elezioni

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.24.jpegConcorezzo. Mauro Capitanio, 50 anni da festeggiare domani, 12 giugno, è stato confermato sindaco di Concorezzo. Un successo personale e di coalizione che, con 4293 preferenze, gli ha consentito di raggiungere un ampio 54,2%, quasi 10 punti percentuali in più rispetto al contendente Marco Parolini, fermatosi al 45,8%, a oltre 600 voti di distanza.

Una partita non facile dato l'ampio rassembramento degli sfidanti che, dal PD alla Rondine passando per due civiche centriste, avevano cercato di amalgamare sensibilità estremamente diverse che andavano dai sostenitori della Salis fino al parroco don Angelo Puricelli (a questo proposito ha fatto scalpore la dura riflessione dell'ex candidato sindaco del centrosinistra, Massimo Canclini).

Ribaltando la situazione fotografata alle Europee (Concorezzo, Europee: bene FdI, PD, FI e Salis), Capitanio ha vinto trainato soprattutto dalla Lega, primo partito in città con il 18%, e dalla straordinaria sorpresa della Civica Capitanio "Passione e competenza", che oltre ogni più rosea aspettativa ha ottenuto da sola il 15,5% dei consensi, affermandosi come terza forza in assoluto. Fratelli d'Italia ha ottenuto il 13.3%, Forza Italia il 10%.

A spoglio finito la cordiale stretta di mano tra Parolini e Capitanio. Poi via alla festa prima nei seggi di via Lazzaretto, poi in piazza della Pace e infine in un locale brianzolo.

A convincere gli elettori a confermare Mauro Capitanio sono stati alcuni elementi fondamentali, oltre al peso delle persone messe in campo: la gestione del Covid, il progetto della nuova scuola di via Ozanam, la riqualificazione e la creazione ex novo di strutture sportive, la gestione del bilancio e l'ampia offerta culturale e sociale, con il coinvolgimento di tutte le associazioni del territorio.

La parte del leone a sinistra l'ha fatta come prevedibile La Rondine con il 16,1%, il PD si è fermato al 12,6%, Vivi ha ottenuto l'8,5%, dietro la lista dell'ex sindaco Alberto Bernareggi e di Elisabetta Soglio, sostenuta da alcuni dirigenti della Concorezzese calcio, che ha sfiorato l'8% con 602 voti.

A livello di preferenze personali spiccano Chiara Colombini (133), Sonia Ferrario (84), Marzia Bramati (150), Francesco Facciuto (284), Walter Magni (83), Gabriele Borgonovo (201), Laura della Bosca (138), Angela Cantù (113).

TUTTE LE PREFERENZE 

 

Il nuovo Consiglio sarà composto così:

Lega 3 consiglieri

Lista Capitanio 3 consiglieri

Fratelli d'Italia 2 consiglieri

Forza Italia 2 consiglieri

Per l'opposizione entrerà in Consiglio Marco Parolini insieme ad altri cinque consiglieri, due della Rondine, uno ciascuno per le altre tre liste.

WhatsApp Image 2024-06-10 at 17.58.55.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 18.23.21.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.19.43.jpeg

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.25.jpeg

*/ ?>

Politica

WhatsApp Image 2024-06-10 at 19.51.24.jpeg

Capitanio si ripete, exploit di Lega e Civica

Concorezzo. Mauro Capitanio, 50 anni da festeggiare domani, 12 giugno, è stato confermato sindaco di Concorezzo. Un successo personale e di coalizione che, con 4293 preferenze, gli ha consentito di raggiungere un ampio 54,2%, quasi 10 punti percentuali in più rispetto al contendente Marco Parolini, fermatosi al 45,8%, a oltre 600 voti di distanza. Una partita non facile dato l'ampio rassembramento degli sfidanti che, dal PD alla Rondine passan

marco_parolini_concorezzo.jpgConcorezzo. Come anticipato in esclusiva da Concorezzo.org (Il centrosinistra presenta il candidato sindaco), sarà Marco Parolini il principale sfidante, forse l'unico, del sindaco uscente Mauro Capitanio.

Venerdì sera il candidato di centrosinistra, sostenuto da PD, Rondine e due liste civiche centriste Vivi Concorezzo e Impegno civico, si è presentato in una gremita sala civica di Villa Zoja, Al suo fianco, oltre ai capigruppo uscenti Francesco Facciuto (Rondine) e Chiara Colombini (Vivi), anche l'ex sindaco di centrodestra Alberto Bernareggi (Impegno) e l'ex vicesindaco della Giunta Lissoni, Guido Andreoni, oggi segretario del PD. Un campo larghissimo, per rubare le categorie della politica nazionale. La coalizione si presenta con lo slogan "Un'alleanza per la città".

A moderare l'incontro la giornalista concorezzese del Corriere della Sera, Elisabetta Soglio che, a lungo, era stata al centro delle trattative come candidato sindaco insieme allo stesso Bernareggi, Alla fine la scelta è ricaduta su Parolini, già candidato consigliere (non eletto) alle precedenti amministrative.

Nella foto da sinistra Bernareggi, Colombini, Parolini, Facciuto e Andreoni

Secondo Bernareggi ci sarebbero due Concorezzo, una raccontata sui social e una, più decadente, nella realtà. Il segretario del PD Andreoni, che ha posto il simbolo del partito nella Schlein all'interno di "Concorezzo Democratica" ha sottolineato che "come Pd abbiamo creduto fin da subito in questo progetto e, nonostante quello che si possa pensare, arrivare a un punto comune è stato molto semplice. Tutti noi condividiamo il fatto che Concorezzo meriti di più".

Il capogruppo Colombini ha criticato "l'iperattivismo social del sindaco se alle spalle non c'è una progettualità su tematiche importanti", mentre il capogruppo Facciuto è tornato sul cavallo di battaglia di Asfalti Brianza e parlato della nuova scuola di via Ozanam come "progetto fantasioso".

Poi l'atteso intervento del candidato sindaco Parolini che ha parlato di una Concorezzo in declino, di periferie decadenti, di voler riportare la RSA nei locali dell'ex oratorio femminile. Toni da campagna elettorale che, per due mesi, animerà la città, Venerdì prossimo tocca al candidato di centrodestra, Mauro Capitanio, sostenuto da Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e dalla lista civica Capitanio.

 

SI VOTA L'8 e 9 GIUGNO 2024

*/ ?>

Politica

marco_parolini_concorezzo.jpg

E' Marco Parolini lo sfidante di Mauro Capitanio

Concorezzo. Come anticipato in esclusiva da Concorezzo.org (Il centrosinistra presenta il candidato sindaco), sarà Marco Parolini il principale sfidante, forse l'unico, del sindaco uscente Mauro Capitanio. Venerdì sera il candidato di centrosinistra, sostenuto da PD, Rondine e due liste civiche centriste Vivi Concorezzo e Impegno civico, si è presentato in una gremita sala civica di Villa Zoja, Al suo fianco, oltre ai capigruppo uscenti Franc

camera_2018.gifConcorezzo. A meno di due settimane dal voto del 4 marzo, con circa 8 milioni di italiani ancora indecisi se andare o meno a votare e con una percentuale di astensionismo che rischia di arrivare al 30% (dato peggiore del 2013), l'associazione Minerva ha deciso di mettere a confronto alcuni candidati alla Camera dei deputati. Venerdì 23 febbraio, alle 21, presso il centro civico di piazza Falcone e Borsellino si terrà un forum elettorale moderato da Francesco Facciuto. Saranno presenti Massimiliano Capitanio (Lega - Salvini premier), Luz Marta De Poli (Movimento 5 Stelle), Alessandro Gerosa (Liberi e Uguali), Mchele Quitadamo (Potere al popolo), Pietro Virtuani (PD).

Sulle elezioni leggi anche

Regionali, in corsa Laura Della Bosca

Sinistra Rivoluzionaria, Davide Lissoni candidato alla Camera

Elezioni Politiche, Massimiliano Capitanio in corsa per la Camera

Il sindaco Borgonovo in corsa per le Politiche

minerva.jpg

*/ ?>

Politica

camera_2018.gif

Elezioni politiche, venerdì a Concorezzo il confronto tra i candidati

Concorezzo. A meno di due settimane dal voto del 4 marzo, con circa 8 milioni di italiani ancora indecisi se andare o meno a votare e con una percentuale di astensionismo che rischia di arrivare al 30% (dato peggiore del 2013), l'associazione Minerva ha deciso di mettere a confronto alcuni candidati alla Camera dei deputati. Venerdì 23 febbraio, alle 21, presso il centro civico di piazza Falcone e Borsellino si terrà un forum eletto

Concorezzo. E' targata Start Up Cultura la prima tribuna politica in vista delle elezioni di maggio. Mercoledì 30 gennaio, alle 21, nella sala di rappresentanza del Comune (Piazza della Pace) si confronteranno rappresentanti di gruppi politici  e sociali sul futuro della città e i suoi problemi. Sarà anche l’occasione per sondare le possibili alleanze e candidature in vista delle amministrative di maggio. A rispondere alle domande sul palco: Riccardo Borgonovo (FI), Maurizio Brambilla (Comunione e Liberazione), Pietro Brambilla (PD), Mauro Capitanio (Lega), Francesco Facciuto (Minerva), Paolo Gaviraghi (Vivi Concorezzo).

2019-001.jpg

*/ ?>

Politica

2019-001.jpg

Elezioni, primo faccia a faccia politico

Concorezzo. E' targata Start Up Cultura la prima tribuna politica in vista delle elezioni di maggio. Mercoledì 30 gennaio, alle 21, nella sala di rappresentanza del Comune (Piazza della Pace) si confronteranno rappresentanti di gruppi politici  e sociali sul futuro della città e i suoi problemi. Sarà anche l’occasione per sondare le possibili alleanze e candidature in vista delle amministrative di maggio. A rispondere alle domande sul p

 

alcuni relatori2.JPG

Concorezzo. La Rondine si è ufficialmente presentata alla città venerdì primo marzo e i cittadini di Concorezzo hanno risposto riempiendo la Sala di Rappresentanza di Piazza della Pace. Nel corso della serata si sono susseguiti molti interventi tutti incentrati sulla visione della lista civica della città per i prossimi dieci anni. Il gruppo punta infatti non solo a vincere il prossimo turno, ma a governare per almeno due mandati.  Ad aprire e coordinare la serata Francesco Facciuto, che ha richiamato la necessità di segnare una discontinuità con la politica promossa negli ultimi dieci anni "dando vita ad un progetto civico aperto e plurale, capace di raccogliere le forze positive della città". Tra i relatori intervenuti molti provenivano dal mondo del volontariato e dell'associazionismo cittadino, dell'impresa e del commercio locale, delle professioni e della scuola. Tutti i relatori hanno inquadrato lo spirito del progetto, richiamando l'importanza di riscoprire i valori di una comunità ampia e partecipata. Per La Rondine "il compito del Comune è quello di costruire le condizioni affinché la città possa crescere, erogare nuovi servizi, mettere a sistema le tante buone pratiche che animano Concorezzo". Anna Valera e Gigi Redaelli hanno raccontato brevemente la storia del progetto civico, descrivendo il metodo di lavoro dei tavoli tematici promossi nei mesi scorsi: studio dell'esistente, analisi dei bisogni ed elaborazione delle proposte, con il contributo di esperti dei diversi settori. Negli interventi successivi si sono toccati i principali temi che caratterizzeranno il programma politico. Giacomo Cassano è intervenuto sul tema del consumo di suolo e dello sviluppo sostenibile, proponendo un modello alternativo a quello degli ultimi anni, capace di rendersi indipendente dagli oneri di urbanizzazione e orientato alla riqualificazione dell'esistente. Fabio Brambilla, commerciante concorezzese, ha poi affrontato il tema del commercio locale, soffermandosi sull'importanza di avere un centro più accogliente e sulle politiche di incentivi che dovranno essere adottate per favorire l'apertura di nuovi esercizi. Alberto Penati, tra i promotori del gruppo Amici del Milanino, ha poi esaminato alcune criticità dei diversi quartieri di Concorezzo, con particolare riferimento al tema del degrado urbano. Le proposte più significative in tal senso riguardano la valorizzazione di alcune aree verdi e delle cascine, la riqualificazione dell'arredo urbano, oltre che il ripensamento della viabilità nei quartieri più critici. Carlo Beretta e Isacco Beretta, tra i più giovani promotori del progetto, sono poi intervenuti sui temi della mobilità, della raccolta differenziata e del rispetto delle regole. Molte le proposte avanzate in questo ambito: autobus a chiamata per i quartieri più periferici sul modello di Vimercate, estensione delle piste ciclabili, messa in sicurezza di alcuni attraversamenti, rimodulazione della raccolta di rifiuti, interventi per la sicurezza ambientale (è noto il problema degli incendi dolosi per smaltire illegalmente i rifiuti sul territorio). Claudio Bossi, imprenditore sociale e attivo presso la Cascina S. Vincenzo, ha poi affrontato il tema del welfare di comunità, con particolare riferimento alle politiche abitative, richiamando le esperienze attive su molti altri comuni del territorio, impegnati nel dare risposta alla crescente marginalità sociale dei più anziani e dei più giovani. Sonia Visconti, funzionaria dell'ufficio scuola in un comune limitrofo e presidente del gruppo Gaspaccio, ha poi presentato una lettura dell'attuale Piano di diritto allo studio: tanti i punti positivi e molti i margini di miglioramento, con nuovi progetti educativi proposti. Elio Pozzi, imprenditore e presidente di AVO e Villa Teruzzi, ha poi presentato un punto di vista sull'associazionismo concorezzese, proponendo alcune migliorie: un tavolo delle associazioni di volontariato, spazi comuni per nuovi servizi, un maggiore coinvolgimento nelle scelte amministrative che toccano l'attività di volontariato. Al termine della serata non è mancata una domanda sulle alleanze politiche,  Facciuto ha risposto confermando  un'apertura alle attuali forze di opposizione, da Vivi Concorezzo al Partito Democratico. Non esattamente una sorpresa, soprattutto la vicinanza a Vivi Concorezzo, già nell'aria alle scorse elezioni. Intanto il Pd  oggi è in piazza per le primarie (leggi qui). I giochi sono ufficialmente aperti. 

*/ ?>

Politica

alcuni relatori2.JPG

Elezioni: anche La Rondine inizia a volare

  Concorezzo. La Rondine si è ufficialmente presentata alla città venerdì primo marzo e i cittadini di Concorezzo hanno risposto riempiendo la Sala di Rappresentanza di Piazza della Pace. Nel corso della serata si sono susseguiti molti interventi tutti incentrati sulla visione della lista civica della città per i prossimi dieci anni. Il gruppo punta infatti non solo a vincere il prossimo turno, ma a governare per almeno due mandati.

elezioni_code.jpg

Concorezzo. Mentre si attendono i risultati delle Regionali (lo scrutinio inizia alle 14,30), dalle Politiche esce un quadro preciso e a tratti sorprendente del panorama locale. Il centrodestra si conferma la prima coalizione della città con il 45,2% alla Camera e il 45,44% al Senato. Ottima affermazione, seppur decisamente più bassa rispetto al dato nazionale, per i grillini che al Senato arrivano al 21%, mentre il centrosinistra si ferma al 27,26% con il PD al 23,8%.

La novità è tutta in casa centrodestra. Guardando i voti della Camera, dove il numero di elettori è più alto, la Lega diventa il primo partito della città con il 24,5%,lasciandosi alle spalle il Pd con il 24,08%.Terza forza il Movimento Cinque Stelleche arriva al 20,88%,mentre Forza Italia si ferma al 14,63%. 

Nella foto un momento le code createsi in via Lazzaretto

TUTTI I DATI DELLA CAMERA

*/ ?>

Cronaca

elezioni_code.jpg

Elezioni: vince il cdx, Lega primo partito, tiene il PD, M5S terza forza

Concorezzo. Mentre si attendono i risultati delle Regionali (lo scrutinio inizia alle 14,30), dalle Politiche esce un quadro preciso e a tratti sorprendente del panorama locale. Il centrodestra si conferma la prima coalizione della città con il 45,2% alla Camera e il 45,44% al Senato. Ottima affermazione, seppur decisamente più bassa rispetto al dato nazionale, per i grillini che al Senato arrivano al 21%, mentre il centrosinistra

Concorezzo. Fratelli d'Italia, in linea con il trend nazionale, vola anche in città. Alle 2,30 del mattino, quando i dati ufficiali riguardano solo 3 sezioni su 14, il partito di Giorgia Meloni si attesta al 26,2%. Il centrodestra sfiora il 50% con la Lega in discesa al 10,2%, Forza Italia all'8,4% e i centristi al 3,6%. Il PD è al 20.4% mentre il centrosinistra si ferma al 28,3%. Ottimo risultato per Renzi-Calenda al 12,4%, mentre il M5S crolla al 6,6%. Briciole per Paragone all'1,6%.

Un risultato, quello del partito di Giorgia Meloni, che dovrebbe portare in Senato anche l'agratese Rosario Mancino.

 

concorezzo_elezioni.jpeg

*/ ?>

Politica

concorezzo_elezioni.jpeg

Fratelli d'Italia primo partito di Concorezzo

Concorezzo. Fratelli d'Italia, in linea con il trend nazionale, vola anche in città. Alle 2,30 del mattino, quando i dati ufficiali riguardano solo 3 sezioni su 14, il partito di Giorgia Meloni si attesta al 26,2%. Il centrodestra sfiora il 50% con la Lega in discesa al 10,2%, Forza Italia all'8,4% e i centristi al 3,6%. Il PD è al 20.4% mentre il centrosinistra si ferma al 28,3%. Ottimo risultato per Renzi-Calenda al 12,4%, mentre il M5S croll

Claudio Bossi.jpg

Concorezzo. Sabato mattina si è tenuta la presentazione del candidato sindaco Claudio Bossi sostenuto dal Partito Democratico e dalla lista civica La Rondine. Presenti anche Francesco Facciuto, coordinatore de La Rondine, e Pietro Brambilla, segretario cittadino del PD. Il profilo del candidato è di grande prestigio. Imprenditore sociale di rilievo a Milano, ha rivestito importanti incarichi nel mondo del welfare e dell'impresa sociale. Nel corso della presentazione Bossi voluto sottolinearela natura civica della sua candidatura, fortemente voluta da La Rondine e sostenuta da un gruppo piuttosto plurale: esponenti del volontariato e dell'impresa, del commercio e delle professioni, con un ampio gruppo di giovani impegnati attivamente sul territorio.  Il fine politico è chiaro: "segnare una discontinuità con l'attuale amministrazione", come è stato ribadito. Quattro i punti evidenziati in modo particolare: le politiche sociali, oggi a detta di Bossi da ripensarsi secondo la prospettiva del "welfare di comunità"; la gestione del territorio, con l'obiettivo di invertire la tendenza di consumo; la riqualificazione delle periferie cittadine, intervenendo sul degrado e sulla sicurezza, sull'illuminazione pubblica e sulla mobilità; un nuovo piano per il commercio locale, oggi depresso dalle scelte da politiche non sempre lungimiranti. Bossi ha più volte fatto riferimento all'importanza della squadra, senza però svelare i nomi. Sebbene tutti i presenti si siano mostrati piuttosto riservati, non è difficile immaginare quali potrebbero essere le figure di peso presenti nelle diverse liste. Se da un lato il PD non mancherà di schierare una squadra consolidata, dall'altro sarà La Rondine a portare candidature inedite e molto conosciute in città. Per citarne alcune: Marco De Bernardi, imprenditore concorezzese dello storico nastrificio; Grazia Bianchi, imprenditrice conosciuta in città e attiva nel volontariato; Elio Pozzi, imprenditore e colonna portante del volontariato cittadino; Francesco Facciuto, Presidente dell'Associazione Minerva, tra le figure che più hanno impresso una spinta a questo nuovo progetto; per non parlare di figure conosciute e apprezzate come Enrico Beretta, medico di base a Concorezzo, e Gigi Redaelli, storico sindacalista CISL e figura di grande rilievo sul territorio. 

*/ ?>

Politica

Claudio Bossi.jpg

Indiscrezioni sui sostenitori di Bossi (Pd e Rondine)

Concorezzo. Sabato mattina si è tenuta la presentazione del candidato sindaco Claudio Bossi sostenuto dal Partito Democratico e dalla lista civica La Rondine. Presenti anche Francesco Facciuto, coordinatore de La Rondine, e Pietro Brambilla, segretario cittadino del PD. Il profilo del candidato è di grande prestigio. Imprenditore sociale di rilievo a Milano, ha rivestito importanti incarichi nel mondo del welfare e dell'impresa sociale. 

mauro_capitanio_tw.jpegConcorezzoNessun seggio elettorale alle scuole elementari. Questa la decisione del sindaco Mauro Capitanio alla guida del Comune di Concorezzo (MB). La nuova gestione dei seggi consentirà a un totale di 642 studenti di non sospendere le lezioni nel corso delle votazioni.

La decisione di non prevedere seggi in entrambe le scuole elementari del Comune sarà attuata a partire dalle elezioni suppletive del 22 e 23 ottobre e, a seguire, per tutte le elezioni che verranno programmate in città.

Nel dettaglio il provvedimento riguarda la scuola primaria Don Gnocchi (315 studenti)  che, con questa iniziativa in capo alla Giunta Capitanio, va ad allinearsi alla scuola primaria Marconi (327 studenti) già priva di seggi da tempo.

