

Politica

Asfalti Brianza, il Sindaco fa chiarezza e risponde alle minoranze

Concorezzo. Un amore lungo 60 anni nato e cresciuto a Concorezzo. E' quello fra Adriano Brambilla e Angela Sabina Verderio che il 1 settembre hanno festeggiato i 60 anni di matrimonio. Un traguardo importante che i figli hanno voluto celebrare con una cerimonia degna della grandezza dell'amore dei genitori. Ecco allora che con la complicità del Comune, i due sposi si sono promessi ancora una volta amore eterno. Una cerimonia a sopresa che si è

iene_concorezzo_novembre.jpegConcorezzo. Le Iene sono tornate, e i riflettori restano puntati su Asfalti Brianza. Ieri mattina, intorno alle 11, l'inviato della trasmissione di Italia 1, Alessandro De Giuseppe, ha portato nuovamente le telecamere in Municipio, raggiungendo il sindaco Mauro Capitanio nel suo ufficio al primo piano del palazzo comunale. Un incontro cordiale, un'intervista di circa un'ora per fare il punto della situazione dopo la chiusura e il successivo dissequestro dell'impianto che produce bitume lungo la Provinciale Milano-Imbersago al confine con Monza e Brugherio. L'intervista si è conclusa in un bar cittadino per un caffè che testimonia la volontà di collaborare anche con la trasmissione di inchiesta per il fine ultimo della tutela dei cittadini. Quello di ieri, d'altra parte, non è stato un blitz a sorpresa come quello in cui l'invito si era presentato a mezzanotte inoltrata a casa del borgomastro, ma si è trattato di una intervista pianificata. Ieri sera, in occasione del Consiglio comunale, nuova protesta dei comitati civici che chiedono comunque un intervento risolutivo sulla salubrità dell'aria.

ULTIMI AGGIORNAMENTI

Si è tenuta martedì 26 novembre, la Conferenza dei servizi relativamente la questione di Asfalti Brianza. Seduti al tavolo oltre al Comune di Concorezzo, di Monza, di Agrate e di Brugherio anche la Provincia di Monza e Brianza, i referenti di ATS, ARPA, ATO e due delegati dell’azienda Asfalti Brianza srl.

Tema dell’incontro la discussione del rinnovo dell’autorizzazione ambientale in seguito ad alcune modifiche non sostanziali richieste ad Asfalti Brianza. Atti sostanziali discussi dal tavolo sono stati quelli relativi alla sostituzione del bruciatore e le pratiche per l’installazione della nuova cappa e dei sistemi di filtraggio.

Nel corso dell’incontro è stato rilevato che non sono ancora disponibili i risultati di alcune analisi per il rilascio dell’autorizzazione. E’ stata fissata dunque una scadenza obbligatoria di 30 giorni entro cui l’azienda dovrà presentare la documentazione richiesta per la verifica da parte della Conferenza dei servizi che solo allora potrà valutare il  rilascio della certificazione unica ambientale.

La Conferenza dei Servizi è stata dunque riconvocata per il 10 gennaio nella sua forma risolutoria dato che dovrà autorizzare o meno l’autorizzazione a operare.

Il procedimento della Procura, nel frattempo, procede.

“La questione di Asfalti Brianza è una questione prioritaria ormai da mesi per il Comune di Concorezzo – ha precisato il Sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio-. Abbiamo messo in campo tutti gli strumenti amministrativi, compresa un’ordinanza di chiusura nel mese di agosto, per gestire al meglio la situazione con l’obiettivo di risolverla una volta per tutte garantendo da una parte il diritto di respirare un’aria salubre e dall’altra tenendo in considerazione anche l’aspetto occupazionale. La salute dei cittadini rimane la nostra priorità ed entro venerdì ARPA e ATS presenteranno un piano per la verifica e per le analisi che daranno una risposta definitiva in merito alla salubrità o meno dell’aria della zona dove sorge l’azienda. Nel frattempo rimane confermata l’indicazione a operare in regime ridotto negli orari notturni.

Per quanto riguarda invece il problema legato agli odori siamo allineati con il Comune di Monza, di Brugherio e di Agrate per l’attuazione della DGR 3018. Convocheremo a breve un tavolo tecnico propedeutico all’organizzazione di un’assemblea pubblica per dare formalmente il via anche alla collaborazione con alcuni cittadini volontari che avranno un ruolo attivo nella raccolta dei dati da analizzare”.

iene_concorezzo.jpeg

*/ ?>

Cronaca

iene_concorezzo_novembre.jpeg

Asfalti, le Iene di nuovo in Comune (a bere un caffè)

Concorezzo. Le Iene sono tornate, e i riflettori restano puntati su Asfalti Brianza. Ieri mattina, intorno alle 11, l'inviato della trasmissione di Italia 1, Alessandro De Giuseppe, ha portato nuovamente le telecamere in Municipio, raggiungendo il sindaco Mauro Capitanio nel suo ufficio al primo piano del palazzo comunale. Un incontro cordiale, un'intervista di circa un'ora per fare il punto della situazione dopo la chiusura e il successivo disse

farmacia_concorezzo.jpg

Concorezzo. E’ stato approvato questa settimana in Consiglio Comunale il bilancio consuntivo 2019 dell’azienda speciale Aspecon partecipata al 100% dal Comune di Concorezzo. 

L’esercizio 2019 si è chiuso con un utile netto di euro 54.208, in aumento  di circa il 14,50% rispetto al 2018 (euro  47.274). 

Il Comune di Concorezzo ha introitato 45mila euro di utili rispetto al totale a disposizione. L’Amministrazione comunale ha infatti deciso di destinare 9mila euro ad Aspecon come sostegno per i servizi in programma per il prossimo anno. Nello specifico sono aumentate le visite specialistiche (sono state 1842) rispetto all’anno precedente (1620) nonostante le prestazioni di allergologia siano cessate. 

Il servizio di prenotazioni (CUP) resta sempre molto utilizzato dai concorezzesi. Nel 2019 sono state 1821 le accettazioni totali contro le 1317 del 2018. 

“Aspecon rappresenta per Concorezzo una realtà fondamentale per la gestione delle questioni sanitarie dei cittadini- ha commentato il Sindaco Mauro Capitanio-. Oltre alla farmacia comunale di via De Giorgi i concorezzesi hanno dimostrato di apprezzare sempre più il centro medico con il servizio di infermeria e di medicina specialistica. In un momento come questo, in cui abbiamo avuto prova dell’importanza dei presidi territoriali di medicina, Aspecon assume un ruolo ancora più importante soprattutto in prospettiva futura”. 

“I 45mila euro di utili ricavati da Aspecon verranno utilizzati dal Comune per le attività dei servizi sociali, in particolare per quelle relative al sostegno delle famiglie in difficoltà soprattutto in questo momento così difficile dovuto alla crisi economica post pandemia – ha precisato l’assessore al Bilancio Riccardo Mazzieri- Non tutti i Comuni hanno la fortuna di essere soci di un’azienda così meritoria e produttiva come Aspecon. Un’azienda in grado non solo di fornire servizi di alta qualità ai cittadini ma di produrre anche utili che, a loro volta, vengono investiti proprio in servizi per le fasce più deboli della cittadinanza. Un grazie al direttivo, al Presidente Marco Bramati e ai dipendenti che lavorano con estrema professionalità raggiungendo risultati importanti. Infine un in bocca al lupo al nuovo direttore d'azienda Camilla Beretta e al nuovo Direttore di Farmacia dott. Stefano Limonta”. 

“I progetti su cui stiamo lavorando per un miglioramento continuo dei servizi sono diversi – ha spiegato il presidente di Aspecon Marco Bramati-. L’obiettivo principale rimane quello di ampliare il numero dei medici di base e di specialisti che ricevono nel nostro centro medico. Stiamo pensando in particolare di coinvolgere nuove figure specialistiche (esempio pneumologo, endocrinologo, etc), oltre ritornare a erogare prestazioni di ginecologia, allergologia, logopedia, e di un nutrizionista, figure già presenti in precedenza nel nostro centro. Continuerà anche per il 2021 l’iniziativa del pacco bebè che abbiamo lanciato in questi mesi di pandemia grazie al sostegno dei volontari della Protezione Civile che hanno consegnato direttamente a casa delle famiglie con un bambino nato nel 2020 il kit offerto da Aspecon con una serie di prodotti utili per l’igiene dei neonati. In questi primi mesi abbiamo già distribuito oltre 50 pacchi. Abbiamo inoltre anticipato l’orario di apertura della farmacia alle 8 così da andare incontro alle richieste della cittadinanza. La scelta fatta negli anni precedenti, e riconfermata per il futuro, è stata quella di privilegiare, rispetto al mero obiettivo economico, l’erogazione di servizi sanitari alla cittadinanza,  a prezzi competitivi, fruibili sul territorio in modalità semplice e con tempi ridotti”.

*/ ?>

Cronaca

farmacia_concorezzo.jpg

Aspecon, 2019 al top: utili +14,5%

Concorezzo. E’ stato approvato questa settimana in Consiglio Comunale il bilancio consuntivo 2019 dell’azienda speciale Aspecon partecipata al 100% dal Comune di Concorezzo.  L’esercizio 2019 si è chiuso con un utile netto di euro 54.208, in aumento  di circa il 14,50% rispetto al 2018 (euro  47.274).  Il Comune di Concorezzo ha introitato 45mila euro di utili rispetto al totale a disposizione. L’Amministrazione c

bici_elettrica.jpgConcorezzo. Buoni spesa fino a 150 euro per acquistare una bici elettrica e contribuire alla mobilità sostenibile. Nell’ambito delle iniziative a sostegno per l’acquisto delle biciclette elettriche il Sindaco Mauro Capitanio ha voluto precisare che, in attesa di eventuali contributi governativi, è ancora aperto il fondo comunale creato ad hoc.

“Sono giunte alcune richieste da parte dei cittadini e precisiamo che il Comune di Concorezzo non ha le caratteristiche per poter accedere al bonus governativo per l’acquisto delle biciclette elettriche in quanto questo contributo statale è riservato ai Comuni con più di 50mila abitanti. 
Ricordo però che in modo autonomo abbiamo da tempo offerto ai cittadini la possibilità di ottenere un sostegno per l’acquisto di biciclette elettriche. Il contributo comunale previsto è pari a 100 euro per i richiedenti fino a 65 anni di età e di 150 euro per i richiedenti con più di 65 anni.
Si tratta di un aiuto che abbiamo voluto garantire alle persone che decidono di investire in mobilità elettrica”.

Possono accedere al contributo tutti i cittadini residenti nel comune di Concorezzo con età superiore a 14 anni interessati all’acquisto di una bicicletta elettrica a pedalata assistita.
Le domande di contributo saranno esaminate secondo criteri cronologici di presentazione al Protocollo Generale e soddisfatte fino a esaurimento dei fondi stanziati.
*/ ?>

Politica

bici_elettrica.jpg

Bici elettrica? Il Comune ti dà 150 euro

Concorezzo. Buoni spesa fino a 150 euro per acquistare una bici elettrica e contribuire alla mobilità sostenibile. Nell’ambito delle iniziative a sostegno per l’acquisto delle biciclette elettriche il Sindaco Mauro Capitanio ha voluto precisare che, in attesa di eventuali contributi governativi, è ancora aperto il fondo comunale creato ad hoc. “Sono giunte alcune richieste da parte dei cittadini e precisiamo che il Comune di Concore

stefano_paleari.jpgConcorezzo. Anche il professor Stefano Paleari, già presidente della Conferenza dei Rettori delle Università italiane ed ex commissario Alitalia, darà il proprio supporto ai progetti che faranno di Concorezzo un "Borgo del futuro". Il sindaco Mauro Capitanio ha annunciato che è stato siglato "un accordo di collaborazione con l'Università di Bergamo nel quadro del programma Smarter Italy - Borghi del Futuro. Crediamo in modo convinto in questa grandissima opportunità per Concorezzo e stiamo creando una rete di collaborazioni di altissimo livello per garantire il successo di questa iniziativa. Grazie a questo accordo potremo avvalerci di collaborazioni per studi e ricerche tecnico-scientifiche, partecipare a programmi di ricerca nazionali e internazionali e permettere lo svolgimento di tesi, progetti ed elaborati di laurea in ambiente urbano. Ringrazio il Rettore Remo Morzenti e i Professori Stefano Paleari e Paolo Malighetti per aver creduto in questo progetto che vede l'innovazione e gli studenti come pilastro per l'evoluzione della nostra Concorezzo.

