santalfredo
santalfredo

Biassono

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Si è spento a 86 anni don Luigi Gaiani, sacerdote concorezzese che era stato chiamato a esercitare la missione pastorale ad Arcore, Desio e Biassono. Don Luigi era stato ordinato nel 1953, un anno storico per Concorezzo che, in quell'anno, vide diventare sacerdoti ben cinque concittadini: oltre a don Luigi, Don Ambrogio Balconi, Padre Angelo Biraghi, Don Luigi Gaviraghi e Don Felice Viasco. Dopo Biassono e Desio, don Luigi era diventato un punto di riferimento per Arcore, vivendo in quella città per ben 17 anni. I funerali saranno celebrati domani, mercoledì, alle 10, nella chiesa di Sant'Eustorgio ad ArcoreNato a Concorezzo il 10 aprile 1929, don Luigi era stato ordinato sacerdote nel Duomo di Milano il 30 giugno 1953. Dal 1953 al 1954 Vice Rettore Seminario Seveso. Dal 1954 al 1965 Vicario parrocchiale a Biassono. Dal 1965 al 1991 Parroco a Desio - Santi Pietro e Paolo. Dal 1991 al 2007 Parroco a Arcore - S. Eustorgio, poi residente. Foto tratte dall'Archivio storico di Concorezzo e dal sito Avis di Biassono.

Leggi anche

1953: una mostra ricorda la storica ordinazione di cinque sacerdoti

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Addio don Luigi, Concorezzo piange il suo sacerdote

Addio don Luigi, Concorezzo piange il suo sacerdote

Concorezzo. Si è spento a 86 anni don Luigi Gaiani, sacerdote concorezzese che era stato chiamato a esercitare la missione pastorale ad Arcore, Desio e Biassono. Don Luigi era stato ordinato nel 1953, un anno storico per Concorezzo che, in quell'anno, vide diventare sacerdoti ben cinque concittadini: oltre a don Luigi, Don Ambrogio Balconi, Padre Angelo Biraghi, Don Luigi Gaviraghi e Don Felice Viasco. Dopo Biassono e Desio, don Luigi era

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREPoco spettacolo e tanto agonismo, Biassono e Concorezzese non si fanno male e chiudono a reti inviolate ( 0-0 )

Le formazioni:

ACD BIASSONO - Ripamonti, Pozzi ( dal 41'st Savasta ), Fossati, Cassamagnaga, Capelli, Bani, Galbiati, Abd Alla, DellOrto ( dal 29'st Mendez ), Di Pierro ( dal 44'st Colombo ), Rossi ( dal 14'st Debonis ). A disposizione di mister Roberto Mastrolonardo; Biazzi, Patti, Luri.

GSD CONCOREZZESE - Corsaro, Bosisio, Formenti, Bertini, Sironi, Bonfanti, Parma, Turati ( dal 34'st Colombo ), Meroni ( dal 14'st Rebuzzini ), Sangalli ( dal 41'st Fadini ), Calloni ( dal 32'pt Silipigni ). A disposizione di mister Alberto Motta; Leserri, Cazzaniga, Troiano.

DIRETTORE DI GARA - Sig. Brozzoni di Bergamo

ASSISTENTI - Sig. Volpe e sig. Cicognani di Busto Arsizio

La cronaca dell'incontro:

3' Calcio di punizione dalla destra al limite dell'area per il Conco con alla battuta Turati. Il colpo di testa di Meroni esce di pochissimo.

6' Meroni riceve il pallone sulla soglia dell'area avversaria con alle spalle la porta. La girata di destro colpisce la traversa.

14' Di Pierro si invola sulla fascia destra ma giunto in area piccola concorezzese sulla linea di fondo campo marcato stretto da Sironi calcia alto sopra la porta.

18' Calcio di punizione per il Biassono calciata da Di Pierro dalla linea laterale sinistra. Dopo un rimpallo in area la sfera arriva tra i piedi di Abd Alla che prova la rovesciata, Corsaro blocca sicuro.

23' Di Pierro da centrocampo indisturbato corre palla al piede sulla destra fino al limite dell'area. Conclusione sul fondo.

28' Calcio di punizione dai venti metri per il Biassono sulla sinistra con Fossati alla battuta. L'azione sfuma tra i piedi di Abd Alla i biancorossi ripartono.

37' Cassamagnaga commette una irregolarità ai danni di Parma. Il calcio piazzato decentrato a sinistra  battuto da Sangalli offre la palla sul secondo palo a Bosisio che in ritardo in scivolata non trova la porta di poco.

40' Bosisio dopo aver vinto un contrasto al centro del campo la mette in area ma ne a Parma ne a Meroni riesce il tocco decisivo. Ripamonti raccoglie la sfera.

43' Tiro-cross rossoblu calciato nei pressi della bandierina sinistra che si spegne direttamente oltre la porta ospite.

46' Conclusione dal limite di Abd AllaCorsaro non trattiene il pallone e Rossi capitalizza in rete ma il direttore di gara segnala il fuorigioco dell'attaccante locale.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

3' Dagli estremi di un corner dalla sinistra il pallone arriva tra i piedi di Dell'orto sulla soglia dell'area. La sua conclusione non impensierisce Corsaro tra i propri pali. 

7' Silipigni sgambetta Fossati. Calcio di punizione dai 25 metri sulla sinistra del campo, Di Pierro dalla battuta non inquadra al meglio lo specchio della porta.

8' Formenti corre con la palla sulla fascia sinistra, il suo tiro-cross esce direttamente sul fondo.

9' Meroni in contropiede si invola verso l'area avversaria ma il suo assist in mezzo per Sangalli viene intercettato da Abd Alla.

11' Calcio di punizione dai 30 metri con alla battuta BosisioBani allontana il pallone con i piedi.

13' Il Biassono non sfrutta una disattenzione di Sironi sotto porta su un'azione casalinga partita dalla rimessa laterale destra. Palla fuori dal campo.

18' Parma atterra da dietro Di Pierro. Calcio di punizione dal limite destro dell'area per i padroni di casa, Abd Alla manda direttamente il pallone sul fondo.

27' Il triangolo offensivo dei rossoblu tra Pozzi Debonis viene interrotto da Corsaro con le mani.

33' Parma viene redarguito del secondo cartellino giallo per un intervento scorretto a centrocampo. Il Conco rimane in dieci uomini.

35' Sangalli si incunea in area dalla sinistra, Bani lo ferma mentre carica il tiro.

45' Calcio di punizione dalla tre quarti sulla linea laterale destra ma Capelli Savasta non si intendono alla battuta. Occasione sprecata per il Biassono.

47' Sironi si rifugia in calcio d'angolo. Dalla bandierina e dopo alcuni rimpalli all'interno dell'area biancorossa la conclusione di Debonis si impenna oltre la traversa.

 

Gli altri risultati del Girone B di promozione:

Barzago - Pro Lissone ( 2-1 ); Cinisello - Dipo Vimercatese ( 0-2 ); Colicoderviese - Costamasnaga ( 1-1 ); Lissone - Casati Arcore ( 2-4 ); Menaggio - Pontelambrese ( 1-2 ); Speranza Agrate - Real Milano ( 1-0 ); Villa - Vibe Ronchese ( 2-1 ).

La classifica alla 26esima giornata di campionato: 

Pontelambrese 52*; Dipo Vimercatese 45*; Vibe Ronchese 43*; Lissone**, Barzago* 41; Colicoderviese 38; CONCOREZZESE*,Menaggio*34; Speranza Agrate 33*; Casati Arcore 30*; Biassono*, Villa*, Costamasnaga* 29; Cinisello 25* Real Milano 22*, Pro Lissone 18*.

( * una partita in meno / ** due partite in meno )

Prossimo turno, domenica 8 aprile alle ore 15.30:

Casati Arcore - Barzago; CONCOREZZESE - CINISELLOCostamasnaga - Lissone; Dipo Vimercatese - Speranza Agrate; Pontelambrese - Biassono; Pro Lissone - Menaggio; Real Milano - Villa; Vibe Ronchese - Colicoderviese.

*/ ?>

Sport

Calcio, Conco e Biassono giocano a non farsi male

Calcio, Conco e Biassono giocano a non farsi male

Poco spettacolo e tanto agonismo, Biassono e Concorezzese non si fanno male e chiudono a reti inviolate ( 0-0 ) Le formazioni: ACD BIASSONO - Ripamonti, Pozzi ( dal 41'st Savasta ), Fossati, Cassamagnaga, Capelli, Bani, Galbiati, Abd Alla, DellOrto ( dal 29'st Mendez ), Di Pierro ( dal 44'st Colombo ), Rossi ( dal 14'st Debonis ). A disposizione di mister Roberto Mastrolonardo; Biazzi, Patti, Luri. GSD CONCOREZZESE - Corsar

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Concorezzo. Rebuzzini e Meroni piegano il Biassono. Il Conco vince 2-0 al 'Bonizzi e Soglio'. I biancorossi del calcio con una rete per tempo e a clessidra esaurita mettono tre punti preziosi in cassaforte mandando gli ospiti sempre più in fondo alla classifica del Girone B di Promozione. Splende il sole dunque questa domenica al comunale di via Pio X anche se l'incontro non regala grosse emozioni: le due compagini combatteranno per la maggior parte del tempo in mezzo al campo facendo fatica ad oltrepassare i rispettivi reparti difensivi. 

Ora ad attendere sul proprio campo i ragazzi guidati da mister Alberto Motta saranno quelli del Cinisello reduci dal pareggio conquistato in trasferta a Vimercate contro la capolista Dipo agganciata in vetta dalla Vibe Ronchese. Goleada a Vimodrone della Speranza Agrate.

Gli altri risultati della 11a giornata:

Casati Arcore - Lissone ( 2-1 ); CostaMasnaga - Colicoderviese ( 3-4 ); Di.Po.Vimercatese - Cinisello ( 1-1 ); Pontelambrese - Menaggio ( 2-0 ); Pro Lissone - Barzago ( 0-1 ); Real Milano - Speranza Agrate  ( 0-6 ); Vibe Ronchese - Villa ( 1-0 ).

La classifica:

Di.Po.Vimercatese, Vibe Ronchese 22; Pontelambrese 20; Colicoderviese, Barzago 19; Lissone 17; Concorezzese, CostaMasnaga 16; Menaggio 15; Villa, Real Milano 14; Pro Lissone, Speranza Agrate 12; Cinisello, Casati Arcore 9; Biassono 6.

Prossimo turno, domenica 26 novembre alle ore 14.30:

Barzago - Casati Arcore; Biassono - Pontelambrese; Cinisello - Concorezzese; Colicoderviese - Vibe Ronchese; Lissone - CostaMasnaga; Menaggio - Pro Lissone; Speranza Agrate - Di.Po.Vimercatese; Villa - Real Milano.

Le formazioni:

GSD CONCOREZZESE ( completo gialloblu ) - Corsaro, Secchi ( dal 31'st Bosisio ), Formenti, Bertini, Sironi, Bonfanti, Colombo ( dal 31'st Calloni ), Turati, Rebuzzini ( dal 25'st Fadini ), Sangalli ( dal 1'st Meroni ), Parma. A disposizione di mister Alberto Motta; Leserri, Zangari, Silipigni.

BIASSONO ( tenuta bianca ) - Biazzi, Pozzi, Fossati ( dal 21'st Gaglio ), Lauri, Patti, Bani, Caccianiga ( dal 38'st Mendez ), Mosca, Gennarelli, Colombo, Rossi ( dal 21'st Verderio ). A disposizione di mister Roberto Mastrolonardo; Nespoli, Chiavegati, Conte, D'ovidio.

TERNA ARBITRALE - Arbitro sig. Ferrario di Seregno. Assistenti sig. Pagani di seregno e sig. Maggio di Monza.

La cronaca del match:

4' Caccianiga dal limite centrale dell'area, si distende Corsaro tra i propri pali.

6' Doppio corner battuto dalla bandierina sulla destra. Al secondo tentativo Corsaro in uscita aerea blocca sicuro la palla e subisce una carica avversaria.

11' Turati da un calcio di punizione ( fallo da dietro di Rossi ai danni di Parma ) nella metà campo rossoblu la mette in area. Patti con la testa allontana la sfera.

18' Corner dalla destra battuto da Turati. Il pallone arriva nei pressi di Rebuzzini che prova la rovesciata, Mosca allontana dall'area.

25' Cross dalla sinistra di Marco Colombo ma la palla attraversa tutto lo specchio della porta concorezzese terminando a lato del campo.

28' Marco Colombo dalla destra la mette al centro appena dentro l'area casalinga ma Bonfanti interrompe l'azione offensiva ospite allontanando il pallone.

29' Pallonetto di Rebuzzini verso l'angolo più lontano della porta difesa da Biazzi dalla linea di fondo campo sinistra. La palla scheggia la parte superiore della traversa.

35' Calcio di punizione dalla tre quarti per il Conco sulla sinistra. Turati la mette a mezz'altezza, Fossati si rifugia in calcio d'angolo.

40' Calcio da fermo nei pressi della bandierina sinistra per i padroni di casa. Turati la mette al centro dell'area, lo stacco di testa di Parma non ha esito positivo. Palla alta sopra la porta.

43' Fossati controbatte in corner il cross di Sangalli dalla destra. Dagli sviluppi del calcio d'angolo la battuta a rete di Rebuzzini manda il pallone alto sopra la porta.

45' Calcio di punizione da centrocampo per il biassono causato da un intervento falloso di RebuzziniBani dalla battuta la mette in area, Sironi con i piedi allontana ma la sfera arriva tra i piedi di Lauri che dal limite dell'area manca il bersaglio.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

46' Cross di Formenti verso la testa di Rebuzzini all'interno dell'area avversaria. L'incornata è vincente! ( 1-0 )

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

3' La fuga in avanti di Rossi sulla fascia sinistra termina fuori dal tappeto verde con il contributo di Secchi.

5' Turati dagli estremi di un calcio d'angolo sulla destra la mette nell'area piccola ospite, palla troppo alta per la testa di Rebuzzini.