"Una forma di rispetto per gli studenti e per le famiglie"

“Eliminare i seggi dalle scuole elementari è una forma di rispetto per gli studenti e per le famiglie- ha spiegato il sindaco di Concorezzo Mauro Capitanio-. A Concorezzo grazie a questa decisione, eviteremo a un totale di 642 bambini di perdere due giorni di scuola e, di conseguenza, ai loro genitori di dover prendere ferie o permessi. La scuola è un servizio pubblico e come tale va inteso. Spostare definitivamente i seggi dalle scuole elementari rappresenta un primo passo verso un percorso, anche tecnologico, che auspico possa portare al progressivo abbandono delle scuole come luogo di votazioni.

Da parte nostra abbiamo deciso di iniziare eliminando i seggi dalla scuola primaria per agevolare per primi gli studenti che hanno appena iniziato il percorso scolastico. Bambini e bambine che, in caso di chiusura della scuola, necessitano della presenza dei famigliari a casa. Si tratta di una forma di rispetto verso la scuola, verso gli studenti e verso i genitori alle prese, già nel quotidiano, con una gestione a volte delicata dei tempi casa/famiglia/lavoro.

Ringrazio gli uffici comunali per il grande lavoro organizzativo svolto in questi mesi, Afol per aver condiviso e permesso questa soluzione di buonsenso e la Prefettura per aver accolto la nostra richiesta”.

Nel dettaglio i seggi elettorali 11 – 12 – 13 e 14 verranno spostati dall’edificio scolastico di via Ozanam (scuola Primaria “Don Gnocchi”) all’agenzia per la formazione ed orientamento al lavoro (Afol) di via De Amicis 16.

Per quanto riguarda la scuola primaria Marconi, invece, rimane confermata come sempre l’assenza dei seggi.

 

 

 

Gli elettori coinvolti verranno avvisati tramite avvisi pubblici e una campagna di comunicazione mirata.

*/ ?>

Cronaca

mauro_capitanio_tw.jpeg

Niente seggi alle elementari, 650 famiglie respirano

Concorezzo. Nessun seggio elettorale alle scuole elementari. Questa la decisione del sindaco Mauro Capitanio alla guida del Comune di Concorezzo (MB). La nuova gestione dei seggi consentirà a un totale di 642 studenti di non sospendere le lezioni nel corso delle votazioni. La decisione di non prevedere seggi in entrambe le scuole elementari del Comune sarà attuata a partire dalle elezioni suppletive del 22 e 23 ottobre e, a seguire, per t

camera_2018.jpgConcorezzo. Code anche di un'ora per votare. Tra i seggi più "caldi" il numero 8 di via Lazzaretto. Le nuove modalità di voto, con il tagliando anti-frode, e l'alta affluenza (alle 19 a Concorezzo avevano votato in media il 63,5% degli elettori), hanno creato non pochi problemi ai presidenti di seggio e, di conseguenza, agli elettori. Fin dalle prime ore della mattina e per tutta la giornata (le urne chiuderanno alle 23) in moltissimi seggi si sonocreate lunghissime code che, in tanti casi, hanno fatto desisitere i cittadini. Record per ilseggio 4 con oltre il 69% dei votanti alle 19, mentre al seggio 8 alle 19 aveva votato solo il 54,7% degli aventi diritto. Seguono aggiornamenti.

*/ ?>

Politica

camera_2018.jpg

Ottima affluenza e code, così i concorezzesi al voto

Concorezzo. Code anche di un'ora per votare. Tra i seggi più "caldi" il numero 8 di via Lazzaretto. Le nuove modalità di voto, con il tagliando anti-frode, e l'alta affluenza (alle 19 a Concorezzo avevano votato in media il 63,5% degli elettori), hanno creato non pochi problemi ai presidenti di seggio e, di conseguenza, agli elettori. Fin dalle prime ore della mattina e per tutta la giornata (le urne chiuderanno alle 23) in moltissi

elezioni.jpgCodice di autoregolamentazione per la pubblicità elettorale per le Elezioni Regionali e Politiche del 4 marzo 2018

Ai sensi e per gli effetti della L. 22/2/2000 n. 28 così come modificata dalla L.6/11/2003 n. 313, del D.M. 8/4/04 e delle successive delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ( Delibera n. 1/18/CONS e Delibera Delibera n. 2/18/CONS)

Monza Brianza News S.r.l. editrice del quotidiano online www.mbnews.it (Iscrizione al Tribunale di Monza n.1942 del 05.02.09) sede legale Via A. Manzoni 43 Arcore. Redazione Via Magellano 21 Monza.– Cod. Fisc. P.IVA  Registro imprese di Milano 06408460969 – Iscr Rea CCIAA 1860053. Iscritti al Registro Operatori della Comunicazione (Roc)

Dichiara

La propria disponibilità a pubblicare, nel predetto sito Internet messaggi politici a pagamento delle Elezioni Regionali e Politiche del 4 marzo 2018, e che tali messaggi potranno essere pubblicati secondo le regole ed i criteri appresso esposti.