Paleari, concorezzese doc, tuttora residente in paese, è nato a Milano il 24 gennaio 1965. Professore di Analisi dei Sistemi Finanziari e Public Management presso Università degli Studi di Bergamo, è divenuto rettore della stessa Università (il più giovane rettore d'Italia) ed è stato Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università italiane. È stato Commissario Straordinario di Alitalia dal 2 maggio 2017 al 6 dicembre 2019.

Leggi anche

Saper fare: Paleari, Magni, Bonati e Fumagalli si raccontano

Alitalia "vola" con il commissario concorezzese Paleari

I battiti della mente: Stefano Paleari presenta il suo libro

A Stefano Paleari la prestigiosa "Rosa Camuna" della Regione

 

 
*/ ?>

Cultura

stefano_paleari.jpg

Borgo del futuro, in campo anche Paleari

Concorezzo. Anche il professor Stefano Paleari, già presidente della Conferenza dei Rettori delle Università italiane ed ex commissario Alitalia, darà il proprio supporto ai progetti che faranno di Concorezzo un "Borgo del futuro". Il sindaco Mauro Capitanio ha annunciato che è stato siglato "un accordo di collaborazione con l'Università di Bergamo nel quadro del programma Smarter Italy - Borghi del Futuro. Crediamo in modo convint

mauro_capitanio_tw.jpegConcorezzoUn nuovo orario di apertura degli uffici per rendere il Comune sempre più accessibile e aperto. E’ quello che sarà in vigore a partire da lunedì 23 gennaio al Comune di Concorezzo. L’Amministrazione comunale, infatti, ha definito delle fasce orarie di apertura al pubblico coordinata di tutti gli uffici. Il martedì mattina, giorno di mercato, e il venerdì mattina dalle 8.30 alle 12.30 tutti gli uffici comunali saranno, infatti, aperti al pubblico in maniera trasversale mentre per il resto della settimana ogni ufficio seguirà la consueta apertura stabilita.

I nuovi orari, in vigore da lunedì 23 gennaio, sono pubblicati sul sito.

Una decisione assunta dalla Giunta con l’obiettivo di rendere l’accesso agli uffici più semplice e veloce. Questa nuova organizzazione va di pari passo con il grande lavoro di digitalizzazione che sta coinvolgendo il Comune di Concorezzo con servizi online attivi h24 come, ad esempio, l’Anagrafe e lo Sportello dell’edilizia-attività produttive.

“Abbiamo deciso di riorganizzare completamente gli orari di apertura al pubblico degli uffici per rendere il nostro Comune sempre più accessibile- ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio-. Nello specifico, abbiamo garantito una fascia trasversale di apertura il martedì mattina e il venerdì mattina. Si tratta di un cambiamento importante che, siamo certi, verrà apprezzato dai concorezzesi.

Oltre all’ottimizzazione degli orari di apertura al pubblico, stiamo facendo un grande lavoro anche per l’implementazione dei servizi online, in particolare per quanto riguarda l’Anagrafe e lo Sportello per l’edilizia-attività produttive. Rendere sempre più accessibile il Comune è un obiettivo fondamentale che ci siamo dati a inizio mandato e che stiamo ottenendo non solo grazie a un lavoro di programmazione ma anche grazie all’impegno e alla disponibilità di tutti i lavoratori del Comune”.

*/ ?>

Politica

mauro_capitanio_tw.jpeg

C'è il mercato? Il Comune apre tutti gli uffici al pubblico

Concorezzo. Un nuovo orario di apertura degli uffici per rendere il Comune sempre più accessibile e aperto. E’ quello che sarà in vigore a partire da lunedì 23 gennaio al Comune di Concorezzo. L’Amministrazione comunale, infatti, ha definito delle fasce orarie di apertura al pubblico coordinata di tutti gli uffici. Il martedì mattina, giorno di mercato, e il venerdì mattina dalle 8.30 alle 12.30 tutti gli uffici comunali saranno, in

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.24.jpegConcorezzo. Mauro Capitanio, 50 anni da festeggiare domani, 12 giugno, è stato confermato sindaco di Concorezzo. Un successo personale e di coalizione che, con 4293 preferenze, gli ha consentito di raggiungere un ampio 54,2%, quasi 10 punti percentuali in più rispetto al contendente Marco Parolini, fermatosi al 45,8%, a oltre 600 voti di distanza.

Una partita non facile dato l'ampio rassembramento degli sfidanti che, dal PD alla Rondine passando per due civiche centriste, avevano cercato di amalgamare sensibilità estremamente diverse che andavano dai sostenitori della Salis fino al parroco don Angelo Puricelli (a questo proposito ha fatto scalpore la dura riflessione dell'ex candidato sindaco del centrosinistra, Massimo Canclini).

Ribaltando la situazione fotografata alle Europee (Concorezzo, Europee: bene FdI, PD, FI e Salis), Capitanio ha vinto trainato soprattutto dalla Lega, primo partito in città con il 18%, e dalla straordinaria sorpresa della Civica Capitanio "Passione e competenza", che oltre ogni più rosea aspettativa ha ottenuto da sola il 15,5% dei consensi, affermandosi come terza forza in assoluto. Fratelli d'Italia ha ottenuto il 13.3%, Forza Italia il 10%.

A spoglio finito la cordiale stretta di mano tra Parolini e Capitanio. Poi via alla festa prima nei seggi di via Lazzaretto, poi in piazza della Pace e infine in un locale brianzolo.

A convincere gli elettori a confermare Mauro Capitanio sono stati alcuni elementi fondamentali, oltre al peso delle persone messe in campo: la gestione del Covid, il progetto della nuova scuola di via Ozanam, la riqualificazione e la creazione ex novo di strutture sportive, la gestione del bilancio e l'ampia offerta culturale e sociale, con il coinvolgimento di tutte le associazioni del territorio.

La parte del leone a sinistra l'ha fatta come prevedibile La Rondine con il 16,1%, il PD si è fermato al 12,6%, Vivi ha ottenuto l'8,5%, dietro la lista dell'ex sindaco Alberto Bernareggi e di Elisabetta Soglio, sostenuta da alcuni dirigenti della Concorezzese calcio, che ha sfiorato l'8% con 602 voti.

A livello di preferenze personali spiccano Chiara Colombini (133), Sonia Ferrario (84), Marzia Bramati (150), Francesco Facciuto (284), Walter Magni (83), Gabriele Borgonovo (201), Laura della Bosca (138), Angela Cantù (113).

TUTTE LE PREFERENZE 

 

Il nuovo Consiglio sarà composto così:

Lega 3 consiglieri

Lista Capitanio 3 consiglieri

Fratelli d'Italia 2 consiglieri

Forza Italia 2 consiglieri

Per l'opposizione entrerà in Consiglio Marco Parolini insieme ad altri cinque consiglieri, due della Rondine, uno ciascuno per le altre tre liste.

WhatsApp Image 2024-06-10 at 17.58.55.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 18.23.21.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.19.43.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.25.jpeg

*/ ?>

Politica

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.24.jpeg

Capitanio si ripete, exploit di Lega e Civica

Concorezzo. Mauro Capitanio, 50 anni da festeggiare domani, 12 giugno, è stato confermato sindaco di Concorezzo. Un successo personale e di coalizione che, con 4293 preferenze, gli ha consentito di raggiungere un ampio 54,2%, quasi 10 punti percentuali in più rispetto al contendente Marco Parolini, fermatosi al 45,8%, a oltre 600 voti di distanza. Una partita non facile dato l'ampio rassembramento degli sfidanti che, dal PD alla Rondine passan

WhatsApp Image 2024-05-14 at 08.07.34.jpegConcorezzo. Dici Colnago e ti scorre davanti agli occhi e nella mente la storia del ciclismo italiano e mondiale. Da sabato, Ernesto Colnago, classe 1932, 92 anni compiuti a febbraio, è cittadino onorario di Concorezzo. A consegnargli idealmente le chiavi della città è stato il sindaco Mauro Capitanio al termine della cerimonia fortemente voluta da Brianza D'Epoca, l'associazione presieduta da Fausto Pella e che in città ha aperto le porte di un suggestivo museo in via Petrarca. All'evento hanno collaborato anche Casc e Archivio Storico, presenti con i presidenti Fabio Calloni e Stefano Meregalli.

Una cerimonia di altissimo valore sportivo (VIDEO TGR RAI/RAI SPORT) a cui hanno preso parte leggende del ciclismo come Gianbattista Baronchelli (Giro d'Italia e Tour de l'Avenir  da dilettante, medaglia d'argento ai mondiali di Sallanches, due Giri di Lombardia, due Giri del Piemonte, sei Giri dell'Appennino consecutivi e cinque tappe al Giro d'Italia, 94 vittorie da professionista) e Milena Morena Tartagni (ai campionati del mondo su strada si aggiudicò tre medaglie, due argenti e un bronzo; vinse inoltre dieci titoli nazionali, due su strada e otto su pista). Non ha voluto mancare il vicepresidente della Federazione ciclistica italiana, Ruggero Cazzaniga.

La cittadinanza onoraria a Colnago è arrivata al termine di una giornata interamente dedicata al ciclismo, con l'intitolazione di due piste ciclopedonali (lungo la Sp2 Monza-Trezzo e in via San Rainaldo) ad Antonio Mondonico e Gino Scotti, concorezzesi che hanno scritto pagine straordinarie del ciclismo nella costruzione di biciclette e nella direzione delle gare e nel coltivare i sogni dei più giovani.

E' proprio il legame di Colnago con Mondonico e Scotti a portarlo a Concorezzo, dove vestì anche la maglia della società ciclistica Aurora.

Dopodiché, con intuito raro e dedizione brianzola, Colnago spiccò il volo.

25 Giri d’Italia e 24 Tour de France in qualità di meccanico (lo "scoprì" Fiorenzo Magni) al servizio dei migliori professionisti. Con le bici Colnago hanno corso e vinto più di 250 team, 6.000 corridori totalizzando oltre 7.000 vittorie, 61 titoli mondiali, 11 olimpici, 18 Coppe del mondo e 22 grandi Giri. Nel 1972 arriva la bici superleggera, pesa appena 5,5 kg, che segna un’epoca con il record dell’ora di Eddy Merckx a Città del Messico, record che circa venti anni dopo verrà portato a 55,291 km/h dallo svizzero Tony Rominger. Nel 1969 introdusse le congiunzioni microfuse, molto più resistenti di quelle fino ad allora esistenti.

Nel 1970 dopo la vittoria di Michele Dancelli a Sanremo, su consiglio dell'amico giornalista Bruno Raschi, comparve sui telai costruiti a Cambiago il celebre marchio, l'asso di fiori, conosciuto oggi in tutto il mondo. Con le biciclette Colnago hanno corso tantissimi campioni, quali ad esempio Eddy MerckxFreddy MaertensGiuseppe SaronniFranco BalleriniPaolo Bettini e Tadej Pogačar, che hanno regalato al costruttore successi in tutte le gare più prestigiose del calendario internazionale[, inclusi due record dell'ora, con Eddy Merckx nel 1972 e Tony Rominger nel 1994.

Molte innovazioni tecnologiche sono state introdotte da Ernesto Colnago, prima su tutte la fibra di carbonio nel mondo delle competizioni, anche grazie a collaborazioni di prestigio come quella che ha legato per decenni il costruttore di Cambiago alla Ferrari.

Prima di congedarsi, Colnago ha firmato il libro d'onore della città di Concorezzo e autografato magliette e biciclette, rigorosamente Colnago.