10' Colombo si impossessa del pallone al centro del campo servendo in area l'indisturbato Rebuzzini a tu per tu con Biazzi. Ha la meglio il portiere.

18' Calcio di punizione dalla linea laterale destra da oltre trenta metri. Turati la mette in area rossoblu, Mosca con la testa spazza via la palla.

28' Meroni si incunea palla al piede tra due difensori in area dalla sinistra avversaria senza riuscire a calciare. Fadini in supporto sotto porta chiede il rigore per una presunta irregolarità. Il direttore lascia correre.

33' Fadini vince un contrasto sulla destra all'interno dell'area biassonese ma la sua conclusione verso il primo palo non va a buon fine.

35' Fadini corre palla al piede fino alla linea di fondo destra ma Bani gli chiude lo specchio della porta.

36' Parma dalla destra entra in area per poi servire Calloni che però fa cilecca con i piedi.

44' Corner dalla destra con Pozzi alla battuta. Dall'occasione ospite il Conco parte in contropiede con Fadini sulla fascia sinistra venendo fermato in rimessa laterale.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

45' Calloni dalla destra sguscia in area rossoblu servendo di piatto sotto porta Meroni che deve solo accompagnare in rete il pallone ( 2-0 )

47' Il Biassono reagisce tramite un calcio piazzato all'interno della metà campo concorezzese. Lauri dalla battuta la mette in area, Sironi dopo alcuni rimpalli manda la palla in calcio d'angolo. Dal cross dalla bandierina destra Mendez val al tiro che Corsaro sul primo palo respinge.

49' Meroni servito in area piccola sulla sinistra e marcato stretto prova la conclusione verso la porta. Pallone sull'esterno della rete.

*/ ?>

Sport

Calcio, Rebuzzini-Meroni: vittoria!

Calcio, Rebuzzini-Meroni: vittoria!

Concorezzo. Rebuzzini e Meroni piegano il Biassono. Il Conco vince 2-0 al 'Bonizzi e Soglio'. I biancorossi del calcio con una rete per tempo e a clessidra esaurita mettono tre punti preziosi in cassaforte mandando gli ospiti sempre più in fondo alla classifica del Girone B di Promozione. Splende il sole dunque questa domenica al comunale di via Pio X anche se l'incontro non regala grosse emozioni: le due compagini combatt

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassonoSul campo di via Parco le reti rimangono sgonfie. Il primo incontro del campionato di Promozione termina tra il Biassono e la Concorezzese termina sul punteggio di 0-0 con solo una manciata di ghiotte occasioni sotto le rispettive porte. Le due compagini spenderanno tutte le loro energie solo per quarantacinque minuti: primo tempo tutto per i padroni di casa che comprimono i biancorossi nella propria metà campo fino a quando non si accende il Conco durante la ripresa.

Le formazioni:

ACD BIASSONO - Ripamonti A., Magno, Fossati, Cibin, Bonacina, Pozzi, Mosca ( dal 27'st DePaolis ), Zorloni, Riolo ( dal 39'st Mendez ), Rossi ( dal 29'st De Bonis ), Di Pierro ( dal 15'st Dell'orto ). A disposizione di mister Gianluigi Aprile; Nespoli, Maddalena, Macovei, Rolandi, Ripamonti C.

GSD CONCOREZZESE - Corsaro, Secchi ( dal 17'st Bosisio ), Farina ( dal 17'st Zangari ), Bertini, Formenti, Bonfanti, Parma, Bala, Meroni ( dal 40'st Sangalli ), Calloni, Giorgi. A disposizione di mister Alberto Motta; D'agostino, Carrusci, D'onofrio, Rebuzzini, Chahb, Mehtaj.

DIRETTORE DI GARA - Sig. Santinelli di Bergamo

ASSISTENTI - Sig. Mapelli e sig. Pasciuti di Treviglio

La cronaca:

PRIMO TEMPO - 1' Calcio di punizione causato dall'atterramento di Rossi per i padroni di casa da circa venti metri. Cibin calcia direttamente alto oltre la traversa.

4' Meroni in fuga offensiva viene agganciato sulla destra da ZorloniBala dal calcio piazzato manda la palla alta sopra la porta.

6' Di Pierro prova la conclusione dal limite dell'area senza trovare lo specchio della porta.

8' Il tiro di Mosca non è impeccabile. Corsaro respinge in calcio d'angolo.

10' Calcio di punizione dalla linea laterale sinistra . Cibin la mette in area, Corsaro risponde in uscita aerea con i pugni. 

14' Meroni viene fermato sulla sinistra del campo da Pozzi in calcio d'angolo. Il tiro dalla bandierina di Bala va a vuoto.

15' Bala dalla linea laterale destra dagli estremi di un calcio da fermo la mette in area. Farina non colpisce al meglio la sfera quanto basta per metterla nel sacco.

22' Rossi prova il tiro dal limite dell'area biancorossa. Pallone che esce sul fondo alla destra di Corsaro.

25' Mosca va al tiro ma il pallone diretto verso l'angolo più lontano trova la gamba di Bonfanti che respinge.

33' Rossi riceve da un cross di Riolo dalla sinistra appena fuori l'area piccola concorezzese incespicando con il pallone sul più bello.

35' Rossi dalla distanza lancia in avanti RioloCorsaro in uscita dai pali lo anticipa.

44' Calcio di punizione rossoblu dalla linea laterale sinistra. La battuta di Cibin viene fermata al centro dell'area dalla testa di Bonfanti.

SECONDO TEMPO - 2' Meroni entra in area con il pallone minaccioso dalla sinistra ma Fossati da terra riesce a fermarlo in extremis.

5' Meroni vede Parma alla sua destra che a sua volta cerca il cross dalla linea di fondo campo, Bonacina in tuffo di testa allontana. Il tiro di Meroni dal limite dell'area si impenna sopra la porta.

8' Rossi vede sulla sinistra DiPierro ma la sua corsa termina oltre la linea di fondo anche grazie la copertura di Secchi.

9' Meroni in mischia all'interno dell'area avversaria sulla sinistra calcia in volata addosso a Ripamonti mentre gli si fionda sui piedi.

12' Calloni dalla sinistra serve Bertini appostato sulla soglia dell'area locale per poi appoggiarla tra le ali dei piedi di Secchi. La conclusione a rasoterra del terzino del Conco viene ribattuta dalla difesa.

16' Parma in fuga sulla fascia destra viene fermato da Fossati, pallone sul fondo. Inutili le proteste per la concessione del calcio d'angolo.

20' Formenti ferma sulla linea di fondo sinistra un'azione partita da Zorloni e passata tra i piedi di Rossi.

22' Meroni in fuga verso il pallone spalla a spalla con Bonacina si deve arrendere all'esperienza del capitano biassonese.

26' Bosisio perde palla facendo partire in contropiede Zorloni servendo a sua volta sulla sinistra RioloFormenti e Bertini ci mettono una pezza all'atezza del primo palo.

36' Calloni e Parma non riesce la triangolazione in fase offensiva sulla parte destra del campo, la stanchezza inizia a farsi sentire.

38' Meroni viene atterrato duramente da Bonacina sulla soglia dell'area. Bala fa compiere una prodezza a Ripamonti sulla linea di porta dagli estremi di un calcio di punizione fermando la palla nell'angolino basso.

43' Calcio di punizione da centrocampo con alla battuta CibinCorsaro in uscita ribatte con i pugni il pallone.

2' MINUTI DI RECUPERO - Il tirocross di Bosisio dalla linea di fondo destra non trova nessun tocco sotto la porta rossoblu.

 

Gli altri risultati del Girone B:

Barzago - Menaggio ( 1-1 ); Sporting BasianoMasate - Casati Arcore ( 1-1 ); Brianza CernuscoMerate - Speranza Agrate ( 1-0 ); DiPo Vimercatese - Colicoderviese ( 0-4 ); Luciano Manara - Vis Nova Giussano ( 1-2 ); Vibe Ronchese - Aurora Calcio ( 1-1 ); Alta Brianza Tavernerio - Lissone (1-0 ).

La classifica:

Alta Brianza Tavernerio, Colicoderviese, Vis Nova Giussano, Brianza CernuscoMerate 3; Aurora Calcio, Barzago, Menaggio, Sporting BasianoMasate, Casati Arcore, Vibe Ronchese, Biassono, Concorezzese 1; Lissone, Luciano Manara, Speranza Agrate, DiPo Vimercatese 0.

Prossimo turno, domenica 16 settembre alle ore 15.30:

Casati Arcore - Luciano Manara; Colicoderviese - Brianza CernuscoMerate; Concorezzese - Sporting BasianoMasate; Lissone - Barzago; Menaggio - DiPo Vimercatese; Speranza Agrate - Biassono; Vibe Ronchese - Alta Brianza Tavernerio; Vis Nova Giussano - Aurora Calcio.

*/ ?>

Sport

Calcio, un punticino per Conco e Biassono

Calcio, un punticino per Conco e Biassono

Biassono. Sul campo di via Parco le reti rimangono sgonfie. Il primo incontro del campionato di Promozione termina tra il Biassono e la Concorezzese termina sul punteggio di 0-0 con solo una manciata di ghiotte occasioni sotto le rispettive porte. Le due compagini spenderanno tutte le loro energie solo per quarantacinque minuti: primo tempo tutto per i padroni di casa che comprimono i biancorossi nella propria metà campo fino

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Si ferma l'avventura del Conco in Coppa Lombardia. Devoluto l'incasso dell'incontro ai terremotati del centro Italia.Sconfitta di misura ieri sera dei biancorossi del calcio. Fulvio Gigante dopo aver ricevuto il pallone dalla parte sinistra del campo da Cassamagnaga trafigge Luca Lissoni in diagonale nell'angolo più lontano allo scadere del primo tempo. Inutile il forsennato tentativo del Conco di rimettere in discussione le sorti dell'incontro.

1' Calcio di punizione dal limite dell'area per i padroni di casa: Cassamagnaga impegna Lissoni tra i pali.

3' Calcio piazzato in favore dei biancorossi da circa venti metri; Colombo calcia il pallone sulla barriera uscendo sul fondo. Dal corner Sironi, appostato in mezzo all'area, commette una irregolarità.

8' I rossoblu spingono in avanti. Gigante all'interno dell'area piccola viene fermato in calcio d'angolo dalla retroguardia biancorossa. Al ribaltone di fronte la fuga di Meroni viene fermata da Gualandris in uscita.

10' Calcio da fermo per l Conco dalla sinistra del campo. La battuta diretta di Sangalli sorvola i legni.

12' Calcio di punizione per il Biassono dalla tre quarti. La sfera sorvola tutta l'area ospite senza trovare alcun tocco.

16' Il tiro di Mendez, nella parte sinistra del rettangolo verde, da fuori area non trova la porta; palla sul fondo.

18'Pericolo in area concorezzese. Di Santagada l'ultimo tocco pi la difesa allontana in qualche modo la palla.

19' Lissoni si rifugia in calcio d'angolo da un potente tiro dalla destra del campo.

23' Lissoni e qualche rimbalzo sotto porta graziano il Conco. Gigante è in agguato.

25' Cambiaghi tenta di impensierire la difesa casalinga con il suo sinistro appena dentro l'area. D'Amoregli respinge la battuta a rete.

27' Meroni si procura un calcio di punizione da circa trenta metri. Il tiro di Sangalli trova la testa di Clerici che allontana il pallone.

30' Meroni Cambiaghi su azione di contropiede si scambiano il pallone fino alla linea di fondo poi l'azione sfuma in mezzo all'area avversaria.

32' In sospensione aerea Lissoni si impossessa tra due uomini rossoblu il pallone.

36' Mendez si rende pericoloso all'interno dell'area concorezzese ma la sua conclusione viene prontamente respinta dalla difesa. La palla arriva tra i piedi di Cassamagnaga che spara alle stelle.

38' Punizione dal limite per i padroni di casa nella parte destra del campo. Il tiro insidioso di Bernardoni impegna in due tempi Lissoni sul primo palo poi, il direttore di gara ferma il gioco per una irregolarità all'interno dell'area ai danni dei biancorossi.

42' Troppo lungo l'assist verso il velocissimo MeroniGualandris arriva prima sulla palla.

44' Da una azione partita da Cassamagnaga sulla fascia sinistra del campo, il pallone arriva a Gigante che con una micidiale diagonale la mette nel sacco ( 1-0 ).

Il secondo tempo il risultato rimane invariato. L'undici di mister Motta faticherà ad invalicare la retroguardia locale; Andrea Gualandris dormirà sonni tranquilli nella propria porta al contrario del collega Luca Lissoni sul fronte opposto che addirittura in un paio di occasioni fa il miracolo sulle conclusioni di Galbiati e Clerici da fuori area. 

 

Le formazioni:

ACD BIASSONO- Gualandris, Caruso, D'Amore, Cassamagnaga, Clerici, Esposito, Gigante ( dal 44'st Pozzi ), Galbiati ( dal 32'st Di Martino ),Mendez ( dal 19'st Gaglio ), Bernardoni, Santagada ( dal 36' Trabattoni ). A disposizione di mister Matteo Averani; Trizio, Bani, Cirò.

