Così il Monza fa sognare davvero: e 5!

20190923_070144.jpg

Il Monza manda un’altra cartolina alle sue avversarie per la promozione in Serie B, stavolta con tanti saluti da Lecco, dove la squadra locale, al terzultimo posto in classifica, nulla ha potuto per arrestare la marcia trionfale del “panzer” biancorosso. Cinque vittorie nelle prime cinque partite di campionato il Monza non le aveva mai ottenute nei precedenti 106 anni di vita.

Sul terreno sintetico del “Rigamonti-Ceppi”, di fronte a 3289 spettatori (di cui circa 400 di fede biancorossa), la compagine allenata da Cristian Brocchi ha dominato la formazione bluceleste, apparsa più fragile in difesa che spuntata davanti. Anche oggi fondamentale per il tecnico milanese è stato l’apporto della panchina: dato che mercoledì prossimo il calendario prevede un turno infrasettimanale, tra le fila ospiti si sono contati ben cinque avvicendamenti. Oltre al lungodegente Rigoni, sempre sostituito da Fossati, a centrocampo mancava l’infortunato Armellino, rimpiazzato da Palazzi, mentre Sampirisi, Iocolano, Mosti e Marchi hanno preso il posto rispettivamente di Lepore, D’Errico, Chiricò e Finotto.

Davanti anche stavolta a “patron” Silvio Berlusconi, i biancorossi sono passati in vantaggio neanche a metà primo tempo col solito sinistro da fuori area di Anastasio che si infila nell’angolino. Di Brighenti e Chinellato le altre due occasioni, una per parte, della frazione di tempo.

A inizio ripresa è stato invece Mosti a porre il sigillo sulla seconda rete ospite con un gran sinistro riprendendo una respinta della barriera su calcio di punizione. Prima del 3-0 di Chiricò al termine di un’azione di rimessa, si sono registrate due occasioni per Brighenti, una per Gliozzi ma anche due opportunità di marca locale con Maffei (conclusioni entrambe respinte da Lamanna). Nel recupero è stato ancora Chiricò a mangiarsi un gol mandando a lato un tiro facile.

Il match è stato accompagnato dagli scambi di affettuosità tra le due tifoserie gemellate. I lecchesi hanno esordito con lo striscione “Lunga vita agli amici sinceri, Lecco saluta gli ultras monzesi” al quale è stato risposto con lo striscione “Ultras nella vita, Monza e Lecco amicizia infinita”. Successivamente ancora i padroni di casa hanno srotolato lo striscione “25 anni da ultras, tanti auguri Sab”, riferito al quarto di secolo compiuto dal gruppo ultrà del Monza.

In sala stampa Brocchi ha elogiato “i ragazzi che stanno lavorando bene. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, che è stata sempre propositiva, aggressiva in avanti. Comunque, avendo una partita mercoledì bisognerà mettersi subito con la testa giusta nei confronti di questo appuntamento. Il ‘turnover’ l’ho adottato per la serie di impegni che ci aspetta ma anche perché tutti stanno lavorando alla grande. Penso per esempio a Palazzi. Ho la panchina lunga ma bisogna anche saperla gestire. Berlusconi? È bello per i ragazzi vedere un presidente vincente e impegnato come lui venire a tutte le partite. Come fai poi a non dare il 110% in campo?”.

Il match di mercoledì si giocherà alle ore 20.45 al Brianteo contro la Robur Siena.

Aggiungi commento