Leggi anche

Bici d'epoca, il fascino di un museo sotto casa

Addio a Mondonico, mago e maestro delle biciclette

Concorezzo, nuova sede per il museo delle bici

Bici Colnago, il mito in mostra in autodromo

Addio a Gino Scotti, il profeta gentile del ciclismo

 

WhatsApp Image 2024-05-14 at 08.07.34 (2).jpeg

WhatsApp Image 2024-05-14 at 08.07.34 (1).jpeg

WhatsApp Image 2024-05-14 at 08.06.04.jpeg

 

*/ ?>

Sport

WhatsApp Image 2024-05-14 at 08.07.34.jpeg

Colnago, leggenda vivente, cittadino onorario di Concorezzo

Concorezzo. Dici Colnago e ti scorre davanti agli occhi e nella mente la storia del ciclismo italiano e mondiale. Da sabato, Ernesto Colnago, classe 1932, 92 anni compiuti a febbraio, è cittadino onorario di Concorezzo. A consegnargli idealmente le chiavi della città è stato il sindaco Mauro Capitanio al termine della cerimonia fortemente voluta da Brianza D'Epoca, l'associazione presieduta da Fausto Pella e che in città ha aperto le porte di

giunta1.jpgConcorezzo. Con oggi si chiude ufficialmente la crisi-lampo che ha toccato la maggioranza di centrodestra. In questi minuti, infatti, è prevista la firma per la restituzione delle deleghe da parte del sindaco Riccardo Borgonovo al vicesindaco Micaela Zaninelli e all'assessore all'Urbanistica Fabio Ghezzi,dimessisi per alcuni contrasti sulle volumetrie del cosidetto comparto 8. Tornerà al suo posto anche il Presidente del Consiglio comunale, Mauro Capitanio, che dovrà essere rivotato dal parlamentino concorezzese in occasione della prossima seduta. 

Nei giorni scorsi, con il coinvolgimento dei vertici regionali e provinciali di Forza Italia e Lega Nord, il centrodestra aveva trovato l'accordo per modificare il progetto che vedrà la costruzione di case, negozi e uffici su una superficie di 20.000 metri quadrati tra via Dante e via Volta, al confine con Vimercate. Accolte le richieste di ridimensionare il residenziale avanzate dal Carroccio, la crisi si è sbloccata. Contestualmente il sindaco Borgonovo ha anche incassato l'appoggio della Lega Brianzola (leggi) alla sua candidatura alla presidenza della Provincia di Monza e Brianza.

giunta2.jpg

*/ ?>

Politica

giunta1.jpg

Comune, risolta la crisi di maggioranza

Concorezzo. Con oggi si chiude ufficialmente la crisi-lampo che ha toccato la maggioranza di centrodestra. In questi minuti, infatti, è prevista la firma per la restituzione delle deleghe da parte del sindaco Riccardo Borgonovo al vicesindaco Micaela Zaninelli e all'assessore all'Urbanistica Fabio Ghezzi, dimessisi per alcuni contrasti sulle volumetrie del cosidetto comparto 8. Tornerà al suo posto anche il Presidente del Consiglio

Concorezzo_pulita.jpegConcorezzo. Con il reddito di cittadinanza la città sarà più pulita. Dal prossimo lunedì alcuni cittadini percettori del sostegno economico dello Stato aiuteranno l'Amministrazione comunale a ripulire la città. "Concorezzo pulita" è infatti il nome del progetto promosso dall'Assessorato competente e dall'ufficio Ecologia. Il reddito di cittadinanza varia in base al reddito e alla composizione famigliare e varia da 6000 fino a 13.200 euro all'anno per le famiglie più numerose.

A Concorezzo sono oltre 80 le famiglie che percepiscono il reddito di cittadinanza: alcuni sono cittadini single, altri nuclei compositi.

"Il progetto vede il coinvolgimento dei cittadini percettori di reddito di cittadinanza per garantire le micro-pulizie nelle nostre strade - spiega il sindaco leghista, Mauro Capitanio - Ovviamente non può mancare l'appello a tutti i concorezzesi a non abbandonare rifiuti per la strada, a rispettare la raccolta differenziata e ad utilizzare l'isola ecologica (che è gratuita!). tiamo inoltre prevedendo un regolamento ad hoc per permettere anche il coinvolgimento di volontari e l'avvio di progetti di plogging. Impegniamoci tutti per una Concorezzo più pulita. Ringrazio Assessorato e Ufficio Ecologia per questo bel progetto.

I NUMERI DEL REDDITO DI CITTADINANZA

Per quanto riguarda la distribuzione geografica, su oltre un milione di famiglie percettrici di RDC, 673.343 sono residenti al Sud, oltre i due terzi del totale. Al Nord percepiscono il sussidio 192.880 famiglie, al Centro 143,735. La sola Campania con 229.024 famiglie con il reddito supera largamente i nuclei percettori dell’intero Nord del Paese con quasi un quarto dei sussidi totali e un importo medio di 628,89 euro.Introdotto con decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4 come misura di contrasto alla povertà,  il Reddito di Cittadinanza è un sostegno economico finalizzato al reinserimento nel mondo del lavoro e all’inclusione sociale. Qualora tutti i componenti del nucleo familiare abbiano età pari o superiore a 67 anni, oppure se nel nucleo familiare sono presenti anche persone di età inferiore a 67 anni in condizione di disabilità grave o non autosufficienza, assume la denominazione di Pensione di Cittadinanza (PdC). A fine dicembre Aumenta i beneficiari del Reddito o della Pensione di Cittadinanza erano complessivamente 1,2 milioni di nuclei familiari per un totale di 2,8 milioni di persone. I nuclei beneficiari senza minori rappresentano il 61% del totale, mentre il 74% dei nuclei presenta al massimo tre componenti. L’importo medio mensile è stato di 524 euro.