Tutti i messaggi elettorali dovranno indicare il soggetto politico committente e dovranno recare la dicitura: “Messaggio politico elettorale” in conformità con la legge che regolamenta la vendita degli spazi pubblicitari per propaganda elettorale e nel rispetto delle delibere adottate dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni della Repubblica Italiana.

Nel dettaglio:
1) Gli spazi di propaganda elettorale saranno offerti a tutti i partiti, a tutte le liste e a tutti i singoli candidati che ne facciano richiesta.

2) In caso di alleanze, ogni partito viene considerato in modo autonomo ed indipendente dall’alleanza.

3) Le prenotazioni e la consegna del materiale saranno possibili in qualunque giorno fino a una settimana prima della data delle elezioni.

4) In ottemperanza alle norme di legge che vietano di effettuare pubblicità nel giorno antecedente alle elezioni, i messaggi politici elettorali verranno rimossi entro la mezzanotte del giorno 2 marzo 2018.

5) Per richieste di informazioni e di pubblicazione di messaggi di propaganda elettorale a pagamento è necessario telefonare al 039.361411 o al 328 6796839 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

6) Il listino elettorali sono a disposizione di tutti i potenziali utenti interessati presso la sede legale del giornale online o possono essere inviati a tutti coloro che lo richiedano.

7) È possibile prenotare spazi elettorali secondo modalità a tempo in base ai costi riportati nel rispettivo listino

8) I messaggi politici elettorali saranno pubblicati nella home page del giornale on line e/o nelle pagine interne.

9) La disponibilità di ciascuna posizione disponibile sul giornale online per i messaggi politici elettorali segue esclusivamente il criterio temporale della prenotazione

10) Sono possibili, a richiesta, anche posizionamenti e tipologie diverse, compresa la pubblicazione di messaggi politici elettorali in video o la socializzazione di tali contenuti video sul dispositivo social della testata. Il costo di tali servizi sono a disposizione del listino, depositato in sede.

11) Ogni banner potrà comprendere foto, messaggio elettorale e dati del candidato (simbolo del partito di appartenenza). Il committente potrà scegliere se indirizzare il banner verso un sito esterno o una pagina Facebook o altra landing page.

12) È cura del committente fornire il materiale informativo attraverso e mail in tempo utile per la realizzazione dello spazio acquistato.

13) I banner saranno visibili secondo accordi e il candidato, in caso di necessità, potrà acquistare in qualsiasi momento altri spazi disponibili sul sito. Il pagamento è sempre anticipato e va effettuato tramite bonifico bancario. Dopo il pagamento è richiesto un documento da inviarci nelle modalità di cui sopra, attestante l’avvenuto pagamento.
Non saranno accettate inserzioni dal contenuto testuale o grafico difformi da quanto stabilito da tutte le norme di legge e dalle disposizioni dell’Autorità Garante per le Comunicazioni vigenti in materia.

L’Editore si riserva di verificare i contenuti e i corredi grafici dei messaggi e, ove ritenuti gli stessi difformi dalle previsioni normative citate, potrà rifiutarne la pubblicazione. In caso di spazio pubblicitario prenotato e pagato e di non approvazione del banner, sarà rimborsata la quota versata.

La pubblicazione di spazi promozionali, redazionali, interviste o altro non vincola in alcun modo la linea editoriale del giornale on line che dunque, in ogni caso, rimarca la propria autonomia in vista della prossima tornata elettorale. La stessa testata si riserva, come sempre, la massima libertà decisionale nella pubblicazione di commenti politici.

