Slider

Ottima partenza nei playoff scudetto per la Saugella

vanheckedanesimuro.jfif

SAUGELLA MONZA-REALE MUTUA FENERA CHIERI 3-0
 
I playoff scudetto per la Saugella Monza iniziano come è finita la CEV Cup: con una vittoria per 3-0 senza discussioni. A differenza che con le turche del Galatasaray HDI Istanbul, però, il successo delle ragazze rosablù è stato sofferto perché la Reale Mutua Fenera Chieri si è dimostrata squadra tosta, molto forte in ricezione e in difesa. Contro una “super” Saugella, comunque, nulla ha potuto nonostante l’assenza in panchina tra le brianzole del “condottiero”, l’allenatore Marco Gaspari, bloccato dal “coronavirus” assieme a uno scoutman della società. A dirigere le ragazze (ma neanche più di tanto e del resto non ce n’era praticamente bisogno) è stato il suo vice Fabio Parazzoli.
 
Oggi erano in campo la terza della regular season contro la sesta, divario non visto nei precedenti a Chieri e a Monza, dove le squadre di casa si erano imposte per 3-2. Le piemontesi sono giunte all’Arena, naturalmente sempre chiusa al pubblico, dopo 16 giorni di “stop” (dovuto al ritiro dai pre-playoff per troppi casi di positività delle avversarie della Vbc Èpiù Casalmaggiore) e con la palleggiatrice titolare Bosio in panchina per onor di firma.
 
Nel primo set, che vede il ritorno di Orthmann titolare dopo il fastidio muscolare all’addome che l’ha bloccata per quasi un mese, le monzesi provano la fuga (10-6) trascinate da una superlativa Danesi (Mvp del match con 15 punti, di cui 6 a muro e 9 in attacco, pari all’81%). 3 muri consecutivi delle ospiti, di cui gli ultimi 2 della centrale Mazzaro, cresciuta nel consorzio brianzolo, riportano la parità (12-12). Con 2 attacchi di Meijners (7 punti nel primo set) le padrone di casa riallungano (23-19), ma subiscono nuovamente il ritorno delle torinesi, che si riportano a -1. A chiudere i conti sul 25-22 sono una schiacciata di Meijners e un muro di Orro, entrambe protagoniste assieme a Parrocchiale di un’ottima gara. Per dare un’idea di quanto coriacee siano state le ragazze guidate da Giulio Cesare Bregoli, la frazione di gioco si è chiusa sul filo di lana nonostante le differenze di percentuali di squadra in attacco fossero abissali: del 42% la Saugella, del 21% la Reale Mutua Fenera.
 
Il secondo set si dimostra altrettanto spettacolare grazie alle percentuali da urlo in ricezione delle due contendenti. Orro si diverte un mondo a smistare palle di qua e di là, di su e di giù, davanti e di dietro. Le chieresi faticano a star dietro a muro, ma resistono in difesa e contrattaccano con quello che hanno. La Saugella mette la freccia sull’8-8, ma le ospiti si attaccano alle caviglie e reggono fino al 15-14. Nonostante le schiacciate di Villani si va sul 22-17, vantaggio difeso fino alla fine (25-20).
 
Bregoli cambia l’opposto, sostituendo una deludente Grobelna (1 ace ma 3 attacchi punto per un misero 18%) con Laak. La mossa all’inizio sortisce buoni effetti, con la Reale Mutua Fenera che si porta a +2 (5-7) grazie proprio a 3 schiacciate della estone. Ma la Saugella non ha voglia di tirare per le lunghe il match e si scatena in attacco chiudendo il parziale con un fantastico 64%. Gli ultimi 3 punti, che fissano il punteggio sul 25-18, sono di Van Hecke (2) inframmezzati da un muro di Heyrman.
 
Gara-2 a Chieri si disputerà giovedì prossimo alle ore 18.30: le monzesi non dovranno abboccare al “pesce d’aprile” che prepareranno loro le tenaci piemontesi, perché il bis di oggi significherà l’accesso alle semifinali scudetto.
 
 
FOTO ROBERTO DEL BO
Aggiungi commento