COME SI CALCOLA

Come si calcola il Reddito di Cittadinanza

Il beneficio economico si compone di due parti:

* una integra il reddito familiare fino alla soglia di 6.000 euro moltiplicati per la scala di equivalenza (7.560 euro per la Pensione di cittadinanza),

* l’altra, destinata solo a chi è in affitto, incrementa il beneficio di un ammontare annuo pari al canone di locazione fino ad un massimo di 3.360 euro (1.800 euro per la Pensione di cittadinanza). È prevista anche una integrazione per famiglie proprietarie della casa di abitazione, laddove sia stato acceso un mutuo: in questo caso l’integrazione, pari al massimo alla rata del mutuo, non può superare 1.800 euro.

L’importo complessivo, sommate le due componenti, non può comunque superare i 9.360 euro annui (780 euro mensili), moltiplicati per la scala di equivalenza e ridotti per il valore del reddito familiare.

Come si calcola l’integrazione del reddito familiare

L’importo effettivamente erogato dipende dagli altri trattamenti assistenziali e dai redditi eventualmente percepiti dalla famiglia. Il nucleo familiare ha quindi diritto al beneficio massimo solo nel caso in cui non percepisca trattamenti assistenziali e altri redditi rilevati nell’ISEE.

La scala di equivalenza è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è incrementata di 0,4 per ogni ulteriore componente di età maggiore di anni 18 e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1, elevato a 2,2 in presenza di componenti in condizione di disabilità grave o non autosufficienza.

*/ ?>

Cronaca

Concorezzo_pulita.jpeg

Con il reddito di cittadinanza si pulisce la città

Concorezzo. Con il reddito di cittadinanza la città sarà più pulita. Dal prossimo lunedì alcuni cittadini percettori del sostegno economico dello Stato aiuteranno l'Amministrazione comunale a ripulire la città. "Concorezzo pulita" è infatti il nome del progetto promosso dall'Assessorato competente e dall'ufficio Ecologia. Il reddito di cittadinanza varia in base al reddito e alla composizione famigliare e varia da 6000 fino a 13.200 euro al

cestini_mc_concorezzo.jpgConcorezzo. Una città più pulita, confidando anche nel senso civico e nell'educazione dei cittadini. Grazie ad un'iniziativa promossa dal Comune di

Concorezzo e McDonald's, sono stati installati alcuni cestini nelle vie adiacenti al fast food, posto lungo la Provinciale Monza-Trezzo, con l'obiettivo di far crescere il senso civico.

“E’ un'iniziativa a livello nazionale organizzata da McDonald's per sensibilizzare la raccolta differenziata. Sono quattro i cestini nelle vie limitrofe al ristorante e tre all’interno - spiega a Concorezzo.org Antonio Scanferlato direttore del fast food - All’interno di McDonald’s la raccolta differenziata viene rispettata da buona parte della clientela grazie anche agli operatori presenti in sala e ciò è confermato dal fatto che non sono mai giunti richiami da autorità superiori”.

Il direttore ci ricorda anche come sia diminuito il consumo di plastica all’interno del ristorante, dove questa viene utilizzata esclusivamente per coprire le bevande e per le bottigliette d’acqua: vaschette, posate e bicchieri sono fatti in carta.

Infine ad ottobre McDonald’s anche il altri Comuni della Brianza (di recente è stato inaugurato un nuovo store a Biassono) organizzerà una raccolta rifiuti insieme al personale MC affinché le città siano ancora più pulite.

Nella foto il direttore Scanferlato insieme al sindaco Mauro Capitanio e all'assessore al Territorio, Silvia Pilati

*/ ?>

Cultura

cestini_mc_concorezzo.jpg

Concorezzo e McDonald's alleati per una città più pulita

Concorezzo. Una città più pulita, confidando anche nel senso civico e nell'educazione dei cittadini. Grazie ad un'iniziativa promossa dal Comune di Concorezzo e McDonald's, sono stati installati alcuni cestini nelle vie adiacenti al fast food, posto lungo la Provinciale Monza-Trezzo, con l'obiettivo di far crescere il senso civico. “E’ un'iniziativa a livello nazionale organizzata da McDonald's per sensibilizzare la raccolta dif

Concorezzo. 300 positivi, 53 in sorveglianza attiva. Tra ottobre e novembre 5 decessi, con una media di 15 positivi al giorno a novembre. 139 le persone che si sono "negativizzate" tra ottobre e novembre. Sono questi i numeri forniti ieri sera dal sindaco Mauro Capitanio, tornato a fare dirette Facebook dopo il periodo di quarantena a cui si era sottoposto dopo un contatto diretto con un cittadino positivo. Va meglio il trend della quarantena anche a scuola: ferma una classe di via Ozanam, una di via 25 Aprile, una del plesso Leonardo da Vinci e una delle elementari di via Marconi. Numeri che invitano a rispettare le regole prescritte a livello regionale e nazionale ma che sono in linea con un trend nazionale timidamente in calo.

Intanto sulla pagina Facebook del  vengono pubblicati periodicamente dei chiarimenti sui comportamenti da adottare

QUI E' POSSIBILE SEGUIRE L'INTERVENTO INTEGRALE

Leggi anche

Un Covid Hotel anche a Concorezzo?

La spesa la portano gli Alpini

Tamponi rapidi a 15 euro: a Concorezzo funziona

mauro_capitanio_ticket.jpg

*/ ?>

Cronaca

mauro_capitanio_ticket.jpg

Concorezzo, 15 nuovi contagiati al giorno

Concorezzo. 300 positivi, 53 in sorveglianza attiva. Tra ottobre e novembre 5 decessi, con una media di 15 positivi al giorno a novembre. 139 le persone che si sono "negativizzate" tra ottobre e novembre. Sono questi i numeri forniti ieri sera dal sindaco Mauro Capitanio, tornato a fare dirette Facebook dopo il periodo di quarantena a cui si era sottoposto dopo un contatto diretto con un cittadino positivo. Va meglio il trend della quaranten

servizi_sociali_concorezzo_covid.jpg

Concorezzo. Dopo il drammatico bilancio dei decessi registrati nel mese di marzo (Il triste bilancio di Concorezzo: 27 defunti nel mese di marzo), finalmente una buona notizia. La città riabbraccia i primi due cittadini guariti ufficialmente dal Covid-19. Si tratta di un uomo di 45 anni e di un altro cittadino di 50 anni che hanno prima accusato i sintomi, poi sono stati ricoverati in ospedale, quindi il graduale ritorno a casa e ora la parola attesa come una nuova vita: guarigione e libertà riconquistata.