GSD CONCOREZZESE- Lissoni, Poletto ( dal 1'st Parma ), Viganò ( dal 15'st Zangari ), Golemme ( dal 20' Bercè ), Sironi, Bonfanti, Colombo, Rossi, Cambiaghi ( dal 7'st Rebuzzini ), Sangalli, Meroni ( dal 37'st D'Angelo ). A disposizione di Alberto Motta; Leserri, Masini

DIRETTORE DI GARA- Sig. Pizzarelli di Milano

Tutti i risultati del Girone:

  1. Campagnola don Bosco - Biassono ( 0-3 ); La Dominante - Concorezzese ( 1-2 )
  2. Biassono - La Dominante ( 1-0 ); Concorezzese - Sovicese ( 3-1 )
  3. La Dominante - Campagnola Don Bosco ( 5-1 ); Sovicese - Biassono ( 0-6 )
  4. Biassono - Concorezzese ( 1-0 ); Campagnola Don Bosco - Sovicese ( 3-1 )
  5. Concorezzese - Campagnola Don Bosco; Sovicese - La Dominante ( 22 settembre ore 20.30 )

La classifica:

 Biassono 12; Concorezzese 6; La Dominante, Campagnola Don Bosco 3; Sovicese 0

Leggi anche

Ville Aperte, ecco i tesori di Concorezzo

Tentativo di rapina ai danni di due prostitute concorezzesi

Lesson 4: when i walk to the beat of my own drum

*/ ?>

Sport

Coppa Lombardia, trasferta amara a Biassono

Coppa Lombardia, trasferta amara a Biassono

Biassono. Si ferma l'avventura del Conco in Coppa Lombardia. Devoluto l'incasso dell'incontro ai terremotati del centro Italia.Sconfitta di misura ieri sera dei biancorossi del calcio. Fulvio Gigante dopo aver ricevuto il pallone dalla parte sinistra del campo da Cassamagnaga trafigge Luca Lissoni in diagonale nell'angolo più lontano allo scadere del primo tempo. Inutile il forsennato tentativo del Conco di rimettere in discussione le sort

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Tre concorezzesi in manette, altre cinque persone arrestate, seuestrati una pistola rubata e 30 chilogrammi di droga tra cocaina, hashish e marijuana. E' il bilancio di una poderosa operazione dei Carabinieri di Monza, Concorezzo e Vimercate che, proprio in città, ha avuto il suo epicentro. Il blitz, che ha coinvolto oltre 50 militari, è scattato questa mattina alle ore 4.

Le persone arrestate in paese erano tutte note alle Forze dell'ordine e con alcuni precedenti alle spalle. I militari li hanno seguiti, filmati e poi incastrati. La banda vendeva droga anche attraverso i social con tanto di applicazione e messaggistica e prezzi al dettaglio. 

Le indagini hanno consentito di documentare le responsabilità degli appartenenti a due distinti gruppi, ma collegati tra loro: uno attivo nell’area di Concorezzo e  del Vimercatese e l’altro tra i Comuni di Limbiate e Varedo. Le bande, a vario titolo, dall’estate 2019 al mese di marzo 2021, anche in piena pandemia da covid-19, si sono rese responsabili di vendita di cocaina, hashish e marjuana nella provincia di Monza e Brianza e in particolare nei Comuni di Concorezzo, Usmate Velate, Agrate Brianza, Varedo e Limbiate. In provincia di Lodi, invece, vi era un vero e proprio laboratorio per produrre e confezionare marjuana.

I CANALI SOCIAL

Per vendere la droga, il sodalizio utilizzavano le App di messaggistica di Telegram e di Istagram, abilitando l’opzione per la cancellazione dei messaggi inviati con un timer o manualmente così da eliminare ogni traccia delle conversazioni, ricorrendo a brevi conversazioni telefoniche solo per gli appuntamenti. "Prevendita” era il termine utilizzato per comunicare la disponibilità delle sostanze stupefacenti, inviando anche delle foto della “merce”. 

Grazie al tempestivo sequestro dei telefonini agli indagati durante i riscontri che hanno portato agli arresti in flagranza di reato, i carabinieri estrapolando le conversazioni dalle varie app e visionando il contenuto sono riusciti ad avere un quadro più che dettagliato di componenti e metodi di spaccio. 

I militari del Comando Provinciale di Monza Brianza, col supporto di quelli dei Reparti territorialmente competenti e Aereo, del Nucleo Elicotteri di Orio Al Serio, questa mattina, lunedì, alle prime luci dell’alba, hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa di misura cautelare personale – emessa dal Tribunale di Monza seguito richiesta della locale Procura della Repubblica - nei confronti di 8 cittadini italiani, ritenuti a vario titolo responsabili di detenzione, produzione e spaccio di sostanza stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marjuana.

I DETTAGLI DELLA RETATA

 50 militari impiegati alle ore 4 di oggi, 7 marzo, hanno effettuato congiuntamente otto bliz nei comuni di:

* Concorezzo, 

ove dimorano tre dei destinatari, il 33enne dal cui arresto scaturivano le indagini, e che alla data odierna era affidato ai servizi sociali con divieto di uscire nelle ore notturne, in esecuzione pena seguito condanna per l’evento in narrazione; ulteriori due giovani un 21enne ed un 25enne quest’ultimo già agli arresti domiciliari poiché arrestato nel mese di marzo 2021; 

* Biassono, presso l’abitazione dell’indagato 21enne, anch’egli agli arresti domiciliari poiché arrestato con il coindagato 25enne di Concorezzo;

* Varedo, presso l’abitazione dell’indagato cl. ’00;

* Limbiate, presso l’abitazione dell’indagato cl. 99;

* Pioltello, presso l’abitazione dell’indagato cl. 78;

* Sant’Angelo Lodigiano, presso l’abitazione dell’indagato cl. 55;

Tutti gli arrestati sono di nazionalità italiana, tra loro alcuni erano operai mentre gli altri non risulta che svolgessero attività lavorative, altresì i due soggetti di Pioltello e Sant’Angelo erano già gravati da precedenti specifici.

 Le indagini coordinate della Procura della Repubblica di Monza sono state avviate quando uno degli indagati di 34 anni è stato arrestato nel Marzo 2020, in Usmate Velate, per detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti, rinvenendo nel suo appartamento circa un kg tra cocaina, hashish e marjuana, € 4000 circa.  Pochi giorni dopo un altro blitz dei carabinieri permetteva di rinvenire, in un garage di pertinenza ed in uso allo stesso giovane, ulteriori  kg 16 di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish e marjuana. 

L’attività investigativa, condotta dai militari della Compagnia di Vimercate, anche mediante attività tecniche  di intercettazioni telefoniche, ha consentito di individuare due distinti sodalizi collegati tra loro, con basi operative in Concorezzo e Varedo che gestivano "un giro di numerosi clienti” dediti all’acquisto e al consumo di cocaina, marjuana ed hascisc, avendo le loro “piazze” di spaccio, il primo gruppo nell’area del Vimercatese (comuni di Concorezzo, Usmate Velate, Agrate Brianza),  e l’altro tra i comuni di Varedo e Limbiate, in particolare all’interno dei parchi e parcheggi pubblici anche in pieno centro abitato dove i “pusher” attendevano i clienti che, previo appuntamento, si avvicinavano per acquistare lo stupefacente e allontanarsi subito. Attività condotta costantemente dal mattino sino alla sera inoltrata. 

Per quanto riguarda i destinatari dell'ordinanza cautelare nel corso delle indagini sono state acclarate, tra l’estate 2019 e marzo 2021, anche grazie all’identificazione dei numerosi acquirenti, la vendita di oltre 2000 dosi di stupefacente, con ricavi complessivi stimati in euro 25 mila circa e sequestrati oltre 30 kg di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish e marjuana, la somma contate di € 10mila circa, nonché, il rinvenimento di un revolver, oggetto di furto in abitazione, in particolare durante le fasi investigative i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Vimercate con l’ausilio dei Carabinieri competenti territorialmente hanno:

* Febbraio 2021 ad Agrate Brianza arresto dell’indagato 28enne trovato in possesso di kg 3 circa di hascisc;

* Marzo 2021 Agrate Brianza arresto dei due indagati 25enne e 21enne trovati in possesso di gr 250 hashish e la somma contante di euro 5500 circa, nonché seguito perquisizione di un garage nelle loro disponibilità nel comune di Monza ulteriori gr 950 hashish nonché veniva rinvenuto un revolver marca Smith Wesson cal. 38 corto, illegalmente detenuto, oggetto di furto in abitazione commesso nel dicembre 2019 a  Briosco;

* Marzo 2021 Varedo arresto dell’indagato 19enne trovato in possesso di kg 2 circa di marijuana

* Febbraio 2021 Sant’Angelo Lodigiani (LO) veniva individuato un capannone in disuso trasformato in laboratorio per la produzione e l’essiccazione di piante di marijuana, al momento dell’accesso venivano trovare oltre 200 piante di marijuana all’interno di vasi e circa kg 2 di Marijuana già essiccata nonché tutto l’occorrente per la coltivazioni tra cui lampade fluorescenti e trasformatori di energia elettrica.

Inoltre venivano deferiti in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio nonché segnalati alla prefettura quali assuntori un totale di circa 20 soggetti.


Nella mattinata, a termine delle operazioni di notifica e dei rilievi dattiloscopici, degli 8 (otto) arrestati:

6 (sei) venivano tradotti in carcere e 2 (due) riaccompagnati presso le proprie abitazioni ove sottoposti agli arresti domiciliari. Tutti dovranno rispondere di concorso finalizzano all’approvvigionamento, detenzione e spaccio di sostanza stupefacente, inoltre 5 di loro veniva anche contestata la coltivazione.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Droga a Concorezzo, tre arresti: tutti i dettagli

Droga a Concorezzo, tre arresti: tutti i dettagli

Concorezzo. Tre concorezzesi in manette, altre cinque persone arrestate, seuestrati una pistola rubata e 30 chilogrammi di droga tra cocaina, hashish e marijuana. E' il bilancio di una poderosa operazione dei Carabinieri di Monza, Concorezzo e Vimercate che, proprio in città, ha avuto il suo epicentro. Il blitz, che ha coinvolto oltre 50 militari, è scattato questa mattina alle ore 4. Le persone arrestate in paese erano tutte note alle Fo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Domenica 4 ottobre l’Hockey Roller Club Monza sponsorizzato Centemero esordirà nel campionato di Serie A1 a soli due anni dalla sua fondazione. Sarà una giornata segnata col circoletto rosso per gli appassionati storici dell’hockey su pista in città, che da 19 anni non vedono una squadra locale disputare il massimo torneo nazionale. L’attesa è stata lunga e durerà un giorno in più del previsto perché l’Ufficio Campionati Senior del Settore Tecnico Hockey Pista della FIHP ha disposto che la gara CGC Viareggio-Centemero Monza di sabato 3 ottobre si disputi sul campo neutro del PalaArmeni di Follonica il giorno successivo, appunto, alle ore 18. Due i motivi della decisione: il cambio di sede è dovuto alla giornata di squalifica della pista che il CGC Viareggio deve ancora scontare delle due irrogate alla società toscana vicecampione d’Italia verso la fine della scorsa stagione; il cambio di data e orario è invece dovuto alla concomitanza con l’incontro tra il Follonica 1952 e l’Amatori Wasken Lodi.

Per il “battesimo” casalingo bisognerà invece aspettare sabato 10 ottobre, quando il PalaRovagnati di Biassono ospiterà il Bassano. Seguiranno due trasferte molto impegnative a Breganze e a Valdagno. Il derby a Lodi è in programma il 21 novembre, mentre la gara di ritorno il 5 marzo. I campioni d’Italia del Forte dei Marmi li si potrà ammirare il 2 aprile. La settimana dopo sarà la volta dell’altro derby regionale casalingo con la Pieve010. Si chiuderà il 16 aprile a Follonica, dunque da dove si sarà iniziato anche se con un altro avversario.

La prima squadra biancorossoazzurra è stata presentata sabato scorso proprio nel riqualificato impianto comunale di Biassono facente parte del Centro sportivo Parco. L’illuminazione è adesso da Serie A e rende ancora più accogliente la struttura che ospita quasi integralmente l’attività della società hockeystica del capoluogo provinciale. Il settore giovanile ha a disposizione qualche ora anche a Monza, nella vetusta palestra Ardigò.

La partita amichevole disputata dopo la presentazione (vinta di larga misura contro una compagine che gareggerà anche in Coppa CERS) ha mostrato che il Centemero Monza se la potrà giocare alla pari con le altre formazioni di Serie A1. Sarà una corsa a perdifiato lunga almeno 26 giornate che la società si augura sia sostenuta da un pubblico caloroso e accompagnata dalla voglia dei piccoli hockeysti di diventare come uno dei grandi giocatori monzesi del passato, che hanno dato lustro alla disciplina a livello nazionale e internazionale.

Andrea Brambilla è il presidente, ma è anche il responsabile del settore giovanile e dunque ha una visione ampia della situazione dell’hockey monzese: “C'è fiducia nel movimento locale e non solo perché dopo 19 anni è stata ritrovata la Serie A1. Crediamo, nonostante tutte le difficoltà incontrate, di essere competitivi e speriamo di portare a termine il massimo campionato il più vicino possibile alla metà classifica. Ci aspettiamo dunque un buon afflusso di pubblico sin dalle prime partite perché la Serie A1 è difficile e i tifosi possono essere quelli che ci danno una marcia in più. Dietro la prima squadra, poi, lavorano per crescere la formazione di Serie B, che ha una forte impronta giovanile, l’Under 20 e l’Under 17. Iscriveremo inoltre al campionato un’altra Under, mentre il buon numero di ragazzi frequentanti l'Avviamento ci fa ben sperare per i prossimi anni”.

Il vicepresidente Franco Girardelli, da ex campione del mondo con la Nazionale e plurititolato centro del Roller Monza, si coccola la creatura che cresce: “Abbiamo assemblato una prima squadra che sarà per molti una sorpresa perché tanti giocatori sono poco conosciuti. Noi però siamo certi che diranno la loro nel campionato che sta per iniziare. Rispetto a un anno fa abbiamo scelto elementi più giovani e motivati a venire a Monza. Sono convinto che qui in Brianza possono farsi notare più che altrove. E come gli anni scorsi abbiamo scelto bravi ragazzi, perché è importante che i giocatori prima di tutto siano uomini. Sono orgoglioso di quello che sto facendo per l’hockey e per Monza, anche se non è la mia città. Per questo non capisco la freddezza di certe sue componenti. Mi auguro davvero che la città risponda come si deve a questi nostri sforzi: in fin dei conti l’hockey su pista è lo sport che ha portato più titoli a Monza”.

Tommaso Colamaria è l’allenatore che sta plasmando molto velocemente l’eterogeneo gruppo messogli a disposizione: “Ho voluto giocatori motivati e con determinate caratteristiche. Siamo andati a prendere Francisco Roca in Francia e Lucas Martinez in Argentina. Il primo è poco appariscente, ma è di gran quantità ed è tatticamente intelligente; il secondo una volta che si sarà ambientato ci garantirà una buona dose di realizzazioni e di incisività in attacco. Matteo Brusa e Nicola Retis, provenienti rispettivamente da Lodi e Montecchio Precalcino, hanno qualità tecniche indiscutibili e forti motivazioni. Francesco Compagno, in prestito dal Breganze, è il giovane di cui si parla di più in Italia in questo momento: è stato il capocannoniere del Campionato Europeo Under 17 e in questi giorni si sta facendo valere nel Campionato Mondiale Under 20. Il nostro obiettivo è una salvezza tranquilla, cioè anticipata, in modo da poter puntare nelle ultime giornate alla qualificazione ai play-off scudetto, che significa qualificazione alle coppe europee. Speriamo che il territorio ci segua: l’hockey giocato a questi livelli dovrebbe indurre la gente a venire al PalaRovagnati se non altro per curiosità. Sono convinto che molti si appassionerebbero perché la nostra è una disciplina piacevole ed entusiasmante da vedere, anche per chi non conosce le regole”.

*/ ?>

Sport

Finalmente la serie A: Hockey Monza pronto all'esordio

Finalmente la serie A: Hockey Monza pronto all'esordio

Biassono. Domenica 4 ottobre l’Hockey Roller Club Monza sponsorizzato Centemero esordirà nel campionato di Serie A1 a soli due anni dalla sua fondazione. Sarà una giornata segnata col circoletto rosso per gli appassionati storici dell’hockey su pista in città, che da 19 anni non vedono una squadra locale disputare il massimo torneo nazionale. L’attesa è stata lunga e durerà un giorno in più del previsto perché l’Ufficio Campionati

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. Ghidini sempre più protagonista nel Trofeo Honda Nsf 250r. Nello scorso fine settimana, al Mugello, il pilota concorezzese si è aggiudicato gara 1, mentre nella seconda è stato squalificato dopo un incredibile show. Che lui stesso racconta su facebook (da cui è tratta la foto). "Weekend difficile al Mugello, in qualifica partivo secondo, in gara 1 sono riuscito a stare con un bel gruppetto del civ facendo tanta bagarre e sportellate ma soprattutto sono riuscito a portare a casa il 1° posto. In gara2, sul bagnato, sono partito molto bene, ero 12esimo totale ma ho commesso un errore, alla Borgo San Lorenzo il posteriore mi è scivolato, però non mi sono arreso, la moto non partiva quindi mi sono fatto di corsa mezza pista. Sono uscito, sono passato per i paddock e sono arrivato ai box (Tutto di corsa con moto spenta) sono rientrato in pista ed ho "Concluso" la gara se non fosse che mi hanno squalificato perché sono uscito dal tracciato, dagli errori si impara! Ci rifacciamo a Imola!" L'appuntamento è per il 18-19 luglio. 

*/ ?>

Sport

Ghidini-show anche quando cade: finisce il giro spingendo a mano la sua Honda

Ghidini-show anche quando cade: finisce il giro spingendo a mano la sua Honda

Concorezzo. Ghidini sempre più protagonista nel Trofeo Honda Nsf 250r. Nello scorso fine settimana, al Mugello, il pilota concorezzese si è aggiudicato gara 1, mentre nella seconda è stato squalificato dopo un incredibile show. Che lui stesso racconta su facebook (da cui è tratta la foto). "Weekend difficile al Mugello, in qualifica partivo secondo, in gara 1 sono riuscito a stare con un bel gruppetto del civ facendo tanta bagarre e sportella

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Monza. Ha preso il via ufficialmente da pochi giorni la campagna abbonamenti del Centemero Monza per la regular season 2015/16 di Serie A1. Considerando che sono 19 anni che una società cittadina di hockey su pista non disputa il massimo campionato nazionale, ci si attende dal territorio una risposta massiccia al richiamo dello sport più titolato del capoluogo della Brianza. L’appello al tesseramento è rivolto non solo a tutti gli appassionati della disciplina a rotelle, ma anche a tutti gli sportivi che desiderano assistere a sfide emozionanti tra giocatori italiani e stranieri considerati tra i migliori del mondo. Ricordiamo che l’Italia è una delle grandi patrie hockeystiche, campione d’Europa in carica a livello di Nazionale. L’Hockey Roller Club Monza, il cui “title sponsor” per la nuova stagione è Officina Meccanica Centemero (con sede a Vimercate e Concorezzo), è stato promosso in Serie A1 sospinto da un tifo intergenerazionale. Dagli anziani, memori delle gesta dei grandi club del passato, ai bambini delle squadre giovanili ai primi passi con i pattini ai piedi, passando per papà, mamme, giovani con la parola Monza tatuata nella mente e nell’anima, tutti hanno costituito il sesto giocatore in pista al PalaRovagnati di Biassono. Una magia che non si vuole spezzare, ma prolungare con una platea ancora più ampia. Per questo motivo la dirigenza del Centemero Monza ha deciso di mantenere gratuita la visione delle partite ai ragazzi.

LO SLOGAN

SiAMO Monza… SiAMO tornAt1!! Senza TE non siamo NOI!!” è lo slogan scelto per la campagna abbonamenti 2015/16. Non ci sarebbe bisogno di spiegazione: l’hockey è tradizione che si perpetua se è nel cuore della gente di Monza e Brianza; chi ama Monza e ha amato le squadre di Monza non può non rispondere al “richiamo della foresta” dei pattini che scorrono e frenano, dei bastoni che s’incrociano per arrivare prima su una pallina che quando gonfia la rete (dalla parte giusta) ti fa sobbalzare dalla felicità.

IL PALAZZETTO

Per la Serie A1 gli 848 posti disponibili al PalaRovagnati sono stati divisi in due settori: poltroncine e gradinate. L’abbonamento per le 13 partite di regular season costa rispettivamente 80 e 50 euro (i biglietti delle singole partite saranno in vendita al prezzo rispettivamente di 8 e 5 euro). Gli iscritti a club di tifosi hanno la possibilità di sottoscrivere un abbonamento ridotto, valido solo per le gradinate, al costo di 40 euro. L’ingresso sarà invece gratuito per i nati dal 1° gennaio 2001 in poi.

INFO

La campagna abbonamenti si concluderà il 31 ottobre 2015. Pagina 2 di 2 La sottoscrizione è possibile presso le seguenti sedi e nei seguenti giorni e orari: Monza Club (c/o Circolo Libertà - Via Libertà 33, Monza – tel. 0393300537): il giovedì e il venerdì dalle ore 21 alle 24 fino al 10 settembre; PalaRovagnati (Via Parco 57, Biassono – tel. 3393127079 Andrea Nobili): il martedì e il giovedì dalle ore 21.30 alle 23 dal 15 settembre; Biglietteria PalaRovagnati (Via Parco 57, Biassono) in occasione delle partite interne del Centemero Monza. Per informazioni si può navigare nel sito internet ufficiale www.hrcmonza.it, scrivere una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., sfogliare la pagina Facebook ufficiale Hockey Roller Club Monza, telefonare ad Andrea Brambilla al 3284656992. Il campionato prenderà il via sabato 3 ottobre alle ore 20.45 (il Centemero Monza giocherà a Viareggio) e si concluderà il 16 aprile con cinque soste (26 dicembre, 2 gennaio, 27 febbraio, 19 marzo, 26 marzo) e due turni infrasettimanali (martedì 8 dicembre e martedì 9 marzo). La prima partita in casa è in calendario sabato 10 ottobre: ospite al PalaRovagnati sarà il Bassano.

Leggi anche: In A1 con l'Hockey Roller Monza anche un po' di Concorezzo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey a rotelle, campagna abbonamenti per godersi la serie A

Hockey a rotelle, campagna abbonamenti per godersi la serie A

Monza. Ha preso il via ufficialmente da pochi giorni la campagna abbonamenti del Centemero Monza per la regular season 2015/16 di Serie A1. Considerando che sono 19 anni che una società cittadina di hockey su pista non disputa il massimo campionato nazionale, ci si attende dal territorio una risposta massiccia al richiamo dello sport più titolato del capoluogo della Brianza. L’appello al tesseramento è rivolto non solo a tutti gli ap

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Le rotelle biancorosse sono pronte a ritagliarsi lo spazio in A1, la categoria dell'Hockey che più si addice alla più che blasonata storia del club. A quattro giornate dalla fine del campionato (di cui tre in casa) e quattro punti dalla seconda, l'HRC Monza scenderà in campo al PalaRovagnati di Biassono domani sera, sabato, alle 20,45 (ingresso 3 euro). Sfida tosta con l'Hockey Sandrigo, società che arriva da quel di Vicenza e che occupa oggi la quarta posizione in classifica. Un'occasione unica anche per gli amanti dello sport per godersi emozioni vere, agonismo puro e i brividi di una sfida che ha il sapore di un sogno targato A1. L'appello è non solo ai tifosi ma a tutti i brianzoli: fate sentire l'abbraccio a questi ragazzi!

Foto tratta dal sito ufficiale di HRC Monza. 

Link: http://www.hrcmonza.it/

 

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey a rotelle, Monza sogna il ritorno in A1

Hockey a rotelle, Monza sogna il ritorno in A1

Monza. Le rotelle biancorosse sono pronte a ritagliarsi lo spazio in A1, la categoria dell'Hockey che più si addice alla più che blasonata storia del club. A quattro giornate dalla fine del campionato (di cui tre in casa) e quattro punti dalla seconda, l'HRC Monza scenderà in campo al PalaRovagnati di Biassono domani sera, sabato, alle 20,45 (ingresso 3 euro). Sfida tosta con l'Hockey Sandrigo, società che arriva da quel di Vicenza e che occu

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Vittoria sudata per il Centemero Monza nella sfida tra le due matricole del campionato. Il 5-4 finale contro il Thiene ultimo in classifica a 0 punti testimonia il momento di leggera crisi della squadra allenata da Tommaso Colamaria, che negli ultimi due match ha sofferto di preoccupanti cali di tensione. A Sarzana sono costati la sconfitta, mentre sabato sera al PalaRovagnati di Biassono hanno rischiato di compromettere la vittoria. Le note positive sono state le belle combinazioni create nel corso dei 50′ e la vena realizzativa di Lucas Martinez, “bomber” argentino di altissimo livello. Il Centemero Monza, una volta osservato il minuto di raccoglimento per le vittime delle stragi di Parigi, è sceso in pista con Oviedo, Panizza, Camporese, Martinez e Retis; il Thiene ha risposto con Comin, Giorgio Casarotto (che è anche l’allenatore), Sperotto, Piroli e Marangoni. Non è stato della partita Marco Scuccato a causa di una pallinata in faccia presa in allenamento. Nei primi minuti le due difese lasciano a desiderare, ma i due portieri respingono di tutto. Le cose cominciano a cambiare al 10’15″, quando Martinez insacca con una fiondata in diagonale. Dopo 4′ l’attaccante argentino raddoppia trasformando un tiro diretto concesso per un fallo di Casarotto su Compagno. Il Thiene reagisce centrando una traversa con Sperotto, ma è il Centemero a sprecare i gol che avrebbero chiuso il match nel primo tempo, come capitato due settimane prima con l’AFP Giovinazzo. Martinez si fa parare un tiro diretto e dopo 1’ centra il palo, mentre Compagno perde la pallina di un tiro diretto. Pochi secondi dopo il 16enne in prestito dal Breganze segna un gran gol, ma l’arbitro annulla per un presunto fallo di marca brianzola. A 19” dal termine del primo tempo è Marangoni ad accorciare le distanze su rigore concesso per fallo di Oviedo su Casarotto. La ripresa inizia con un gol sottoporta di Martinez, che al 5’ fallisce un tiro diretto. Al 10’23″ Casarotto riporta a meno uno i gialloblù vicentini con una staffilata da lontano. Il Centemero subisce il colpo, ma non crolla grazie a Oviedo. Intorno al 19′ Retis e Martinez si scambiano i favori: il primo segna su assist dell’argentino e poco dopo le parti si invertono. Brendolin accorcia col tiro diretto assegnato per il decimo fallo di squadra dei locali, Compagno fa tremare la traversa degli avversari con una conclusione da quasi centropista, ma a dare suspense al finale sono le reti di Dalle Carbonare e Piroli con tocchi sottoporta. Mancano 95″, durante i quali Compagno fallisce il tiro diretto assegnato per il decimo fallo di squadra degli ospiti e Oviedo sventa su Dalle Carbonare. La sirena sancisce la vittoria biancorossoazzurra e il consolidamento di Martinez in testa alla classifica cannonieri, con 16 gol ufficiali più 1 erroneamente assegnato a un altro. “Sapevamo che oggi avremmo avuto da soffrire – ha commentato Colamaria – perché il Thiene è vero che le ha perse tutte, ma in diverse partite ha tenuto in bilico il risultato per lungo tempo. Comunque, quello che conta oggi sono i 3 punti, pesantissimi perché il Thiene è una diretta concorrente. Ci sono stati momenti in cui abbiamo rischiato di lasciare la partita a loro e non va bene. Abbiamo anche sprecato qualche occasione di troppo, soprattutto con i tiri diretti. Poi dobbiamo ancora trovare l’amalgama di squadra. Sono invece soddisfatto del fatto che anche oggi abbiamo costretto la compagine avversaria ad arrivare al decimo fallo. Riguardo alla quaterna di Martinez, che dire? Non l’abbiamo preso alla cieca. Ha giocato nella Liga spagnola. Siamo riusciti a portarlo a Monza grazie alle referenze e alle buone relazioni. E non abbiamo ancora visto tutto di questo giocatore…”. Sabato prossimo alle ore 20.45 tornerà il derby classico della Lombardia: il Centemero Monza scenderà in pista al PalaCastellotti di Lodi contro l’Amatori Wasken Lodi.

CENTEMERO MONZA-THIENE 5-4 (2-1) CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. THIENE: Dalla Vecchia, Brendolin, Dalle Carbonare, Sperotto, Piroli, Marangoni, Casarotto, Vanzo, Comin. All.: Casarotto. ARBITRI: Fronte di Novara e Uggeri di Lodi. MARCATORI: p.t. 10’15″ Martinez, 14’03″ Martinez, 24’41″ Marangoni; s.t. 0’45″ Martinez, 10’23″ Casarotto, 18’37″ Retis, 19’05″ Martinez, 22’11″ Dalle Carbonare, 23’25″ Piroli.

NOTE: falli di squadra Centemero Monza 10, Thiene 10; espulsi 2′ Oviedo, Casarotto, Piroli (due volte) e Brendolin, spettatori circa 300.

RISULTATI DELLA 7ª GIORNATA CGC Viareggio – Trissino 5-1 Banca Cras Follonica – Carispezia Sarzana 6-2 AFP Giovinazzo – Amatori Wasken Lodi 4-7 Faizanè Lanaro Breganze – Forte dei Marmi 7-3 Sinus Matera – Admiral Valdagno 7-2 Centemero Monza – Thiene 5-4 Pieve010 – Sind Bassano 3-3

CLASSIFICA DOPO LA 7ª GIORNATA Forte dei Marmi punti 16; Amatori Wasken Lodi p. 15; Faizanè Lanaro Breganze, Sinus Matera e Banca Cras Follonica p. 14; Centemero Monza p. 13; CGC Viareggio p. 12; Trissino p. 11; Sind Bassano e Admiral Valdagno p. 8; Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4; Thiene p. 0.

IL PROGRAMMA DELLA 8ª GIORNATA 21 novembre 2015 19:00 Matera Sinus Matera – Pieve010 21 novembre 2015 20:45 Lodi Amatori Wasken Lodi – Centemero Monza 21 novembre 2015 20:45 Viareggio Viareggio – Faizanè Lanaro Breganze 21 novembre 2015 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Forte dei Marmi 21 novembre 2015 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Sind Bassano 21 novembre 2015 20:45 Trissino Trissino – Carispezia Sarzana 21 novembre 2015 20:45 Valdagno Admiral Valdagno – Thiene

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, che fatica: ma alla fine la spunta il Monza

Hockey, che fatica: ma alla fine la spunta il Monza

Monza. Vittoria sudata per il Centemero Monza nella sfida tra le due matricole del campionato. Il 5-4 finale contro il Thiene ultimo in classifica a 0 punti testimonia il momento di leggera crisi della squadra allenata da Tommaso Colamaria, che negli ultimi due match ha sofferto di preoccupanti cali di tensione. A Sarzana sono costati la sconfitta, mentre sabato sera al PalaRovagnati di Biassono hanno rischiato di compromettere la vittoria. Le no

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. L'esordio casalingo dell'Hockey Roller Club Monza è già una pagina di storia. Questa sera l'atteso ritorno nella massima categoria, in A1, ha regalato una partita epica, straordinaria, che ha coinvolto ed esaltato i circa 400 spettatori presenti. In campo gli avversari del Bassano, una delle squadre candidate al titolo. Nonostante un buon gioco del Monza Centemero, sono gli ospiti ad andare in goal per ben due volte, gelando il sangue a tifosi e società. Il primo tempo si chiude così. Ma dopo 2,41' dalla ripresa, la squadra di casa accorcia con Martinez: palazzetto in delirio. Traverse, goal annullati rendono il confronto sempre di altissimo livello fino a quando arriva il goal di Compagno. 2-2. A ventiduedue secondi dallo scadere arriva il momento che rende letteratura sporiva la partita: Martinez insacca e il Centemero Monza si mette in testa l'alloro della vittoria. Dopo due gare in A1, il Monza porta a casa 4 punti con due delle squadre più forti del campionato.

Tutta la cronaca: http://www.hrcmonza.it/senza-categoria/super-monza-batte-bassano/

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

 

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, epico esordio casalingo in A1 per il Monza: da 0-2 a 3-2!

Hockey, epico esordio casalingo in A1 per il Monza: da 0-2 a 3-2!

Biassono. L'esordio casalingo dell'Hockey Roller Club Monza è già una pagina di storia. Questa sera l'atteso ritorno nella massima categoria, in A1, ha regalato una partita epica, straordinaria, che ha coinvolto ed esaltato i circa 400 spettatori presenti. In campo gli avversari del Bassano, una delle squadre candidate al titolo. Nonostante un buon gioco del Monza Centemero, sono gli ospiti ad andare in goal per ben due volte, gelando il sangue

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREIl Centemero Monza sfiora l’impresa all’esordio nel campionato di Serie A1 andando a pareggiare 3-3 sulla pista neutra di Follonica contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio dopo essere stati in vantaggio per 3-0.

La squadra guidata da Tommaso Colamaria ha mostrato di poter “dire” cose importanti in questo campionato, annullando il “gap” tecnico con le prime in classifica con il grande cuore e un’ottima applicazione degli schemi. Inoltre ha in porta un Juan Oviedo che le “grandi” possono solo sognare di avere… Al PalaArmeni, dove si è giocato a causa della giornata di squalifica del PalaBarsacchi ancora da scontare, il sogno è svanito a 2′ dal termine a seguito di un forcing dei bianconeri, sospinti da un bel pubblico che ha forse condizionato gli arbitri in alcuni episodi decisivi del match.

La cronaca: il CGC Viareggio, che ha squalificato l’argentino Fernando Montigel, schiera nello “starting five” Barozzi, Palagi, D’Anna, Jepi Selva e Mirko Bertolucci; il Centemero Monza risponde con Oviedo, Camporese, Martinez, Panizza e Roca. I primi minuti sono di una tensione tagliabile col coltello. Sospinti da un gran tifo, nonostante i 100 chilometri di distanza da Viareggio, i bianconeri prendono il pallino del gioco e cominciano a punzecchiare Oviedo. Passata l’emozione per l’esordio, i monzesi si sbloccano e cominciano a far male soprattutto quando imbastiscono azioni di contropiede, orchestrate molto bene nonostante il poco tempo avuto per la preparazione al campionato. I due portieri salgono sugli scudi e si capisce che un gol potrebbe risultare fondamentale. E il gol arriva, dalla parte biancorossoazzurra: Martinez va via in contropiede e Cinquini gli colpisce la stecca al momento del tiro a tu per tu con Barozzi. È il 19’54″ e l’argentino firma la sua prima rete in Italia dal dischetto. Il giocatore-allenatore Alessandro Bertolucci continua a cambiare uomini ma la sua squadra non riesce a trovare la via della rete. E invece è il Centemero Monza a infliggere un altro duro colpo ai toscani: il contropiede è di Camporese che dalla destra tira e Roca devia sulla linea.

La ripresa ė ancora più emozionante. Al 7′ Martinez fa tremare il palo su punizione. All’8’36″ Jepi Selva viene atterrato in area, ma si fa parare il rigore. Al 9’54″ il Centemero fa tris: Roca conquista meravigliosamente palla a centropista, s’invola e alla fine serve Retis a destra che insacca. Gli ospiti potrebbero chiudere la contesa ma prima Compagno e poi due volte Martinez non riescono a essere lucidi davanti a Barozzi. Gol sbagliato, gol subito. Al 15’15″ Jepi Selva è abbattuto ancora in area e Muglia trasforma il rigore assegnato. Palla al centro, il Centemero la perde e Palagi vola via e insacca. Il PalaArmeni torna a essere un inferno e l’arbitraggio ne risente. Al 20′ Oviedo para un tiro diretto di Muglia e al 21’ Jepi Selva colpisce il palo. Subito dopo Camporese tocca involontariamente col pattino la pallina: per gli arbitri è il decimo fallo di squadra e dunque un altro rigore che Oviedo respinge a Muglia. Il “portierone” argentino nulla può, però, al 23’01″, quando Mirko Bertolucci trova un pertugio alto per infilare la pallina. Gli ultimi 2′ sono da infarto, con gol mangiati da ambo le parti. La “standing ovation” tributata alle due squadre nel finale è il giusto riconoscimento a chi ha esaltato una bellissima disciplina come l’hockey su pista.

Colamaria è soddisfatto per il punto conquistato contro una “grande” ma rammaricato per i due punti persi nel finale: “Abbiamo pagato un po’ di inesperienza dovuta al fatto che eravamo all’esordio in questa categoria. Abbiamo tenuto bene il campo, anche se in alcuni momenti abbiamo sofferto. Ma di fronte avevamo il CGC Viareggio, i vicecampioni d’Italia. Bisogna anche imparare e capire che soffrire fa parte di una partita. Ci troveremo anche in altri momenti in questa situazione, ma l’importante sarà non mollare. Purtroppo è stato fatto un errore madornale sul secondo gol che ha rimesso in piedi un match che comunque potevamo vincere. Prima dell’inizio avrei sottoscritto un pareggio. Però utilizzeremo l’esperienza di stasera per determinare l’esito di future partite. Guai a pensare che questo pareggio ci collochi in alto nel ‘ranking’ del campionato, ma ce la possiamo giocare con tutti”.

Ora anche il Centemero Monza si aspetta di avere un pubblico così numeroso e caloroso già a partire da sabato prossimo, quando il PalaRovagnati ospiterà alle ore 20.45 la Sind Bassano, un’altra “corazzata” del campionato. Per l’occasione la società biancorossoazzurra presenterà le squadre del settore giovanile. Sono previste, inoltre, altre sorprese per i tifosi.

CGC VIAREGGIO-CENTEMERO MONZA 3-3 (0-2)
CGC VIAREGGIO: Torre, Palagi, Bertolucci A., D’Anna, Jepi Selva, Cinquini, Muglia, Bertolucci M., Deinite, Barozzi. All.: Bertolucci A..
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Perego, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Donato Mauro di Salerno.
MARCATORI: p.t. 19’54″ Martinez, 22’47″ Roca; s.t. 9’54” Retis, 15’15″ Muglia, 15’26″ Palagi, 23’01″ Bertolucci M..
ARBITRI: Ulderico Barbarisi e Donato Mauro di Salerno.
NOTE: falli di squadra CGC Viareggio 9, Centemero Monza 10; spettatori circa 300.

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, esordio da brividi in A1: è pari col Viareggio

Hockey, esordio da brividi in A1: è pari col Viareggio

Il Centemero Monza sfiora l’impresa all’esordio nel campionato di Serie A1 andando a pareggiare 3-3 sulla pista neutra di Follonica contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio dopo essere stati in vantaggio per 3-0. La squadra guidata da Tommaso Colamaria ha mostrato di poter “dire” cose importanti in questo campionato, annullando il “gap” tecnico con le prime in classifica con il grande cuore e un’ottima applicazione degli

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

Monza. Un Centemero Monza versione “deluxe” annichilisce il Trissino guidato dall’indimenticato ex giocatore del Roller Monza, Dario Rigo. Grande protagonista ancora una volta il “mendocino” Lucas Martinez, autore di ben 6 reti una più bella dell’altra. Ma tutti i componenti della rosa hanno giocato al meglio, quasi volessero ognuno dare qualcosa in più per sopperire all’assenza di Nicola Retis, operato ieri di ernia inguinale e pure infortunato alla spalla. Anche il Trissino lamentava un’assenza, quella di Eddy Randon. Il Centemero Monza è entrato in pista per il riscaldamento accompagnando per mano i piccoli hockeysti della società, che indossavano una maglietta bianca e tenevano un palloncino bianco, come colombe di pace liberate nel cielo cupo di questo autunno che resterà tristemente nella memoria per le stragi di Parigi. L’allenatore biancorossoazzurro Tommaso Colamaria ha schierato all’inizio della contesa l’“ex” Oviedo, Panizza, Camporese e gli argentini Roca e Martinez, mentre il Trissino è sceso sul parquet con Nicoletti, lo spagnolo Pallares, Rigo, Bertinato e l’argentino Arnaez. Che la partita fosse delicata ai fini della qualificazione alla Coppa Italia (accederanno le prime 7 in classifica al termine del girone di andata più la società organizzatrice della final eight) lo si sapeva e lo hanno confermato i primi minuti di gioco, dove i tatticismi hanno avuto la meglio e dove l’unico a cercare più volte la porta avversaria è stato proprio “highlander” Rigo, da quest’anno nel doppio ruolo di giocatore e allenatore. Il 45enne ex scudettato col Roller Monza, ed ex campione del mondo con la Nazionale, è stato premiato prima della partita con una targa ricordo dal vicepresidente dell’HRC Monza, ed ex suo compagno di squadra, Franco Girardelli. A sbloccare il match ci ha pensato Martinez con un gioco di prestigio di cui ancora adesso Nicoletti sta cercando di capire il trucco. Il Trissino ha accusato il colpo e ha preso altri tre gol uno di fila all’altro. Al 6’45” Martinez ha ricevuto palla a centropista, è scattato e ha infilato la porta ospite di potenza e precisione; al 7’48” Roca ha insaccato sottoporta su assist di Camporese; al 10’20” ancora il “sanjuanino” l’ha messa dentro su assist di Panizza. Poi Martinez ha fallito un rigore e quindi centrato una traversa. Al 14’46″ è stato Compagno con un alza-e-schiaccia ad arrotondare a conclusione di una triangolazione con Roca. Sul 5-0 il Centemero Monza ha pensato che la partita era molto facile da gestire e così gli ospiti ne hanno approfittato mettendo a segno una tripletta fulminante con Pagina 2 di 3 Pasquale su rigore, Greco e l’argentino Oruste. Al 23’29” Camporese in tuffo ha fissato il risultato del primo tempo sul 6-3. Nella ripresa, dopo un palo di Pallares, il “Martinez show” ha mostrato i numeri migliori. L’argentino ha segnato prima con un fendente precisissimo, poi con una botta che prima ha colpito la traversa, quindi al termine di un’azione personale (qualcuno tra il pubblico ha accennato una “standing ovation”) e infine con un tiro diretto assegnato per un fallaccio in attacco di Pasquale su Compagno. Il Trissino è andato in gol sul 7-3 con Pallares sottoporta. Da segnalare che al 10’, cioè sull’8-4, il frastornato numero 1 bluceleste Nicoletti ha lasciato il posto al vice: Lorenzato. Prima dell’ultima rete Compagno si è fatto parare un tiro diretto maturato per il raggiungimento del decimo fallo di squadra e nel finale Arnaez ha mandato alto un rigore. Con i 6 gol di oggi Martinez prova la fuga nella classifica marcatori, guidata con 23 gol più 1 assegnato erroneamente a un altro giocatore. Difficilmente dopo i recuperi di martedì prossimo delle gare rinviate per gli impegni nelle coppe europee qualcuno degli inseguitori l’avrà raggiunto. “Quella della mia squadra è stata una prova molto convincente perché questa era una partita difficile da decifrare – ha dichiarato un raggiante Colamaria a fine gara – Sul 5-0 ci siamo fatti sorprendere dal Trissino interpretando male il possesso di pallina. Dobbiamo ancora assimilare alcuni fondamentali tattici. Oggi si è avuta dimostrazione che ogni partita fa storia a sé perché sono gli episodi dei primi minuti che indirizzano un incontro. Di Martinez ormai abbiamo già detto tutto nelle scorse settimane. Ma avete visto Compagno? Ha una personalità fuori dal comune per un ragazzo di 16 anni.Il match di sabato prossimo al PalaRovagnati contro la Sinus Matera sarà l’occasione per cercare di dare continuità al nostro interessante percorso sportivo”. L’appuntamento è per le ore 20.45.

FOTO STEFANO SERVIDIO

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

CENTEMERO MONZA-TRISSINO 10-4 (6-3) CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Perego, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. TRISSINO: Nicoletti, Arnaez, Bertinato, Pallares, Greco, Pasquale, Oruste, Rigo D., Faccin, Lorenzato. All.: Rigo D.. ARBITRI: Strippoli di Bari e Iuorio di Salerno. MARCATORI: p.t. 4’30″ Martinez, 6’45″ Martinez, 7’48″ Roca, 10’20″ Roca, 14’46″ Compagno, 19’53″ Pasquale, 20’06″ Greco, 21’12″ Oruste, 23’29″ Camporese; s.t. 2’59″ Martinez, 3’21″ Pallares, 6’17″ Martinez, 10’25″ Martinez, 21’51″ Martinez. NOTE: falli di squadra Centemero Monza 4, Trissino 10; espulso 2′ Pasquale; spettatori circa 400.

RISULTATI DELLA 9ª GIORNATA Centemero Monza – Trissino 10-4 Thiene – AFP Giovinazzo 8-3 1 dicembre 2015 20:45 Bassano del Grappa Sind Bassano – Banca Cras Follonica 1 dicembre 2015 20:45 Forte dei Marmi Forte dei Marmi – CGC Viareggio 1 dicembre 2015 20:45 Breganze Faizanè Lanaro Breganze – Sinus Matera 1 dicembre 2015 20:45 San Daniele Po Pieve010 – Amatori Wasken Lodi Pagina 3 di 3 1 dicembre 2015 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – Admiral Valdagno

CLASSIFICA DOPO LA 9ª GIORNATA Forte dei Marmi punti 19; Amatori Wasken Lodi p. 18; Faizanè Lanaro Breganze e Sinus Matera p. 17; Centemero Monza p. 16; Banca Cras Follonica e Trissino p. 14; CGC Viareggio p. 12; Sind Bassano p. 11; Admiral Valdagno p. 8; Thiene p. 6; Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4. Forte dei Marmi, Amatori Wasken Lodi, Faizanè Lanaro Breganze, Sinus Matera, Banca Cras Follonica, CGC Viareggio, Sind Bassano, Admiral Valdagno, Pieve010 e Carispezia Sarzana una partita in meno.

PROGRAMMA DELLA 10ª GIORNATA 5 dicembre 2015 20:45 Lodi Amatori Wasken Lodi – Forte dei Marmi 5 dicembre 2015 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Faizanè Lanaro Breganze 5 dicembre 2015 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Pieve010 5 dicembre 2015 20:45 Biassono Centemero Monza – Sinus Matera 5 dicembre 2015 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – CGC Viareggio 5 dicembre 2015 20:45 Thiene Thiene – Sind Bassano 5 dicembre 2015 20:45 Valdagno Admiral Valdagno – Trissino

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Centemero e Martinez spezzano il Trissino: 10 a 4

Hockey, il Centemero e Martinez spezzano il Trissino: 10 a 4

Monza. Un Centemero Monza versione “deluxe” annichilisce il Trissino guidato dall’indimenticato ex giocatore del Roller Monza, Dario Rigo. Grande protagonista ancora una volta il “mendocino” Lucas Martinez, autore di ben 6 reti una più bella dell’altra. Ma tutti i componenti della rosa hanno giocato al meglio, quasi volessero ognuno dare qualcosa in più per sopperire all’assenza di Ni

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Con un pizzico di fortuna in più il Centemero Monza avrebbe racimolato un ottimo punticino, come già avvenuto nella gara di andata disputata sulla pista neutra di Follonica, terminata 3-3. Nella prima giornata di ritorno del campionato, contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio quarti in classifica, è invece finita con una sconfitta per 3-2. I toscani hanno inanellato il sesto risultato utile (di cui cinque da 3 punti), i brianzoli, noni in graduatoria, la quinta partita senza vittorie (di cui solo una ha fruttato 1 punto).

La prova gagliarda dei biancorossoazzurri si è infranta contro il muro di Barozzi, portiere della Nazionale, che ha respinto di tutto e di più, soprattutto nella parte iniziale del secondo tempo. Purtroppo la squadra allenata da Tommaso Colamaria in questo periodo è falcidiata dagli infortuni: dopo Nicola Retis, recuperato oggi dopo 5 turni di stop, Francisco Roca (infrazione a una costola) e Brusa (stiramento a una coscia), stasera si è fatto male Andrea Camporese; per lui si teme la rottura del legamento crociato del ginocchio. Tra gli ospiti mancava invece Mirko Bertolucci, operato al cuore proprio in giornata (per lui stagione finita), e il fratello Alessandro era in panchina solo come allenatore a causa di una frattura alla caviglia. Il CGC Viareggio ha però fatto esordire l’italo-portoghese Sergio Silva, svincolato dal Sind Bassano lo scorso novembre e ingaggiato dal club bianconero nella finestra di mercato invernale che si è chiusa ieri.

I due allenatori non hanno avuto dunque molto da scegliere per il quintetto da schierare in pista all’inizio. Colamaria ha proposto Oviedo, Panizza, Camporese, Compagno e l’argentino Martinez, mentre Alessandro Bertolucci ha risposto con Barozzi, D’Anna, Palagi, lo spagnolo Selva e l’argentino Montigel. Da segnalare tra le fila dei locali l’esordio in panchina in Serie A1 di Andrea Galimberti, di 17 anni e mezzo d’età.

Che i monzesi potessero reggere il confronto nonostante le due assenze importanti lo si è capito nei primi minuti di gioco, quando hanno respinto i pericolosi attacchi dei toscani, cercando di trovare nelle ripartenze uno spiraglio nell’ottima difesa schierata davanti a Barozzi. Pure Oviedo si è messo in luce con ottimi interventi, prevalentemente nella fase iniziale e in quella finale del match.

Sergio Silva fa le prove del gol al 7′, quando colpisce il palo. Al 17’38″, però, fulmina Oviedo con un diagonale. Al 18’13″ le cose si complicano per il CGC: Muglia si guadagna il cartellino rosso colpendo col bastone Panizza in testa, procurandogli una ferita sanguinante; “Panico” è costretto prima a farsi medicare in panchina e poi a giocare con un vistoso bendaggio. Martinez ha l’occasione per pareggiare col conseguente tiro diretto e non se la lascia sfuggire.

A inizio ripresa il Centemero si fa sorprendere dopo soli 56″: una pallina di D’Anna passa in mezzo a tre difendenti e arriva a Sergio Silva che a un passo dalla linea di porta non sbaglia. A questo punto sale in cattedra Barozzi, respingendo une messe di palline scagliate per la verità soprattutto dalla media e lunga distanza. Al 9’33″ si infortuna Camporese, che a fine partita esce dal palazzetto in stampelle. Da questo punto del match fino a quasi alla fine il Centemero gioca con le stesse cinque pedine. Al 16’53″ esplode la gioia dei tifosi biancorossoazzurri: Panizza si inserisce con perfetto tempismo in area ospite e insacca al volo un assist magistrale di Martinez. La sfortuna colpisce però ancora i padroni di casa, stavolta a livello di attrezzatura: già nel primo tempo si era rotto un pattino di Panizza, mentre stavolta si rompe quello di Martinez; proprio in quel frangente il CGC ne approfitta per siglare la rete del definitivo vantaggio con D’Anna. Quando al 22’39″ Oviedo neutralizza da campione il tiro diretto di Montigel, assegnato per il raggiungimento del decimo fallo da parte dei brianzoli, il pubblico cerca di aiutare col tifo la squadra ad acciuffare il pareggio, ma l’impresa non riesce.

Comunque per Colamaria “il CGC Viareggio ha meritato di vincere perché ha giocato meglio. Noi non potevano disputare una partita differente perché siamo con gli uomini contati. In più stasera si è infortunato seriamente Camporese. Ciononostante abbiamo dato tutto quello che potevamo dare. E alla fine potevamo acciuffare il pareggio. L’aspetto positivo è che siamo riusciti a imbrigliare il gioco del CGC Viareggio, costringendo i loro uomini a iniziative personali. Adesso continuiamo come sempre, ad allenarci e giocare per salvarci”.

Il Centemero Monza tornerà in pista martedì 19 gennaio e non sabato 16 in seguito allo spostamento di tutta la quindicesima giornata di campionato a causa degli impegni nelle coppe europee di ben nove squadre italiane. In calendario c’è la trasferta a Bassano del Grappa, dove il Sind vorrà vendicare la sconfitta per 3-2 della gara di andata. La rete decisiva fu segnata a 22” dalla fine dall’argentino Lucas Martinez, ancora saldamente in testa alla classifica marcatori con 32 gol.

CENTEMERO MONZA-CGC VIAREGGIO 2-3 (1-1)
CENTEMERO MONZA: Oviedo, Galimberti A., Camporese, Mariani, Retis, Martinez, Panizza, Galimberti M., Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
CGC VIAREGGIO: Torre, Palagi, Montigel, D’Anna, Selva, Sergio Silva, Cinquini, Muglia, Deinite, Barozzi. All.: Bertolucci A..
ARBITRI: Fronte di Novara e Ferraro di Bassano del Grappa.
MARCATORI: p.t. 17’38″ Sergio Silva, 18’17″ Martinez; s.t. 0’56″ Sergio Silva, 16’53″ Panizza, 18’34″ D’Anna.
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 10, CGC Viareggio 8; espulso definitivamente Muglia; spettatori circa 300.

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Monza si arrende in casa al Viareggio

Hockey, il Monza si arrende in casa al Viareggio

Biassono. Con un pizzico di fortuna in più il Centemero Monza avrebbe racimolato un ottimo punticino, come già avvenuto nella gara di andata disputata sulla pista neutra di Follonica, terminata 3-3. Nella prima giornata di ritorno del campionato, contro i vicecampioni d’Italia del CGC Viareggio quarti in classifica, è invece finita con una sconfitta per 3-2. I toscani hanno inanellato il sesto risultato utile (di cui ci

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Il Centemero Monza torna alla vittoria dopo sette partite battendo in casa l’Admiral Valdagno con lo stesso punteggio della gara di andata: 5-2. Il risultato non fa una grinza: il neanche 17enne “Checco” Compagno ha messo quasi al sicuro la vittoria nel primo tempo con una tripletta e il quasi 42enne Juan Oviedo l’ha sigillata nella ripresa con un’infinità di parate superlative. Ma anche gli altri uomini agli ordini di Tommaso Colamaria hanno disputato una gara in linea con le ultime quattro, cioè da squadra da play-off. Per il momento bisogna pensare a raggiungere matematicamente la salvezza, ma continuando su questi livelli di gioco si potrà alzare l’asticella molto prima della fine della regular season. Oggi il tecnico giovinazzese trapiantato a Villasanta ha recuperato quasi completamente l’argentino Francisco Roca, che dopo l’infrazione a una costola patita lo scorso 17 dicembre è tornato a mettere i pattini in pista in un incontro ufficiale. Invece Matteo Brusa è tornato a referto dopo lo stiramento a una coscia occorsogli a inizio anno, ma essendo stato influenzato per alcuni giorni non era in condizione di reggere il ritmo della gara. Per quanto riguarda Andrea Camporese, ha saltato la terza partita a causa dello sfilacciamento del legamento di un ginocchio capitatogli nel match contro il CGC Viareggio dello scorso 9 gennaio.

L’Admiral Valdagno, guidato da Franco Vanzo, si è presentato al PalaRovagnati di Biassono con i due rinforzi ingaggiati nel mercato invernale: i difensori Giovanni Zen, svincolato dal Sind Bassano lo scorso novembre, e Alberto Bertoldi, già biancazzurro fino al 2015 ma poi ritiratosi per motivi di lavoro. Tra gli ospiti, che in classifica inseguivano i locali a 3 punti di distanza, ha giocato anche Alberto Peripolli, protagonista della promozione in Serie A1 dell’HRC Monza. Pure tra i biancorossoazzurri erano presenti degli “ex”: Oviedo e Michele Panizza. Questi due, unitamente all’argentino Martinez, a Retis e a Compagno, hanno composto il quintetto iniziale del Centemero Monza. I vicentini hanno risposto con Cunegatti, Campagnolo, Peripolli, lo spagnolo Fariza e Zen. Dopo neanche un minuto e mezzo i brianzoli sono in vantaggio: Panizza tocca una punizione per Compagno che fionda in porta a mezza altezza sorprendendo il campione del mondo 1997 Cunegatti, che alla fine perderà nettamente la sfida a distanza col campione del mondo 1999 Oviedo. I biancazzurri reagiscono e al 6’20” pareggiano con Fariza, abile a deviare sottoporta un tiro dalla distanza di Campagnolo. 2’ dopo è lo stesso giocatore spagnolo a mandare la pallina sulla traversa. A riportare avanti il Centemero Monza è ancora “Checco”, in serata di grazia, con una staffilata da quasi centropista. Sull’onda dell’entusiasmo i padroni di casa arrotondano il punteggio Pagina 2 di 3 con una gran botta al volo di Compagno e al termine di un perfetto schema su punizione: Panizza tocca largo per Compagno che restituisce la pallina per la legnata di Panizza. La ripresa si vivacizza all’8’, quando Retis viene espulso per 2’ per un fallo su Zen. Oviedo para il tiro diretto di Fariza. Un minuto e mezzo dopo il Centemero, in inferiorità numerica, vola via in contropiede e Martinez viene abbattuto in area di rigore avversaria da Bicego. Cunegatti respinge sia il penalty di Compagno che la successiva ribattuta. Nulla può però al 12’31” quando Panizza chiude una magistrale triangolazione con Martinez. I biancorossoazzurri potrebbero dilagare, ma Martinez fallisce il tiro diretto assegnato per il decimo fallo valdagnese e Compagno centra il palo sul tiro diretto decretato per un fallo di Zen su di lui che vale anche il cartellino blu. Risale sugli scudi Oviedo, che respinge un rigore di Fariza fischiato per un fallo di Retis su Bertoldi. Poco dopo, però, il portiere italo-argentino viene espulso per 2’ per spostamento volontario della porta: il tiro diretto di Fariza fulmina il subentrato Piscitelli. Negli ultimi minuti Oviedo, rientrato in pista, si conferma impenetrabile, parando pure un altro rigore di Fariza assegnato per fallo di pattino. In precedenza Martinez aveva fallito un altro tiro diretto decretato per fallo di Bertoldi, espulso per 2’, su Panizza. Il “mendocino”, nonostante il bottino vuoto, resta in testa alla classifica marcatori con 34 gol. Per Colamaria si è trattata di una “vittoria fondamentale in ottica salvezza. Queste sono partite ‘da paura’, che a volte si portano a casa giocando male. Noi però abbiamo vinto dominando. Sono infatti soddisfatto non solo del risultato, ma anche dell’approccio alla gara dei ragazzi e della loro condizione fisica. Oviedo è stato decisivo e Compagno ha fatto molto bene. Il ritorno di Roca dall’infortunio è stato assolutamente positivo se teniamo conto che non può ancora tirare”. Sabato prossimo (ore 20.45) il Centemero Monza è atteso da un’altra sfida-salvezza, in casa dell’AFP Giovinazzo. Un’eventuale vittoria potrebbe riportarlo in zona play-off, che adesso dista solo 2 punti.

 

FOTO STEFANO SERVIDIO

CENTEMERO MONZA-ADMIRAL VALDAGNO 5-2 (4-1) CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Mariani, Besana, Retis, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria. ADMIRAL VALDAGNO: Cunegatti, Bertoldi, Fariza, Peripolli, Zambon, Campagnolo, Zen, Bicego, Marchesini, Nieddu. All.: Vanzo. ARBITRI: Ferrari di Viareggio e Giovine di Salerno. MARCATORI: p.t. 1’28″ Compagno, 6’20″ Fariza, 10’57″ Compagno, 16’21″ Compagno, 19’02″ Panizza; s.t. 12’31″ Panizza, 14’46″ Fariza. NOTE: falli di squadra Centemero Monza 4, Admiral Valdagno 12; espulsi per 2′ Retis, Zen, Oviedo e Bertoldi; spettatori circa 350.

RISULTATI DELLA 17ª GIORNATA Forte dei Marmi – Sind Bassano 4-2 Trissino – Amatori Wasken Lodi 2-3 Thiene – Banca Cras Follonica 5-5 Faizanè Lanaro Breganze – AFP Giovinazzo 6-5 CGC Viareggio – Pieve010 4-2 Sinus Matera – Carispezia Sarzana 4-0 Centemero Monza – Admiral Valdagno 5-2

CLASSIFICA DOPO LA 17ª GIORNATA Pagina 3 di 3 Forte dei Marmi e Faizanè Lanaro Breganze punti 40; Sinus Matera e Amatori Wasken Lodi p. 36; CGC Viareggio p. 34; Sind Bassano p. 27; Banca Cras Follonica p. 25; Trissino p. 22; Centemero Monza p. 20; Admiral Valdagno p. 14; Carispezia Sarzana p. 12; Pieve010 p. 11; Thiene p. 10; AFP Giovinazzo p. 8.

PROGRAMMA DELLA 18ª GIORNATA 9 febbraio 2016 20:45 Sarzana Carispezia Sarzana – Amatori Wasken Lodi 9 febbraio 2016 20:45 Valdagno Admiral Valdagno – CGC Viareggio 9 febbraio 2016 20:45 San Daniele Po Pieve 010 – Forte dei Marmi 9 febbraio 2016 20:45 Bassano del Grappa Sind Bassano – Faizanè Lanaro Breganze 9 febbraio 2016 20:45 Follonica Banca Cras Follonica – Sinus Matera 9 febbraio 2016 20:45 Giovinazzo AFP Giovinazzo – Centemero Monza

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, il Monza torna a ruggire: manita al Valdagno

Hockey, il Monza torna a ruggire: manita al Valdagno

Biassono. Il Centemero Monza torna alla vittoria dopo sette partite battendo in casa l’Admiral Valdagno con lo stesso punteggio della gara di andata: 5-2. Il risultato non fa una grinza: il neanche 17enne “Checco” Compagno ha messo quasi al sicuro la vittoria nel primo tempo con una tripletta e il quasi 42enne Juan Oviedo l’ha sigillata nella ripresa con un’infinità di parate superlative. Ma anche gli altri uo

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonza. Due partite consecutive in casa, ma una più difficile dell’altra: per il Centemero Monza è giunto il momento della prima prova di maturità, quella che probabilmente stabilirà il ruolo della matricola, finora “terribile”, per il prosieguo della stagione.

Prima della sfida del 5 dicembre con la Sinus Matera, una delle candidate al titolo tricolore, i biancorossoazzurri dell'hockey dovranno affrontare al PalaRovagnati di Biassono (sabato alle ore 20.45) il Trissino guidato dall’allenatore-giocatore Dario Rigo, indimenticato difensore del Roller Monza vincitore della Coppa delle Coppe 1995 e dello scudetto 1996. I vicentini sono avanti di una sola lunghezza in classifica rispetto al team allenato da Tommaso Colamaria (nella foto) e hanno pure un rendimento simile sia in casa che in trasferta, nel senso che la maggior parte dei punti sono stati ottenuti tra le mura amiche, dettaglio che equilibra l’esito del match. La formazione bluceleste può vantare il pareggio interno col Forte dei Marmi e quello esterno col Faizanè Lanaro Breganze nonché il successo ottenuto ai danni della Banca Cras Follonica al Palasport trissinese (quello dove nel 1994 il Monza perse la finale scudetto contro l’Amatori Vercelli). Il Centemero confida nelle parate dell’ex di turno Juan Oviedo e nella grande vena realizzativa mostrata dall’argentino Lucas Martinez, capocannoniere del campionato con 17 gol, più uno assegnato incredibilmente a un giocatore in panchina. Purtroppo mancherà, e probabilmente per altre 3 o 4 partite, l’attaccante Nicola Retis: sabato scorso durante il derby al PalaCastellotti di Lodi era stato costretto a uscire dalla pista per un infortunio alla spalla, aggiuntosi al dolore all’inguine già esistente. Per quest’ultimo la diagnosi è stata di ernia: il giocatore di Montecchio Precalcino è stato operato stamattina in una struttura della provincia di Vicenza. Leggermente più lunghi sono i tempi di guarigione della spalla trattandosi in quel caso di uno stiramento al legamento, oltre che di un forte ematoma.

Da segnalare che Centemero Monza-Trissino sarà una delle uniche due partite di Serie A1 che si disputerà domani, essendo le altre state rinviate a martedì prossimo per gli impegni nelle coppe europee di ben 9 compagini italiane.

Colamaria chiama i suoi uomini a un cambio di rotta nel gioco rispetto alle ultime tre partite: “La classifica dice che sarà uno scontro diretto. I nostri avversari ci sono davanti solo di 1 punto, ma hanno qualche anno di esperienza in più rispetto a noi in questa categoria. Sarà una partita difficile, in cui risulterà importante segnare per primi, anche perché loro sono quasi completamente gli stessi della scorsa stagione, che hanno concluso con uno ‘score’ di poche reti subite. Comunque, se non vogliamo perdere le posizioni di prestigio che ci siamo guadagnati, non possiamo permetterci di uscire dalla pista sconfitti. Da domani e per qualche settimana ci mancherà Retis: per gli equilibri che avevamo trovato non è un’assenza di poco conto. Del resto in un campionato gli infortuni vanno messi in preventivo. Pure in questo caso siamo in equilibrio col Trissino perché alla squadra bluceleste mancherà ancora Eddy Randon”.

Colamaria si troverà di fronte, da quest’anno anche come collega, il 45enne Rigo, intramontabile campione, che nel 1996 contribuì in maniera determinante a far vincere a “Tommy” il suo primo, e finora unico, scudetto da allenatore. “Su Dario non c’è nulla da dire: parlano i risultati che ha ottenuto in carriera – è il suo commento - Certamente è il giocatore con più esperienza nel campionato italiano! Ma noi dovremo stare molto attenti anche all’argentino Maximiliano Oruste, pericolosissimo negli ultimi metri, e allo spagnolo Marc Pallares, esperto e veloce”. Gli arbitri dell’incontro saranno Raffaele Strippoli e Carlo Iuorio, mentre Giorgio Fontana sarà l’ausiliario.

Anche in occasione della partita di domani i piccoli atleti dell’HRC Monza daranno dimostrazione delle loro capacità durante l’intervallo. Entreranno in pista in maglietta bianca e con in mano un palloncino bianco come colombe di pace liberate nel cielo. Prosegue pure l’allestimento di mostre a cura del Circolo Fotografico Monzese, sodalizio col quale è stata avviata una collaborazione. In esposizione quattro fotocomposizioni di Elio Baioni intitolate “In giro per Berlino”, “NY: ponti sull’East River”, “Street Art“  e “Un mondo di foto“.

GLI AVVERSARI

Il Trissino è stato fondato nel 1961 sull’onda della diffusione dell’hockey su pista nei paesi del Vicentino. Nel 1969 ha ottenuto la prima promozione nella massima serie, cui ha fatto seguito nel 1974 la conquista della Coppa Italia e nel 1978 il primo posto in campionato, titoli in seguito non bissati. Negli anni ’70-’80-’90 ha vantato uno dei migliori settori giovanili in Italia, che ha fornito alla Nazionale autentici fuoriclasse come Stefano Dal Lago, scomparso a soli 24 anni per un arresto cardiaco mentre giocava una partita di Coppa Italia a Novara, nel palazzetto dello sport ora a lui intitolato. Talento purissimo, aveva già collezionato 3 scudetti, 4 Coppe Italia, 1 Coppa CERS (tutti titoli vinti col Novara) e 2 Campionati del Mondo con la Nazionale. A Trissino gli è dedicato un torneo giovanile internazionale che si disputa con cadenza annuale.

L’allenatore-giocatore è un altro campione straordinario: Dario Rigo. Ha iniziato la carriera da “coach” di una prima squadra quest’anno, ma a 45 primavere suonate non ne vuole sapere di appendere i pattini al chiodo. In carriera ha vinto 3 scudetti, 2 Coppe Italia, 1 Coppa delle Coppe, 1 Coppa CERS, un Campionato Mondiale e un Campionato Europeo. Ha giocato con il Roller Monza dal 1993 al 1996 conquistando la Coppa delle Coppe 1995 e lo scudetto 1996. Nei primi due anni ha avuto come compagno di squadra l’attuale allenatore del Centemero Monza, Tommaso Colamaria, che poi l’ha allenato nella terza e ultima stagione in biancazzurro.

Nel Trissino giocano pure Alberto Greco e Alessandro Faccin, campioni d’Europa 2014 con la Nazionale Under 17 guidata sempre da “Tommy”.

IL PROGRAMMA DELLA 9ª GIORNATA

28 novembre 2015 20:45 Biassono
Centemero Monza – Trissino

28 novembre 2015 20:45 Thiene
Thiene – AFP Giovinazzo

1 dicembre 2015 20:45 Bassano del Grappa
Sind Bassano – Banca Cras Follonica

1 dicembre 2015 20:45 Forte dei Marmi
Forte dei Marmi – CGC Viareggio

1 dicembre 2015 20:45 Breganze
Faizanè Lanaro Breganze – Sinus Matera

 

1 dicembre 2015 20:45 San Daniele Po
Pieve010 – Amatori Wasken Lodi

1 dicembre 2015 20:45 Sarzana
Carispezia Sarzana – Admiral Valdagno

CLASSIFICA DOPO LA 8ª GIORNATA

 

Forte dei Marmi punti 19; Amatori Wasken Lodi p. 18; Faizanè Lanaro Breganze e Sinus Matera p. 17; Banca Cras Follonica e Trissino p. 14; Centemero Monza p. 13; CGC Viareggio p. 12; Sind Bassano p. 11; Admiral Valdagno p. 8; Pieve010, AFP Giovinazzo e Carispezia Sarzana p. 4; Thiene p. 3. 

