E' un clandestino nigeriano il giovane arrestato oggi al centro profughi

clandestino_2.jpgConcorezzo. Sarà processato lunedì mattina a Monza per direttissima il clandestino nigeriano arrestato questa mattina dai carabinieri di Concorezzo e Monza (leggi i dettagli). Il giovane, un trentenne senza documenti e apparentemente senza dimora, questa mattina si era posizionato davanti al cimitero di via Rimembranze chiedendo con una certa insistenza soldi ai passanti, soprattutto a persone anziane. I militari, che già da diversi giorni stavano pattugliando i paraggi del camposanto dopo le segnalazioni di molti cittadini che dicevano di sentirsi quasi "obbligati" a concedere qualche euro, si sono presentati davanti ai cancelli per i controlli di routine. Il clandestino nigeriano, a quel punto, ha deciso di darsi alla fuga: di corsa ha raggiunto il centro profughi di via Roma, all'interno dell'ex Hotel San Carlo, struttura dove probabilmente pensava di trovare riparo. Le gazzelle dei carabinieri lo hanno raggiunto e bloccato proprio all'interno del residence (alcuni testimoni avrebbero riferito dell'uso di spray al peperoncino per calmarlo). Dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale, il clandestino è stato portato in Procura a Monza per l'identificazione. Sarà processato in Tribunale lunedì mattina. Al momento si esclude che l'uomo fosse tra gli ospiti ufficiale dell'ex Hotel San Carlo.

Leggi anche

Luca Valerio Camerano chiude il primo trimestre del 2017 a +14%

Chorus band, domenica in piazza un concerto straordinario

In Villa Zoja sapori d'Africa con Kibinti e Minerva

Sequestro e violenza sessuale di gruppo, c'è anche un concorezzese

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI