santalfredo
santalfredo

Silvia Pilati

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Una città più pulita, confidando anche nel senso civico e nell'educazione dei cittadini. Grazie ad un'iniziativa promossa dal Comune di

Concorezzo e McDonald's, sono stati installati alcuni cestini nelle vie adiacenti al fast food, posto lungo la Provinciale Monza-Trezzo, con l'obiettivo di far crescere il senso civico.

“E’ un'iniziativa a livello nazionale organizzata da McDonald's per sensibilizzare la raccolta differenziata. Sono quattro i cestini nelle vie limitrofe al ristorante e tre all’interno - spiega a Concorezzo.org Antonio Scanferlato direttore del fast food - All’interno di McDonald’s la raccolta differenziata viene rispettata da buona parte della clientela grazie anche agli operatori presenti in sala e ciò è confermato dal fatto che non sono mai giunti richiami da autorità superiori”.

Il direttore ci ricorda anche come sia diminuito il consumo di plastica all’interno del ristorante, dove questa viene utilizzata esclusivamente per coprire le bevande e per le bottigliette d’acqua: vaschette, posate e bicchieri sono fatti in carta.

Infine ad ottobre McDonald’s anche il altri Comuni della Brianza (di recente è stato inaugurato un nuovo store a Biassono) organizzerà una raccolta rifiuti insieme al personale MC affinché le città siano ancora più pulite.

Nella foto il direttore Scanferlato insieme al sindaco Mauro Capitanio e all'assessore al Territorio, Silvia Pilati

*/ ?>

Cultura

Concorezzo e McDonald's alleati per una città più pulita

Concorezzo e McDonald's alleati per una città più pulita

Concorezzo. Una città più pulita, confidando anche nel senso civico e nell'educazione dei cittadini. Grazie ad un'iniziativa promossa dal Comune di Concorezzo e McDonald's, sono stati installati alcuni cestini nelle vie adiacenti al fast food, posto lungo la Provinciale Monza-Trezzo, con l'obiettivo di far crescere il senso civico. “E’ un'iniziativa a livello nazionale organizzata da McDonald's per sensibilizzare la raccolta dif

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzoNegli ultimi sei mesi del 2021 nel Comune di Concorezzo sono stati recuperati un totale di 33 animali da parte del personale dell’ENPA con cui l’Amministrazione ha siglato una convenzione a inizio 2021. Si tratta di animali abbandonati dai loro padroni oppure fuggiti da casa e mai cercati.

E se la maggioranza delle operazioni sono state riferite a  gatti (19) e cani (cinque), tra gli animali recuperati  ci sono però anche due tortore, un riccio, una civetta e una capinera.

L’accordo con Enpa ha reso possibile, oltre al recupero degli animali da parte del personale specializzato, anche il ricovero presso il canile e il rifugio di Monza.

“La convenzione siglata con Enpa permette alla nostra città di avere uno strumento in più per la gestione delle attività di intervento legate agli animali- ha commentato l’assessore all’Ambiente Silvia Pilati - Grazie al personale specializzato siamo infatti in grado di poter garantire interventi rapidi e competenti così da gestire in modo strutturato operazioni che coinvolgono gli animali. Non solo. In città svolgono un lavoro importante anche i volontari che si occupano della gestione dei gatti appartenenti alle colonie feline sul nostro territorio. A loro va il ringraziamento dell’amministrazione comunale per l’impegno a favore degli animali”.

Nello specifico a Concorezzo sono presenti 38 colonie feline censite dal Comune e gestite da circa una trentina di cittadini.

*/ ?>

Cronaca

Concorezzo, civetta abbandonata e messa in salvo

Concorezzo, civetta abbandonata e messa in salvo

Concorezzo. Negli ultimi sei mesi del 2021 nel Comune di Concorezzo sono stati recuperati un totale di 33 animali da parte del personale dell’ENPA con cui l’Amministrazione ha siglato una convenzione a inizio 2021. Si tratta di animali abbandonati dai loro padroni oppure fuggiti da casa e mai cercati. E se la maggioranza delle operazioni sono state riferite a  gatti (19) e cani (cinque), tra gli animali recuperati  ci sono per

Concorezzo. A un anno e mezzo dall’avvio della convenzione tra il Comune di Concorezzo e l’ENPA, sono a disposizione i primi dati riassuntivi delle attività svolte in città nell'ambito del recupero e gestione degli animali. I numeri parlano di un servizio strutturato che in città è riuscito a garantire la gestione di circa un centinaio di animali a partire da gennaio 2021.