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, mister Colamaria suona la carica per le due gare in casa

Hockey, mister Colamaria suona la carica per le due gare in casa

Monza. Due partite consecutive in casa, ma una più difficile dell’altra: per il Centemero Monza è giunto il momento della prima prova di maturità, quella che probabilmente stabilirà il ruolo della matricola, finora “terribile”, per il prosieguo della stagione. Prima della sfida del 5 dicembre con la Sinus Matera, una delle candidate al titolo tricolore, i biancorossoazzurri dell'hockey dovranno affro

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREMonzaIl Centemero Monza accarezza la qualificazione alla Coppa Italia, ma alla fine si fa rimontare e dunque per un solo gol subito di troppo deve accontentarsi di un pareggio e quindi del nono posto in classifica, risultato che al termine del girone di andata non gli permette di “staccare il biglietto” per Forte dei Marmi, dove dal 25 al 28 febbraio si disputerà la final eight. Contro una forte Banca Cras Follonica, avversaria diretta per la qualificazione alla seconda competizione nazionale, sabato sera a Biassono si è comunque rivisto un buon Centemero, capace di contenere il potente attacco maremmano e di colpire in contropiede con efficacia. Da segnalare che è stata tra l’altro interrotta la serie negativa di 3 sconfitte consecutive. Il pubblico ha assistito a un match avvincente e alla fine, nonostante l’amarezza della mancata qualificazione, ha applaudito i ragazzi biancorossoazzurri. Il risultato poteva anche essere diverso se incomprensibili decisioni arbitrali non avessero danneggiato la squadra di casa a favore di quella dell’allenatore-giocatore Franco Polverini. A cominciare dalla convalida del primo gol degli ospiti, giunto al 5’30″ grazie a un colpo di bastone molto alto di Saavedra. L’argentino aveva iniziato il match nel quintetto base assieme a Menichetti, Federico Pagnini, al connazionale Rodriguez e al portoghese Marinho. I padroni di casa si erano schierati con Oviedo, Panizza, Camporese, Compagno e l’argentino Martinez. Il suo connazionale Roca è rimasto in panchina tutto il tempo a causa di un forte dolore al costato causato da un colpo patito nell’allenamento di due giorni prima: gli accertamenti clinici effettuati al termine della partita hanno evidenziato un’incrinatura a una costola. L’allenatore Tommaso Colamaria ha anche dovuto fare a meno per la quinta volta consecutiva, e quasi certamente ultima, di Retis, infortunato alla spalla.

Detto del contestato gol del vantaggio, i brianzoli hanno reagito subito e dopo soli 16″ Compagno, fresco di convocazione in Nazionale Under 23, ha rimesso le cose a posto con un fendente dalla sinistra. Il 2-1 biancazzurro porta la firma di Pagnini, a segno dopo essersi liberato dalla morsa di Compagno. Il Centemero non ha mollato e intorno al 20’ ha capovolto il punteggio con una doppietta di Martinez: il “mendocino” prima ha alzato la pallina di un palmo per stangarla nell’angolino, poi l’ha schiacciata a conclusione di una mischia. Un grave errore difensivo commesso a 6″ dal termine della prima frazione di gioco ha però permesso a Marinho di riequilibrare la gara.

Nella ripresa i biancorossoazzurri hanno spinto sull’acceleratore e al 12’20″ un meraviglioso gol di Martinez a conclusione di un’azione personale ha fatto esplodere di gioia il PalaRovagnati di Biassono. Anche in questo caso il vantaggio è durato poco perché 1’46″ dopo Rodriguez ha gonfiato la rete con una fiondata da lontano. Il “forcing” finale del Centemero ha portato diversi suoi giocatori a tirare a rete, ma Menichetti si è sempre fatto trovare pronto. A 2” dal termine Martinez si è fatto espellere per 2’: il conseguente tiro diretto di Saavedra è finito addosso a Oviedo e poi sulla ribattuta l’argentino ha segnato, però gli arbitri non hanno convalidato il gol perché erano ormai trascorsi i 2” consentiti dal regolamento. La decisione ha mandato su tutte le furie il presidente del club toscano Massimo Pagnini (padre del giocatore follonichese), che ha fatto irruzione al tavolo dei giudici di gara battendo i pugni contro la stampante e inveendo contro dirigenti, tecnici, giocatori e tifosi brianzoli. La “bagarre” scatenata dal numero 1 maremmano è stata placata con difficoltà dai dirigenti locali. Da parte sua la Banca Cras Follonica intende presentare ricorso contro il risultato maturato in pista.

Colamaria, bersagliato da Massimo Pagnini, ha preferito parlare di hockey e non di carte bollate: “Abbiamo giocato alla pari contro una squadra costruita per arrivare tra le prime sei. Purtroppo alle nostre partite si arbitra diversamente quando la formazione avversaria arriva a 9 falli… Comunque dovevamo essere più convinti a cercare di subire il decimo fallo. Sottolineo inoltre che non abbiamo potuto disporre all’ultimo momento di Roca: sembrava a posto dopo il colpo dell’altroieri e invece oggi sentiva dolore forte. Quello contro la Banca Cras Follonica è un punto che fa classifica. Però siamo andati vicini alla qualificazione e questo ci brucia. Al giro di boa abbiamo 17 punti: ancora 8 punti e dovremmo essere salvi”.

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

BANCA CRAS FOLLONICA-CENTEMERO MONZA 4-4 (3-3)

CENTEMERO MONZA: Oviedo, Brusa, Camporese, Mariani, Perego, Martinez, Panizza, Roca, Compagno, Piscitelli. All.: Colamaria.
BANCA CRAS FOLLONICA: Menichetti, Bianchi, Banini, Polverini, Pagnini, Paghi, Saavedra, Rodriguez, Marinho, Gaeta. All.: Polverini.
ARBITRI: Barbarisi di Salerno e Corponi di Trissino.
MARCATORI: p.t. 5’30” Saavedra, 5’46” Compagno, 8’37” Pagnini, 18’27” Martinez, 19’29” Martinez, 24’54” Marinho; s.t. 12’20” Martinez, 14’06 Rodriguez.
NOTE: falli di squadra Centemero Monza 5, Banca Cras Follonica 9; espulso 2′ Martinez; spettatori circa 250.

CLASSIFICA DOPO LA 13ª GIORNATA

Faizanè Lanaro Breganze e Forte dei Marmi punti 28; Sinus Matera p. 27; CGC Viareggio p. 25; Amatori Wasken Lodi p. 24; Trissino p. 22; Sind Bassano p. 21; Banca Cras Follonica p. 20; Centemero Monza p. 17; Carispezia Sarzana p. 11; Admiral Valdagno p. 10; Pieve010 p. 8; AFP Giovinazzo p. 7; Thiene p. 6.

P

*/ ?>

Dalla Brianza

Hockey, quel pareggio beffardo che nega la Coppa Italia

Hockey, quel pareggio beffardo che nega la Coppa Italia

Monza. Il Centemero Monza accarezza la qualificazione alla Coppa Italia, ma alla fine si fa rimontare e dunque per un solo gol subito di troppo deve accontentarsi di un pareggio e quindi del nono posto in classifica, risultato che al termine del girone di andata non gli permette di “staccare il biglietto” per Forte dei Marmi, dove dal 25 al 28 febbraio si disputerà la final eight. Contro una forte Banca Cras Follonica, avv

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREConcorezzo. La passione per le due ruote li ha portati, da amatori, in cima al Ghisallo, al Mortirolo, allo Stelvio. Ieri, purtroppo, la loro corsa ha fatto tappa in ospedale a Monza, a seguito di un brutto incidente a Biassono. Per fortuna le conseguenze sono state lievi. Protagonisti loro malgrado il concorezzese Lorenzo Mandelli, 42 anni, e Paolo Rossi, 38 anni, di Muggiò. Entrambi lavorano nella multinzionale agratese STMicroelectronics e, finito il turno, come da rituale, erano usciti sulla due ruote per allenarsi. "Procedendo lungo la via principale di Biassono in direzione Macherio - racconta Lorenzo a Concorezzo.org - ci siamo scontrati con un’auto che, sopraggiungendo dalla direzione opposta, senza darci la precedenza, ha svoltato a sinistra per entrare in una strada secondaria, tagliandoci la strada. Non potendo in alcun modo evitare l’impatto, siamo letteralmente “volati” rispettivamente contro il cofano e il parabrezza dell’auto. Rialzatomi da terra, ho subito verificato le condizioni di Paolo che, a parte un dolore alla spalla, pareva non aver avuto ripercussioni gravi: parlava, camminava… Anche io ero apparentemente illeso, ma dopo pochi minuti dall’incidente, ho iniziato ad avvertire un forte formicolio alla mascella e al collo, tanto che una volontaria del 118, casualmente presente al momento del sinistro, ha ritenuto di dover chiamare l’ambulanza".

I soccorritori hanno deciso di trasportare entrambi i ciclisti al San Gerardo di Monza. Fortunatamente visite mediche e radiografie non hanno rilevato traumi importanti: qualche contusione, un paio di graffi e una contrattura alla muscolatura cervicale.

"Ringrazio di cuore tutte le persone che durante e dopo l’evento mi hanno assistito, curato, accompagnato e confortato con chiamate e messaggi, in particolare mio padre Roberto che è rimasto con me per tutto il tempo, i volontari del 118 e i Vigili di Biassono per il loro tempestivo intervento", prosegue Lorenzo.

Più amaro il commento su Facebook di Paolo. “Lo sapevo che sarebbe successo. Non se ne può più. Investito da una Panda con la solita scusa “non ti ho visto, non l’ho fatto apposta”. Sono qui dolorante ma ringraziando il cielo di poterlo raccontare. Non è giusto. Tanta rabbia, tanto dolore e il morale sotto ai tacchi. Probabilmente si infrangono così i sogni per la #SellarondaBikeDay. Ma non è questo ciò che conta. Ciò che conta è che la strada è diventata una maledetta giungla. In questa guerra chi ci rimette siamo sempre noi, la parte debole. E per la cronaca giravamo in due, andando piano sfilando una colonna di auto in fila e attraversando un incrocio in centro paese. La cosa che fa più male, aldilà delle botte a spalla e ginocchio, è leggere che nonostante un incidente da cui potevi uscirne veramente male, c’è chi non ha il buon gusto di tacere e invoca questa maledetta storia dei ciclisti che non rispettano il codice della strada". 

 

Il gruppo dei ciclisti STM. La passione per la bicicletta è condivisa da tanti lavoratori della STMicroelectronics ad Agrate Brianza (il nome ufficiale della squadra è in fase di definizione): da settembre, il gruppo di amatori ha affrontato percorsi e salite che negli anni hanno caratterizzato la storia del ciclismo e sono state testimoni di strepitose imprese sportive dei miti di questo sport: dalla Roncola, al Ghisallo, al Passo di Valcava, al passo dello Stevio, al Passo del Mortirolo.

Leggi anche

Morosina, schianto auto-motorino: ferito un 63enne

Barista investita, sciolta la prognosi: Yandy è fuori pericolo

Bimba azzannata, il lupo sarà soppresso?

Sapori, musica e spettacoli dall'Andalusia: una cena incantata

La piscina riapre a settembre. A meno che...

Il sognatore di Mezzegra ha incantato San Siro (rimanendo se stesso)

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MORE

*/ ?>

Cronaca

Incidente a Biassono, paura per due ciclisti amatoriali

Incidente a Biassono, paura per due ciclisti amatoriali

Concorezzo. La passione per le due ruote li ha portati, da amatori, in cima al Ghisallo, al Mortirolo, allo Stelvio. Ieri, purtroppo, la loro corsa ha fatto tappa in ospedale a Monza, a seguito di un brutto incidente a Biassono. Per fortuna le conseguenze sono state lievi. Protagonisti loro malgrado il concorezzese Lorenzo Mandelli, 42 anni, e Paolo Rossi, 38 anni, di Muggiò. Entrambi lavorano nella multinzionale agratese STMicroelectronic

COM_CONTENT_REGISTER_TO_READ_MOREBiassono. Sette anni di processo per aver indossato un cappello mentre garantiva la sicurezza dei suoi cittadini. Angelo De Biasio, due volte sindaco (ma lui preferisce decisamente borgomastro), presidente del Consiglio di Monza e Brianza e, in generale, uno degli amministratori più concreti e stimati della Brianza, ha chiuso ieri una vergognosa pagina della giustizia italiana. Quando deteneva la delega alla sicurezza, infatti, partecipò insieme alla Polizia locale ad una serie di controlli per reprimere il fenomeno della guida in stato di ebbrezza e dell'eccesso di velocità. In quella occasione, in segno di solidarietà con gli agenti, indossò un semplice cappellino con la scritta Polizia locale. Ne nacque una vicenda sconcertante: un brigadiere dei carabinieri (era il 21 giugno del 2008!) lo accusò di usurpazione del titolo di Polizia locale, accusandolo di aver partecipato attivamente all'operazione "Sobri e sicuri". Quello stesso brigadiere (tra l'altro condannato per un'altra vicenda di competenza dell'Antimafia per corruzione, rivelazione di notizie riservate e falso...) raccontò di aver visto all'opera De Biasio passando per ben due volte con la gazzella dei carabinieri, senza però fermarsi. Il processo ha, invece, appurato che il brigadiere si fermò di persona e non contestò nulla all'amministratore. Perché poi decise di gettare fango su De Biasio non è dato sapere. Certo le notizie sulle mazzette fatte girare al carabiniere da un presunto mediatore dell 'ndrnagheta per avere notizie su imprenditori da taglieggiare non hanno certo favorito la posizione del brigadiere al processo. La pubblica accusa non solo ha chiesto la piena assoluzione per De Baisio "per non aver commesso il fatto", ma si è anche scusato per l'inaccettabile lunghezza del procedimento. Il giudice ha accolto la richiesta, ha assolto De Biasio e ha chiesto di procedere contro l'ex carabiniere per falsa testimonianza e calunnia. "Ci son voluti un po' di anni - ha commentato De Biasio su Twitter - ma giustizia è fatta grazie anche al mio bravo avvocato (Maurizio Bono, ndr) e ad un PM correttissimo".

*/ ?>

Dalla Brianza

Sette anni di fango: lo Stato assolve e si scusa col borgomastro

Sette anni di fango: lo Stato assolve e si scusa col borgomastro

Biassono. Sette anni di processo per aver indossato un cappello mentre garantiva la sicurezza dei suoi cittadini. Angelo De Biasio, due volte sindaco (ma lui preferisce decisamente borgomastro), presidente del Consiglio di Monza e Brianza e, in generale, uno degli amministratori più concreti e stimati della Brianza, ha chiuso ieri una vergognosa pagina della giustizia italiana. Quando deteneva la delega alla sicurezza, infatti, partecipò insiem