State in casa. Non cambia la linea di massimo rigore condivisa dalle istituzioni nazionali, regionali e locali. Il sindaco Mauro Capitanio ripete l'invito a rimanere a casa, a uscire una volta alla settimana a fare la spesa, a non superare i 200 metri per il giro fuori da casa, ma senza bambini e senza alcun tipo di attività sportiva.

Individuate le prime 200 famiglie destinatarie di buono spesa. Sono state individuate dai Servizi sociali le prime 200 famiglie destinatarie dei buoni spesa stanziati dal Comune con un fondo da 120.000 euro alimentato da 80.000 di contributi statali e altri 40.000 di fondi comunali (clicca qui per le modalità di accesso). "Un personale ringraziamento all'Ufficio Servizi Sociali, che, soprattutto in questi giorni, sta facendo sforzi straordinari", tiene a sottolineare l'assessore Walter Magni.

Controlli da parte della Finanza. Nelle scorse ore la Guardia di Finanza di Monza e Brianza ha effettuato alcune verifiche in alcune farmacie dopo la segnalazione di alcuni cittadini che avevano lamentato prezzi alti per le mascherine e prodotti senza marchio CE. Non sono state riscontrate anomalie. Si ricorda che in questo periodo è consentita la vendita di prodotti di protezione senza marchio CE, che le mascherine possono essere vendute anche singolarmente. Altre segnalazioni su presunti rincari (fino al 200%) su alcuni prodotti, ad esempio la farina, sarebbero al vaglio delle autorità.

*/ ?>

Cronaca

servizi_sociali_concorezzo_covid.jpg

Concorezzo, due cittadini hanno sconfitto il Covid-19

Concorezzo. Dopo il drammatico bilancio dei decessi registrati nel mese di marzo (Il triste bilancio di Concorezzo: 27 defunti nel mese di marzo), finalmente una buona notizia. La città riabbraccia i primi due cittadini guariti ufficialmente dal Covid-19. Si tratta di un uomo di 45 anni e di un altro cittadino di 50 anni che hanno prima accusato i sintomi, poi sono stati ricoverati in ospedale, quindi il graduale ritorno a casa e ora la parola

Concorezzo. Imprenditori concorezzesi e Comune in visita a Bruxelles. Si è conclusa con un grande successo la due giorni europea delle imprese locali concorezzesi organizzata dal Comune in collaborazione con l'eurodeputato Marco Zanni. A guidare la delegazionen alla vista al Parlamento Europeo e agli incontri operativi e istituzionali, il sindaco Mauro Capitanio e l'assessore Walter Magni. 

Nel programma del 28 e 29 marzo, degli incontri mirati al Parlamento Europeo con i funzionari UE e con l’europarlamentare Marco Zanni per approfondire le opportunità legate ai fondi e ai bandi disponibili per le imprese.

Obiettivo della missione anche quello di potenziare la rete fra le aziende del territorio, fortificando il settore imprenditoriale concorezzese a beneficio dell’intera economia locale.

La visita del 28 e 29 marzo fa seguito al convegno di ottobre 2022 in Villa Zoia dal titolo dal titolo “Europa e Territorio, fondi e opportunità per le imprese brianzole” a cui avevano preso parte oltre quaranta imprenditori locali.

 “La missione a Bruxelles è stata senza dubbio molto positiva- ha commentato il sindaco Mauro Capitanio-. Oltre alle riunioni in Parlamento, abbiamo infatti partecipato a degli incontri operativi anche nella sede di Regione Lombardia a Bruxelles, in cui i nostri imprenditori hanno potuto stringere contatti utili per approfondire le opportunità presenti nell’ambito di bandi. Non solo. Questi due giorni hanno permesso ai nostri imprenditori di fare rete tra di loro. Si tratta, evidentemente, di un aspetto fondamentale per potenziare l’imprenditoria locale in un’ottica di sviluppo territoriale a beneficio dell’intera comunità. Ricordiamo, infatti, che le imprese concorezzesi rappresentano un’opportunità importante di impiego per tanti nostri concittadini e ci garantiscono un posto d’onore nel panorama economico regionale.

 Si tratta di un aspetto da non sottovalutare e che rappresenta una peculiarità importante di Concorezzo, che può vantare decine di piccole e medie imprese con una storia e una tradizione ben consolidata, ma anche realtà ben più grandi che sono nate e cresciute a Concorezzo o che hanno scelto di trasferirsi proprio nel nostro territorio, trovando un terreno fertile per il loro sviluppo. Come Amministrazione comunale per sostenere le nostre aziende, riteniamo dunque nostro dovere ma anche un onore, mettere in campo azioni e iniziative come questa della visita a Bruxelles.

 Il lavoro, in questo ambito, non si conclude, con questa missione europea. Stiamo già programmando ulteriori azioni concrete e mirate per agevolare i contatti delle nostre aziende, anche con Regione Lombardia, per poter cogliere le opportunità legate ai bandi e allo sviluppo di rete anche in ambito di collaborazioni universitarie.

Un grazie all’onorevole Zanni per l’accoglienza e per avere supportato il Comune in questa iniziativa così importante per la nostra città”.

 

L’intervento dell’Eurodeputato Marco Zanni

“È stato un piacere ospitare un gruppo di imprenditori del Comune di Concorezzo, accompagnanti dal sindaco Mauro Capitanio- ha commentato l’Eurodeputato Marco Zanni-. Dopo aver visitato i palazzi delle istituzioni europee, ci siamo confrontati sulle opportunità di crescita che il territorio deve cogliere attraverso gli strumenti del bilancio europeo. Sono stati dei giorni intensi e produttivi, che ci hanno consentito di consolidare il rapporto tra le realtà locali e il mondo delle istituzioni europee”.