 “Siamo certamente soddisfatti delle attività avvenute nel nostro territorio grazie alla convenzione con l’ENPA- ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Silvia Pilati-. Dati alla mano, vediamo una gestione consolidata e strutturata delle azioni mirate al recupero e cura degli animali. A queste attività di pronto intervento, si sono affiancate quelle di gestione delle colonie feline, grazie anche all’aiuto di alcuni volontari concorezzesi. In questo ambito voglio sottolineare il numero importante di sterilizzazioni dei gatti. Da gennaio 2021 a oggi sono stati sterilizzati un totale di 53 gatti. Un’attività, questa fondamentale per una regolamentazione delle nascite nelle colonie felineche, ricordiamo, sono ufficialmente riconosciute e tutelate dalla Legge n. 281 del 14/8/91 che detta le norme contro abbandono e maltrattamento degli animali da affezione. Anche a Concorezzo ci sono circa una decina colonie feline, regolarmente censite e registrate in Comune. Queste colonie hanno un referente, che ne gestisce il mantenimento nel rispetto delle regole di igiene e convivenza con il territorio.

Il report delle attività svolte in questo primo anno e mezzo- ha concluso l'assessore Pilati-, ci conferma quindi la bontà della scelta di attivare la convenzione con l’ENPA. Una convenzione che garantisce al nostro territorio una gestione corretta, seria e integrata di tutte le problematiche e le questioni relative agli animali. Un grazie infine ai volontari sia dell’ENPA sia di Concorezzo, che forniscono un aiuto prezioso ai professionisti dell’Ente di protezione animali nel lavoro quotidiano nella nostra città”.

 

I dati:

anno 2021

cani 9

gatti 41 di cui 34 sterilizzati e rimessi nelle rispettive colonie di appartenenza

altri animali 19 (2 capre, 3 colombacci, 1 cinciallegra, 1 picchio, 4 piccioni, 2 tortore, 1 riccio, 1 capinera, 1 civetta, 1 cornacchia, 1 rondone, 1 colomba)

 

anno 2022 (1 gennaio – 13 luglio)

cani 1

gatti 22

altri animali 5 (2 ricci, 1 colombaccio, 1 piccione, 1 coniglio)

ENPA ha inoltre distribuito oltre 1 quintale di cibo destinati ai tutori delle colonie feline

 

Numero cani e gatti a Concorezzo

Numero di cani e di gatti dotati di microchip regolarmente iscritti all’anagrafe canina/felina regionale per il comune di Concorezzo aggiornato a metà luglio 2022:

cani 2162,

gatti 444.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Convenzione Comune - ENPA: gestiti un centinaio di animali da inizio 2021

Convenzione Comune - ENPA: gestiti un centinaio di animali da inizio 2021

Concorezzo. A un anno e mezzo dall’avvio della convenzione tra il Comune di Concorezzo e l’ENPA, sono a disposizione i primi dati riassuntivi delle attività svolte in città nell'ambito del recupero e gestione degli animali. I numeri parlano di un servizio strutturato che in città è riuscito a garantire la gestione di circa un centinaio di animali a partire da gennaio 2021.  “Siamo certamente soddisfatti delle attività avvenute

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Entra nel vivo la procedura che porterà all’adozione della variante del PGT del Comune di Concorezzo. Il 23 dicembre sono infatti stati messi a disposizione per la consultazione il Rapporto Ambientale di V.A.S. e la sintesi non tecnica relativa alla variante del piano di governo del territorio. I documenti sono a disposizione presso il Settore Urbanistica e Ambiente del Comune e online al sito  https://www.cartografia.regione.lombardia.it/sivas

I termini per la presentazione delle osservazioni scadranno il 21/02/2020. Entro questa data  chiunque potrà prendere visione dei documenti pubblicati e presentare le proprie osservazioni, anche fornendo nuovi elementi conoscitivi e valutativi, in carta semplice presso l’Ufficio U.R.P. del Comune o tramite PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

A completamento di questa procedura di compatibilità ambientale si attiverà il processo di adozione della variante con la discussione in Consiglio Comunale e con la possibilità per i cittadini di prendere parte al procedimento con la presentazione delle osservazioni.

“Con la pubblicazione della documentazione e con l’apertura dei termini per la presentazione delle osservazioni entra nel vivo la procedura per l’adozione della variante del PGT- ha commentato l’assessore alla Tutela e Sviluppo del Territorio Silvia Pilati - Una variante che sarà legata al concetto di rigenerazione urbana nell’ottica precisa del recupero di quanto è già esistente e zero consumo di nuovo suolo”.

*/ ?>

Cronaca

Nuovo Pgt: così cambierà Concorezzo

Nuovo Pgt: così cambierà Concorezzo

Concorezzo. Entra nel vivo la procedura che porterà all’adozione della variante del PGT del Comune di Concorezzo. Il 23 dicembre sono infatti stati messi a disposizione per la consultazione il Rapporto Ambientale di V.A.S. e la sintesi non tecnica relativa alla variante del piano di governo del territorio. I documenti sono a disposizione presso il Settore Urbanistica e Ambiente del Comune e online al sito  https://www.cartografia.regione.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Dopo una maratona di 50 ore, il Consiglio comunale ha approvato il nuovo Piano di governo del territorio (PGT). Si è parlato tanto delle nottate in Municipio, delle facce stanche di molti consiglieri, delle polemiche e anche di alcuni contributi utili di parte della minoranza. E' il momento di andare più a fondo e lo facciamo con una intervista all'assessore all'Urbanistica, l'assessore Silvia Pilati. (nella foto è la prima a sinistra insieme al resto della Giunta comunale)

Assessore Pilati, si è paradossalmente parlato poco proprio dell'oggetto, ovvero del PGT. Ci dice qualcosa?

"Il PGT di Concorezzo fonda le sue basi sul concetto di riduzione del consumo di suolo, in linea con quanto richiesto da Regione e poi da Provincia. Il Piano di Governo del Territorio punta quindi alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, all'efficientamento energetico e alla rigenerazione urbana preservando senza indugio il Green belt che circonda Concorezzo e che la rende unica nel panorama brianzolo più prossimo alle grandi città.

Si è parlato di "Concorezzo+1", cosa significa?

"E' un'ottima iniziativa per rendere possibili gli ampliamenti di un piano degli edifici esistenti che risultano strutturalmente idonei, evitando così il consumo di nuovo suolo; ed è una buona occasione per efficientare e riqualificare gli edifici interessati che ricadono in zona B2, che sono gli ambiti residenziali densi. Questa iniziativa rientra negli obiettivi del Piano delle Regole il cui obiettivo prioritario è la rigenerazione urbana ad ampio spettro. Per giungere a questo obiettivo un primo aspetto da affrontare riguarda la maggiore flessibilità normativa, tradotta in minori limitazioni nelle funzioni ammesse, mix funzionale meno rigido, norme che facilitino gli interventi di rigenerazione urbana".

Come cambia Concorezzo?

"L'aumento della qualità del comune di Concorezzo è l'obiettivo cardine che si sviluppa attraverso il Piano dei Servizi. Aumento della qualità che può essere raggiunto attraverso un miglioramento ecologico, ambientale, paesaggistico e delle connessioni territoriali.  Il Piano dei Servizi illustra in maniera esaustiva le azioni messe in atto per il raggiungimento degli obiettivi di Piano. Dal punto di vista quantitativo, il Comune non necessita di interventi significativi in quanto lo standard esistente risulta superiore rispetto a quanto richiesto dalla normativa. L’aspetto quantitativo, però, è diventato sempre meno rilevante ai fini della verifica delle caratteristiche della città pubblica ed essa è oggi chiamata a soddisfare le esigenze della popolazione. Per tale ragione il Piano dei Servizi definisce un progetto per il sistema dei servizi che sia soprattutto qualitativo e che miri a raggiungere un miglioramento della qualità della vita per i cittadini di Concorezzo. Da questa qualificazione passa l’identificazione di un’area a servizi per il possibile completamento del centro sportivo e, anche, con un forte impegno economico, la riorganizzazione dei servizi scolatici con il rifacimento secondo canoni di sostenibilità ambientale della scuola primaria “Don Gnocchi”".

Ci sarà spazio, finalmente, per la nuova Rsa?

"Anche il nuovo concetto di RSA contribuisce all'aumento della qualità di vita per i Concorezzesi e che si apre anche ad altri Comuni. Un nuovo polo sanitario di valenza sovracomunale, infatti, che ospiti servizi di aiuto sociale e sanitario: la residenza per anziani, un nucleo Alzheimer, un'area "post acuti", un centro diurno".

Come ci si sposterà nella nuova Concorezzo?

"In termini di connessione della Città incrementare il livello e la qualità dei collegamenti urbani ed extraurbani; infatti la rigenerazione urbana non può prescindere dal tema della mobilità dolce e sostenibile, sia all’interno del tessuto urbano consolidata sia nella fascia più prettamente agricola. In questo un contributo fondamentale arriverà dai progetti legati al Borgo del futuro".

*/ ?>

Politica

Nuovo Pgt: meno consumo di suolo, più servizi

Nuovo Pgt: meno consumo di suolo, più servizi

Concorezzo. Dopo una maratona di 50 ore, il Consiglio comunale ha approvato il nuovo Piano di governo del territorio (PGT). Si è parlato tanto delle nottate in Municipio, delle facce stanche di molti consiglieri, delle polemiche e anche di alcuni contributi utili di parte della minoranza. E' il momento di andare più a fondo e lo facciamo con una intervista all'assessore all'Urbanistica, l'assessore Silvia Pilati. (nella foto è la prima a sinis

Concorezzo. E’ entrato in vigore giovedì 10 febbraio, il nuovo regolamento edilizio di Concorezzo, lo strumento urbanistico che regola le modalità costruttive della edificazione urbana.

“Tra le novità del nuovo regolamento edilizio di Concorezzo,  l’istituzione di una Commissione per il Paesaggio e la disciplina del colore- ha spiegato l’assessore al Territorio Silvia Pilati-. Con il Piano del colore verranno regolamentati, di fatto, gli interventi sulla colorazione di facciate esterne che guardano verso vie o piazze e quelli relativi a cortili interni e muri di cinta per tutelare, conservare e riqualificare il patrimonio edilizio della città. Si tratta di una novità importante per la nostra città. Una guida che potrà veicolare i cittadini e gli operatori del settore verso la valorizzazione architettonica degli elementi dell’ambiente urbano in un’ottica di coerenza culturale e artistica. Un ringraziamento agli uffici per il lavoro fatto in questi mesi. Lavoro che ha portato a mettere a disposizione della nostra città uno strumento innovativo, che ci proietta verso il futuro”.

Per quanto riguarda invece la commissione per il Paesaggio, il Comune ha aperto le candidature per professionisti del settore che si mettano a disposizione della comunità.

Il nuovo organo  tecnicoconsultivo avrà competenza in merito all'espressione dei pareri obbligatori previsti dalle leggi nazionali e regionali rispetto a procedimenti di autorizzazioni paesaggistiche. Inoltre esprimerà pareri per gli interventi di arredo urbano, piani attuativi, interventi edilizi nel centro storico quando è

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

prevista una modifica dell'aspetto esteriore degli edifici che si affacciano sulla via pubblica, compreso la posa di insegne e scritte pubblicitarie.

 

*/ ?>

Politica

Un piano colore per valorizzare le facciate degli edifici di Concorezzo

Un piano colore per valorizzare le facciate degli edifici di Concorezzo

Concorezzo. E’ entrato in vigore giovedì 10 febbraio, il nuovo regolamento edilizio di Concorezzo, lo strumento urbanistico che regola le modalità costruttive della edificazione urbana. “Tra le novità del nuovo regolamento edilizio di Concorezzo,  l’istituzione di una Commissione per il Paesaggio e la disciplina del colore- ha spiegato l’assessore al Territorio Silvia Pilati-. Con il Piano del colore verranno regolamentati, di fa

Concorezzo. E' entrato in vigore oggi, mercoledì 14 luglio, la Variante generale al Piano di Governo del Territorio. Al contempo decade il periodo di salvaguardia e il PGT Secchi viene abbandonato.

“Siamo sicuramente soddisfatti del lavoro fatto in questi mesi- ha commentato l’assessore al Territorio Silvia Pilati-. Un lavoro importante che ci permette oggi di avere un nuovo PGT finalizzato al risparmio di consumo di suolo, recupero e valorizzazione del patrimonio edilizio esistente”.

Il Piano, comprensivo di tutti gli allegati, è pubblicato sul sito comunale nella pagina Servizio Urbanistica ed Edilizia Privata.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Politica

Urbanistica, dal 14 luglio in vigore il nuovo PGT

Urbanistica, dal 14 luglio in vigore il nuovo PGT

Concorezzo. E' entrato in vigore oggi, mercoledì 14 luglio, la Variante generale al Piano di Governo del Territorio. Al contempo decade il periodo di salvaguardia e il PGT Secchi viene abbandonato. “Siamo sicuramente soddisfatti del lavoro fatto in questi mesi- ha commentato l’assessore al Territorio Silvia Pilati-. Un lavoro importante che ci permette oggi di avere un nuovo PGT finalizzato al risparmio di consumo di suolo, recupero e valor