Per informazioni sul listino, spazi disponibili: 039.361411 o al 328 6796839 o inviare una e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

*/ ?>

redazionali

elezioni.jpg

Pubblicità elettorale, ecco come fare

Codice di autoregolamentazione per la pubblicità elettorale per le Elezioni Regionali e Politiche del 4 marzo 2018 Ai sensi e per gli effetti della L. 22/2/2000 n. 28 così come modificata dalla L.6/11/2003 n. 313, del D.M. 8/4/04 e delle successive delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ( Delibera n. 1/18/CONS e Delibera Delibera n. 2/18/CONS) Monza Brianza News S.r.l. editrice del quotid

laura_della_bosca.jpgConcorezzo. C'è anche Laura Della Bosca, commerciante e consigliere comunale, tra i candidati alla carica di consigliere regionale alle elezioni del 4 marzo, quando si eleggeranno anche i rappresentanti di Camera e Senato. Della Bosca è candidata in Brianza per Forza Italia.

47 anni, sposata, mamma di due figlie, Della Bosca è attualmente capogruppo della lista civica "Tutti per Concorezzo". "In questi anni ho avuto modo di lavorare, e sto tuttora lavorando, condividendo un importante programma politico nel ruolo  di  consigliere comunale nella  maggioranza di centro-destra del mio Comune - spiega - Questa esperienza mi sta permettendo di crescere non solo a livello personale ma anche professionale. Visto l'orientamento della lista civica che sono onorata di rappresentare, molto affine al partito che mi ha voluto e chiesto collaborazione,  ho accettato di candidarmi alle elezioni regionali del 4 marzo nelle lista di Forza Italia  in rappresentanza del territorio Brianza est. Mi sono così messa a disposizione per lavorare e contribuire a migliorare il bene comune anche al di fuori dei confini cittadini". 

"Reputo che la Lista civica che rappresento in consiglio comunale, nel momento in cui la rappresentatività coinvolge un  territorio più vasto, possa trovare  la sua sintesi nelle file di un grande partito - aggiunge - Il mio impegno sarà quello di contribuire a valorizzare sempre più il nostro territorio cercando di dare risposte concrete alle tante necessità della Brianza".

Ecco chi sono gli altri concorezzesi candidati alle elezioni del 4 marzo

Il sindaco Borgonovo in corsa per le Politiche

Elezioni Politiche, Massimiliano Capitanio in corsa per la Camera

Sinistra Rivoluzionaria, Davide Lissoni candidato alla Camera

*/ ?>

Politica

laura_della_bosca.jpg

Regionali, in corsa Laura Della Bosca

Concorezzo. C'è anche Laura Della Bosca, commerciante e consigliere comunale, tra i candidati alla carica di consigliere regionale alle elezioni del 4 marzo, quando si eleggeranno anche i rappresentanti di Camera e Senato. Della Bosca è candidata in Brianza per Forza Italia. 47 anni, sposata, mamma di due figlie, Della Bosca è attualmente capogruppo della lista civica "Tutti per Concorezzo". "In questi anni ho avuto modo di

elezioni_senato_ottobre.jpgMonza. Sarà sfida a tre (i candidati sono 8) per il seggio rimasto vacante dopo la morte di Silvio Berlusconi. Con Decreto del Presidente della Repubblica del 10 luglio 2023 pubblicato in data 13 luglio nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 162, sono stati convocati per i giorni domenica 22 ottobre e lunedì 23 ottobre 2023 i comizi elettorali per l'elezione suppletiva del Senato della Repubblica nel collegio uninominale n. 6 della Regione Lombardia.

Tale collegio uninominale ricomprende tutti e cinquantacinque i comuni della Provincia di Monza e della Brianza.

Le operazioni di voto si svolgeranno nei giorni di domenica 22 ottobre dalle ore 7.00 alle ore 23.00 e di lunedì 23 ottobre dalle ore 7.00 alle ore 15.00.

Lo scrutinio avrà inizio subito dopo la chiusura della votazione.

ECCO TUTTI I CANDIDATI E LE COALIZIONI

*/ ?>

Politica

elezioni_senato_ottobre.jpg

Suppletive Senato, domenica e lunedì si vota in Brianza

Monza. Sarà sfida a tre (i candidati sono 8) per il seggio rimasto vacante dopo la morte di Silvio Berlusconi. Con Decreto del Presidente della Repubblica del 10 luglio 2023 pubblicato in data 13 luglio nella Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 162, sono stati convocati per i giorni domenica 22 ottobre e lunedì 23 ottobre 2023 i comizi elettorali per l'elezione suppletiva del Senato della Repubblica nel collegio uninominale n. 6 della Region