 

Nutriscore, la polenta di Concorezzo a Bruxelles

Il sindaco Mauro Capitanio, in occasione della visita a Bruxelles è intervenuto anche su una questione che coinvolge in particolare le specificità regionali.

 “Se a Bruxelles uno dei temi caldi è quello del nutriscore – ha sottolineato il sindaco Capitanio- come Comune per sottolineare l’importanza, invece, del kilometro zero e dell’attenzione alla filiera alimentare e alla specificità locali, abbiamo voluto portare un prodotto tanto buono quanto a km 0 come Nostrana, la polenta di Concorezzo. Un segno della necessità di non uniformare la questione alimentare penalizzando le nostre preziose DOC, DOP e IGP”.

 

delegazione concorezzo bruxelles (3).jpeg

delegazione concorezzo bruxelles polenta.jpeg

delegazione concorezzo bruxelles.jpeg

delegazione concorezzo bruxelles (2).jpeg

 

*/ ?>

Cronaca

delegazione concorezzo bruxelles (3).jpeg

Concorezzo, imprenditori locali in missione a Bruxelles con il Comune e Marco Zanni

Concorezzo. Imprenditori concorezzesi e Comune in visita a Bruxelles. Si è conclusa con un grande successo la due giorni europea delle imprese locali concorezzesi organizzata dal Comune in collaborazione con l'eurodeputato Marco Zanni. A guidare la delegazionen alla vista al Parlamento Europeo e agli incontri operativi e istituzionali, il sindaco Mauro Capitanio e l'assessore Walter Magni.  Nel programma del 28 e 29 marzo, degli incontri

cleaning_managment_concorezzo.jpg

Concorezzo. Il maledetto Covid-19 ha fatto salire a 10 i decessi in città. E' questo il dato comunicato dal sindaco Mauro Capitanio in base ai dati forniti da Ats e Prefettura di Monza. Sono 62 i concorezzesi positivi al coronavirus, e di questi cinquanta sono ricoverati in ospedale, mentre una decina stanno passando la degenza a casa, sotto il monitoraggio della nuova Unità speciale di continuità assistenziale Usca (leggi). Altri 60 cittadini sono in stato di sorveglianza attiva.

Le polemiche sulle mascherine. Durissima la reprimenda del primo cittadino contro alcuni concorezzesi che hanno polemizzato sui social sulla distribuzione (gratuita e volontaria) delle mascherine prodotte dalla Protezione civile e da alcuni commercianti, artigiani e cittadini volontari. Alcune persone, infatti, si erano lamentate per non aver ricevuto a casa la mascherina, a differenza di quanto avvenuto per altri residenti. "Chiedetevi cosa stiate facendo voi per la cittadinanza e cancellate quei messaggi", è stato il monito del sindaco. Il primo cittadino ha infatti ricordato che da oltre un mese le mascherine, se necessarie, possono essere richieste chiamando la Protezione civile concorezzese al numero 039.62.800.888. Nelle prossime ore arriveranno in città anche parte dei 3 milioni di mascherine in distribuzione da parte di Regione Lombardia.

Tra quanti stanno donando materiale al Comune, di recente il sindaco ha ringraziato la Cleaning&Management (nella foto) di Concorezzo che ha fornito mascherine e liquido igienizzante destinato a Polizia Locale e volontari. L'azienda concorezzese Nadella ha regalato 8000 sacchettini messi a disposizione della Protezione Civile per confezionare le mascherine e la MAB di Concorezzo ha ideato una "mascherina di design".

*/ ?>

Cronaca

cleaning_managment_concorezzo.jpg

Covid, nuovo bilancio: 10 decessi, 62 contagiati, 2 guariti

Concorezzo. Il maledetto Covid-19 ha fatto salire a 10 i decessi in città. E' questo il dato comunicato dal sindaco Mauro Capitanio in base ai dati forniti da Ats e Prefettura di Monza. Sono 62 i concorezzesi positivi al coronavirus, e di questi cinquanta sono ricoverati in ospedale, mentre una decina stanno passando la degenza a casa, sotto il monitoraggio della nuova Unità speciale di continuità assistenziale Usca (leggi). Altri 60 cittadi

cedimento_pino-2014a.jpg

Concorezzo. Un tonfo sordo, poi il crollo del "gigante". Sabato notte, per fortuna in orario di chiusura, un pino di Villa Zoja, posato a ridosso del muro di cinta che confina con l'edicola e la villa di via De Capitani, si è schiantato al suolo. Piogge torrenziali di questi giorni a parte, era da tempo che i residenti segnalavano la pericolosità della pianta. "Dopo diverse segnalazioni fatte in Comune sul pericolo che a nostro avviso questo albero rappresentava per la nostra casa e per i visitatori del parco - spiega Stefania Bianchi - stanotte è successo l'inevitabile...Il bello è che ci era stato detto poche settimane fa che il pino era stato esaminato da un agronomo e che l'albero era sano: grazie al cielo è caduto di notte verso il parco, dalla parte opposta c'e' la mia camera da letto...senza parole...". Il giorno successivo il sindaco Riccardo Borgonovo e la Protezione civile hanno ritenuto opportuno chiudere l'accesso al parco in via precauzionale. Intanto il presidente del Consiglio Comunale, Mauro Capitanio, ha inviato agli uffici una richiesta di informazioni urgente, chiedendo se effettivamente risultino le segnalazioni dei residenti e a quanto risalga l'ultima relazione sullo stato di salute della pianta.

*/ ?>

Cronaca

cedimento_pino-2014a.jpg

Crolla un pino, chiusa Villa Zoja: verifiche sulla relazione dell'agronomo

Concorezzo. Un tonfo sordo, poi il crollo del "gigante". Sabato notte, per fortuna in orario di chiusura, un pino di Villa Zoja, posato a ridosso del muro di cinta che confina con l'edicola e la villa di via De Capitani, si è schiantato al suolo. Piogge torrenziali di questi giorni a parte, era da tempo che i residenti segnalavano la pericolosità della pianta. "Dopo diverse segnalazioni fatte in Comune sul pericolo che a nostro avviso quest